Pro Basketball Manager 2022

Pro Basketball Manager 2022: la recensione

Udite udite! Un manageriale sportivo non calcistico!

Nel mondo dei manageriali sportivi, ha fatto il suo ingresso Pro Basketball Manager 2022, produzione del publisher e sviluppatore Umix Studios, il quale è riuscito a posizionare un buon prodotto in una categoria veramente poco affollata, quella dei manageriali di basketball, facendo di questa situazione una delle sue armi vincenti.

Difatti, il parco titoli dei giochi sportivi manageriali, nel nostro paese è sempre stato monopolizzato da giochi dedicati allo sport nazionale (che nessuno indovinerà mai), vedendo sempre troppe poche produzioni dedicate ad altri sport, come tennis, pallavolo e appunto il basket. Fortunatamente almeno per quest’ultimo, l’astinenza è terminata; andiamo a vedere cose offre il nuovo titolo di Umix Studios.

Pro Basketball Manager 2022

Pro Basketball Manager 2022: il sogno

L’obiettivo che il gioco ci propone, come tanti altri titoli similari, è quello di impersonare un nuovo allenatore e manager di una squadra di basket, per raggiungere tutti gli obiettivi prefissati dalla società e col tempo raggiungerne di nuovi e più prestigiosi, fino ad arrivare sulla cima del mondo di questo sport.

Una cosa che farà piacere a molti, vista la natura del titolo, è la buona ma non impeccabile localizzazione nella nostra lingua, fattore che rende il titolo più godibile e accessibile a un utenza maggiore di appassionati. Iniziata una nuova partita, potremo scegliere se allenare e gestire uno dei team disponibili negli oltre 160 campionati presenti, comprensivi anche di squadre femminili, o crearne uno da zero, con tanto di nome, divisa e altri dettagli come le squadre nemesi.

Qualunque sia la nostra scelta, inizieremo in un periodo di inattività delle partite, nel quale cercheremo di costruire al meglio la società e preparare i nostri giocatori per l’imminente inizio di campionato . Come ci si può aspettare da un titolo manageriale, Pro Basketball Manager 2022 offre veramente un numero mastodontico di opzioni, statistiche e attività da svolgere, ma non ci abbandonerà mai a noi stessi.

Difatti il gioco fornisce un buon tutorial ogni volta che apriremo una finestra con attività importanti, il quale ci spiegherà tutte le funzioni in modo abbastanza chiaro e semplice, e che sarà consultabile in qualsiasi momento della partita. A parte questo, riceveremo delle mail in game, con le direttive su cosa fare e su cosa tenere d’occhio. Questi aiuti, assieme alla pratica, renderanno abbastanza semplice il districarsi fra i vari menù e opzioni.

Pro Basketball Manager 2022

Pro Basketball Manager 2022

Basket tecnico

Una pecca di Pro Basketball Manager 2022 però, risiede proprio nelle tabelle e finestre delle varie attività, le quali non risultano da subito intuitive ma soprattutto un po’ basilari e spoglie; in un gioco di questo genere, dove le finestre e i menù occupato il 90% dell’importanza, ci saremmo aspettati qualcosa in più dal gioco. Bada bene però a non credere di ritrovarti di fronte a menù caotici e incomprensibili, ma solo poco curati e ugualmente godibili.

Una volta superata la fase preparatoria del campionato, la quale ci avrà visto prendere dimestichezza con tantissimi menù fra i quali giocatori, tattiche, finanze, strutture, obiettivi, scouting e davvero molti altri, sarà tempo di affrontare le prime partite, amichevoli prima e di campionato dopo. Al contrario del lavoro fatto con i menù, Pro Basketball Manager 2022 ha messo maggiore cura nella parte visiva delle simulazioni di partita rispetto molti altri titoli del genere, ovviamente ben lontano da grafica e dettagli dei titoli sportivi, ma offrendo al giocatore un buon intrattenimento e soprattutto molta interazione.

Durante le partite infatti, potremo interagire su diverse opzioni; avremo le classiche tattiche, sostituzioni e strategie di gioco, un menù ricco di finestre con i dettagli della partita corrente come i commenti del cronista, l’evoluzione del punteggio durante la partita, i migliori giocatori e le varie statistiche individuali, e per finire potremo mettere mano anche sui dettagli come la velocità della partita simulata o diverse inquadrature con le quali godere dello spettacolo. Insomma tanta carne al fuoco per gli appassionati.

Pro Basketball Manager 2022

Mettere mano di persona alle tattiche durante la partita, si rivelerà il modo migliore di portare a casa la vittoria e i conseguenti punti in classifica, perché se invece lasceremo la squadra abbandonata a se stessa, saremo spesso messi in difficoltà anche da squadre molto al di sotto di noi nella classifica.

Maggiore cura poteva essere riposta nel comparto sonoro, privo di qualsiasi traccia musicale nei menù, e con effetti sonori durante la partita non molto convincenti, anche se entrambi questi punti sono abbastanza trascurabili in questo genere di titoli.

Il gameplay una volta presa la mano con i vari menù, ci farà sentire subito padroni della squadra, e ogni vittoria dovuta alle nostre decisioni, soprattutto nelle partite dove il pronostico ci è avverso, sarà davvero gratificante.

Durante le mie ore trascorse ad allenare l’Atletico Cestino in Pro Basketball Manager 2022non ho riscontrato nessun bug di sorta.

Scheda confidenziale su Pro Basketball Manager 2022

In Pro Basketball Manager 2022 saremo il nuovo allenatore di una squadra di basket con la quale, effettuando tutte le scelte manageriali e tecniche, cercheremo di raggiungere i traguardi più ambiti.

Cosa mi piace

Cosa non mi piace

La versione Steam di Pro Basketball Manager 2022 prevede 45 obiettivi sbloccabili, la maggior parte dei quali ottenibili raggiungendo determinati traguardi con il proprio team.

Grafica

60

Impatto

60

Longevità

80

Sonoro

50

Pro Basketball Manager 2022 è sicuramente un buon titolo manageriale simulativo, e forte della poca concorrenza del genere sul mercato, potrebbe fare la gioia di tutti gli appassionati di questo sport.

Avremo a disposizione tantissime opzioni manageriali e non fra le quali scegliere e tantissime opzioni tecniche strategiche da adottare durante le partite.

La parte simulativa presenta un buon colpo d’occhio rispetto tanti altri titoli manageriali ma non eccede oltre la sufficienza. Peccato per l’interfaccia dei vari menù non molto curata e poco intuitiva, ma che alla fine non pregiudica la godibilità del titolo.

VOTO COMPLESSIVO

6

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI