Pocket Souls

Pocket Souls: andiamo a caccia di mostri su Dark Souls 3

Il mondo di Dark Souls 3 come non lo hai mai vissuto prima

Pubblicità

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

Dark Souls è una saga che è stata capace di rivoluzionare il mondo videoludico, tanto che è nato da essa un intero genere di titoli che vengono chiamati Souls-like. L’ultimo capitolo della saga ovvero Dark Souls 3 ha però messo un punto finale alla storia e quindi molti fan non hanno preso bene la cosa. Se tutto ciò è vero per i giocatori console, i giocatori PC possono però tirare un sospiro di sollievo.

La saga di Dark Souls infatti su PC è in grado di rinascere, grazie all’avvento delle mod (Pocket Souls è una delle tante). Ne esistono davvero di tantissimi tipi, ma le più interessanti sono quelle che rivoluzionano l’intero mondo di gioco. Oggi parleremo nello specifico di una mod di Dark Souls 3, che ci permetterà di diventare dei grandi maestri di Pokémon!

No non si tratta di un delirio, ma di realtà. La mod in questione si chiama Pocket Souls e ti permetterà di vivere un’esperienza similare a quella vissuta in Pokémon, ma all’interno del mondo di Dark Souls 3. Ti assicuriamo che giocare a questa mod sarà un’esperienza totalmente nuova per te, anche se magari hai già completato il gioco vanilla più volte.

Dark Souls 3

Acchiappali tutti!

Hai quindi capito che Pocket Souls è una sorta di versione Pokémon di Dark Souls, ma ora ti spiegheremo come questi mondi si incontrano nella mod. Fin dalla creazione del personaggio si dovrà prendere un’importante decisione, ovvero scegliere la classe dalla quale verrà anche determinato il tuo starter. La cosa che inoltre noterai è che sarà aggiunta agli equipaggiamenti una fiaschetta messa al posto dell’arma e oltre a quello avremo anche delle strane fiaschette rosse nell’inventario.

Beh queste strane fiaschette non sono altro che le Poké Ball, quella messa come arma ti permette di evocare il tuo servitore, mentre quella rossa di catturare i vari mostri presenti in Dark Souls 3. La cattura in Pocket Souls è davvero basilare, basterà infatti lanciare la fiaschetta contro un nemico per tentare la cattura e da lì partirà un countdown uguale a quello visto in Pokémon (per facilitare la cattura conviene inoltre fare prima un po’ di danni al nemico).

So già cosa starai pensando, “vabbè allora mi basta catturare dei nostri elite per proseguire facilmente”. Beh sicuramente dei mostri potenti ti facilitano la vita, ma per poterli catturare dovrai aumentare prima il tuo livello di allenatore. Per fare ciò dovrai catturare mostri sempre diversi e per ogni mostro unico ti verrà dato un token che potrà essere speso per incrementare il livello allenatore (alla fin fine il meccanismo è molto simile a quello delle Covenant).

Troviamo particolarmente intelligente la meccanica dei livelli, perché fornisce anche una valida motivazione per catturare tutti i mostri. Comunque proprio come nel titolo Nintendo, i mostri diventano più difficili da catturare in base alla rarità e alla forza (catturare un cavaliere nero non sarà facile). Conviene inoltre fare una doverosa precisazione, purtroppo per te non potrai catturare i boss del gioco.

Pocket Souls

Granchio gigante scelgo te!

Abbiamo quindi parlato di come si catturano i mostri, ma l’altra parte divertente di Pocket Souls è farli combattere. Come abbiamo detto all’inizio sarà possibile evocare i mostri in nostro possesso, tramite una fiaschetta equipaggiata come arma. L’evocazione ci mette abbastanza per essere castata, quindi ti consigliamo di effettuarla solo quando sei al sicuro e non vicino a dei nemici in grado di interromperti.

Per quanto riguarda i mostri evocati, il loro comportamento è semplice, ovvero attaccheranno ogni forma di minaccia nelle vicinanze. Si potrà però cercare di dirigere l’attenzione del proprio mostro grazie ad un marchio che lanciato sul terreno o su un nemico, darà una priorità alla nostra creatura. Purtroppo non sempre il marchio funziona a dovere, ma è un errore passabile considerando che si tratta di una mod e non di un prodotto seguito da un team di sviluppo.

In Pocket Souls sarà però anche possibile interagire con il proprio mostro, andandogli vicino potremo infatti pettarlo e fargli guadagnare un temporaneo bonus all’attacco. Insomma il combattimento è parecchio divertente e sarà davvero soddisfacente vedere il proprio servitore combattere con gli altri nemici o contro i potenti boss.

Ma all’interno del mondo di gioco non dovremo scontrarci solamente con i boss, ma anche con dei veri e propri allenatori. Quest’ultimi utilizzeranno i mostri nel nostro stesso identico modo e alcuni di essi saranno anche piuttosto tosti da battere se non si ha una squadra ben composta.

Dark Souls

Sacrificare la propria vita per i nostri compagni

Un altro cambiamento importante effettuato in Pocket Souls risiede nell’aggiunta di un NPC al santuario, che risulterà indispensabile per la nostra avventura e come da tradizione Pokémon è un professore. Dal professore potremo comprare le fiaschette per catturare i nemici, le pozioni per i nostri mostri e tanto altro. Sarà inoltre possibile aumentare il livello delle statistiche dei nostri pet, andando a sacrificare le nostre.

Quindi per esempio sacrificando i nostri punti in tempra, potremo aumentare la vitalità massima della nostra squadra. Si tratta di bonus permanenti e cumulabili, quindi non preoccuparti troppo nello spendere i tuoi punti. Ci sono però delle caratteristiche che rimangono davvero utili per il nostro personaggio, come l’armonizzazione, che se aumentata ci permetterà di portare sempre più mostri contemporaneamente con noi.

Anche la vitalità è piuttosto importante, perché magari un nemico potrebbe evitare lo scontro con il nostro pet e puntare direttamente a noi. Il nostro consiglio è quindi suddividere bene la spesa delle anime tra le fiaschette per catturare i mostri e i punteggi caratteristica che serviranno per potenziarli.

Pocket Souls

Conclusioni su Pocket Souls

Pocket Souls è quindi una mod parecchio sorprendente e che ti permette di vivere Dark Souls 3 in una maniera completamente diversa dal normale. Ovviamente non si tratta di una conversione perfetta, dato che ti troverai ogni tanto di fronte a diverse compenetrazioni e bug, ma nulla che possa rovinare l’esperienza di gioco. Il nostro consiglio è quindi quello innanzitutto di dare assolutamente una possibilità a Pocket Souls se possiedi Dark Souls 3 (sono richiesti anche tutti i DLC).

Chissà se dopo questa avventura ti verrà voglia di aprirti ancora di più al mondo delle mod, che rappresentano il vero punto forte del mercato del PC Gaming. Ovviamente se non sei interessato allo stile proposto da Pocket Souls, dove a tutti gli effetti non sei tu a combattere, puoi sempre dare una possibilità alle altre mod che cambiano totalmente il mondo di Dark Souls 3. Insomma non ci stancheremo mai di ribadirlo, ma aprirsi a questo mondo è cosa buona e giusta.

Pocket Souls

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

E tu conoscevi già Pocket Souls?

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro