Recensione Oriental Empires

Da dove nasce Oriental Empires?

Oriental Empires è stato sviluppato dal team fondato da R.T. Smith, Shining Pixel Studios, che focalizzano il loro lavoro su giochi da guerra e storici. L’editore è invece Iceberg Interactive, fondata nel 2009 con sede legale nei Paesi Bassi. La conosciamo per giochi come Killing Floor oppure Conarium, di cui abbiamo già avuto modo di parlare. Il gioco è stato annunciato il 16 Aprile di quest’anno: un gestionale piuttosto semplice all’inizio che pian piano diventa sempre più complesso. Abbiamo già avuto modo di parlarne in un precedente articolo e finalmente lo abbiamo provato.

Trama e ambientazione

Il gioco è ambientato nell’epoca che va dal 1600 a.C. fino al 1600 d.C. in Cina, lungo le rive del fiume Giallo. La trama del gioco è semplice: impersoniamo l’imperatore di una dinastia. C’è da notare che nel gioco c’è un’imprecisione storica, infatti le dinastie qui vengono intese più che altro come clan distinti, mentre storicamente non sono mai presenti negli stessi anni. La Cina era un unico impero durante quel periodo ed è rimasta divisa solo durante pochi anni. Consideriamo però che la veridicità storica non è fondamentale in un gioco, anzi spesso viene forzata per adattarne il gameplay. Consideriamolo come un passato alternativo.


Gameplay

Il gameplay è abbastanza vario anche se a volte può sembrare ripetitivo e noioso. La visuale è dall’alto, ma si può cambiare usando il mouse oppure il touchpad.

Per iniziare una nuova partita dovremo scegliere uno tra i 5 clan disponibili all’inizio. In tutto troviamo ben 16 clan, alcuni dei quali dovranno essere sbloccati giocando per almeno 200 turni. Ovviamente ogni clan ha le sue specializzazioni e i suoi “bonus” che potremo osservare già nella schermata di inizio partita. Oltre ai clan si potrà scegliere la difficoltà a cui giocare.

I clan

Questi i clan disponibili all’interno del gioco.

  • Shang
  • Zhou
  • Han
  • Chu
  • Shu
  • Qin
  • Wu
  • Min Yue
  • Ba
  • The Dong Yi
  • The Dog Rong
  • The White Di
  • The Xiongu
  • The Dingling
  • The Xianbei

Ogni clan che abbiamo citato sopra ha effettivi riferimenti storici, essendo realmente esistiti nel periodo che va dal 1500 a.C. al 1500 d.C.

Iniziato il gioco ci verranno spiegate solamente le basi. Per chi approccia per la prima volta a questo tipo di giochi non è il massimo, dato che il gameplay si farà sempre più complesso. Personalmente anche io ho fatto fatica a capire le dinamiche, per cui una maggiore spiegazione iniziale avrebbe di sicuro facilitato le azioni successive.

Uno strategico a turni

Avremo 3 squadroni di truppe che potremo far muovere entro certi limiti. Dato che questi “squadroni” sono indipendenti, potranno essere mossi contemporaneamente. Queste truppe possono essere disposte in 8 modi differenti, per poi essere fatte avanzare. La modalità di gioco è a turni, in ogni turno dobbiamo muovere ogni squadrone e scegliere quali abilità o specializzazioni potenziare in modo da diventare più abili in: intelligenza, diplomazia, attacco, commercio ed alte abilità minori. Nel gioco non c’è un vero e proprio obbiettivo finale, infatti si potrà andare avanti per poi finire solo quando conquistiamo l’intera mappa. Personalmente consiglierei di arrivare ad un certo livello (avanzato) con un clan per poi ricominciare con un altro.

Oltre alle truppe potremo comandare dei contadini affinché coltivino le terre, che potranno essere poi espanse. Inoltre lungo il cammino le nostre truppe incontreranno dei nemici da affrontare, mentre in altri casi truppe di altri villaggi verranno da noi per negoziare o stringere alleanze.

Possiamo anche far costruire edifici e strutture difensive, in modo da aumentare la popolazione del nostro clan o difenderla da attacchi nemici.

Il gioco può essere giocato con un qualsiasi computer ed un touchpad se non si dispone di mouse, ma è sicuramente più confortevole l’uso del mouse.

Soldi e Finanze

I soldi sono una parte fondamentale di Oriental Empires, perché ci serviranno per costruire edifici e comprare oggetti da altri clan. Possono essere ottenuti principalmente riscuotendo le tasse o cacciando alci e rinoceronti, o ancora attraverso la pesca.

Colonna sonora ed effetti

La colonna sonora è abbastanza rilassante ed adatta al contesto del gioco. A dirla tutta la musica mi ha trasmesso un senso di calma ininterrotta, dato che gli effetti sonori sono molto rari. Se in maggiore quantità tuttavia potrebbero rendere migliore l’esperienza di gioco. La colonna sonora è stata composta da Carl Clark.

Multiplayer

Il multiplayer in Oriental Empires è stato progettato per dare un gioco completo a più giocatori con un minimo di attesa. Tutti i giocatori entrano contemporaneamente in ordine: significa che le battaglie si svolgono in maniera identica a quelle del singolo giocatore, senza lunghi periodi di attesa per i giocatori che non ne sono coinvolti. Queste sono le parole degli sviluppatori del gioco, personalmente non abbiamo ancora avuto modo di testare questa modalità.

Albero tecnologico

I nuovi oggetti e le abilità potranno essere sviluppate in un classico “albero tecnologico”.

Grafica

La grafica di Oriental Empires è abbastanza piacevole alla vista ed ha una qualità tale da renderla compatibile con tutti i computer che supportano un sistema operativo a 64bit.

I colori cambiano a seconda della stagione. Ad esempio in inverno predominano il bianco ed il blu, mentre nelle altre tre stagioni (autunno, primavera ed estate) i colori che predominano sono il verde e il marrone.

Intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale di Oriental Empires, nel complesso, è molto ben sviluppata e cambia a seconda della difficoltà impostata. Tutto sommato possiamo dire che ogni grado di difficoltà che impostiamo è adeguato alle aspettative. Se ad esempio impostiamo difficile, userà schemi di attacco imprevedibili e sempre diversi.

Requisiti di sistema:

MINIMI:

    • Sistema operativo: Windows 7 64 bit (32 bit NOT supported)
    • Processore: Intel Core i5-3230M @ 2.60GHz or equivalent AMD processor and above
    • Memoria: 4 GB di RAM
    • Scheda video: 256 MB DX 9 Compliant videocard with pixel shader 3,0
    • DirectX: Versione 9.0c
    • Memoria: 2 GB di spazio disponibile
    • Scheda audio: DirectX 9 Compatible Audio
    • Note aggiuntive: Minimum Resolution: 1024 x 768

CONSIGLIATI:

    • Sistema operativo: Windows 7,8,10 – 64 bit (32 bit NOT supported)
    • Processore: Intel i5 3.2 GHz or equivalent AMD processor and above
    • Memoria: 8 GB di RAM
    • Scheda video: 512 MB DX 9 Compliant videocard with pixel shader 3,0
    • DirectX: Versione 9.0c
    • Memoria: 2 GB di spazio disponibile
    • Scheda audio: DirectX 9 Compatible Audio
    • Note aggiuntive: Minimum Resolution: 1024 x 768
    • Longevità: Il gioco non ha una durata specifica, infatti potremmo dire che il gioco finisce solo quando conquistiamo l’intera mappa

Longevità

Siamo noi a decidere quanto duri il gioco. Possiamo terminare quando abbiamo conquistato l’intera mappa o rifare tutto da capo con altri clan. L’aggiunta del multiplayer indubbiamente allunga ancora di più la durata di gioco.

Oriental Empires è disponibile su steam.

Di la tua!

0 0

Commenta!

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.