• Home
  • /
  • Notizie
  • /
  • Project xCloud di Microsoft, manca poco al primo Public Test
Project xCloud

Project xCloud di Microsoft, manca poco al primo Public Test

In un tweet, Xbox annuncia che "Project xCloud ha grandi piani e cominceranno da quest'anno"

Live Twitch

marzo, 2019

mar19mar17:30Game Developers ConferenceDalle 17.30

mer20mar22:00TalkInizio ore 22:00

Mostra altro

Se vuoi maggiori informazioni su inserisci la tua email qui sotto:

Il cloud gaming sembra sempre di più una concreta possibilità per quanto riguarda il futuro dell’industra videoludica.

La possibilità di poter giocare letteralmente ovunque e senza avere limitazioni a livello di hardware e software sono, sulla carta, elementi golosissimi per i gamers e non solo. Inoltre, il bacino potenziale di utenti ai quali si rivolgerebbe l’industria videoludica andrebbe ad aumentare in maniera esponenziale.

Date le succose potenzialità, è quasi naturale che tutti i “big” del settore si siano buttati a capofitto nello sviluppo di sistemi che possano offrire ai gamers la chance di giocare ai loro titolo preferiti in streaming.

Sulla scorta di queste considerazioni, martedì 12 marzo in Italia è stato lanciato PlayStation Now, il servizio cloud gaming di Sony (utilizzabile da PC e ovviamente da console) che ci permetterà di giocare in streaming o scaricare uno dei 600 titoli già disponibili solamente pagato una quota mensile di 14,99 euro o 99,99 euro in caso di abbonamento annuale.

Microsoft e il suo Project xCloud

Project xCloud è lo sforzo di Microsoft teso a portare i giochi di Xbox One su ogni smartphone, PC e tablet, indipendentemente dalle loro caratteristiche hardware ed è anche la risposta all’agguerrita concorrenza che sta nascendo nel segmento del cloud gaming.

In una nuova puntata di Inside Xbox, il progetto di cloud gaming del colosso statunitense è stato brevemente discusso insieme alla promessa di un avvio del programma di Public Test entro il 2019.

Il frammento di video che è stato condiviso sull’account ufficiale twitter di Xbox, mostra una brevissima demo di Forza Horizon 4 giocato su uno smartphone android di fascia bassa con semplicemente un controller Xbox One collegato tramite bluetooth.

Dati i pochi elementi mostrati, è per ora impossibile dare giudizi sulla latenza e sull’effettivo funzionamento del cloud gaming targato Microsoft.

Per saperne di più, dobbiamo aspettare ancora qualche mese.

Anche tu come alcuni esperti pensi che lo streaming dei videogames possa creare esperienze meno soddisfacenti o pensi sia la strada giusta da seguire nell’industria videoludica?

Massimo Segante
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
avatar
  Sottoscrivi  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
X