PlayStation 5: Il futuro della retrocompatibilità

Analizziamo quali saranno i cambiamenti che apporterà l'ipotetica retrocompatibilità di PlayStation 5

PlayStation 5
0
GIOCHI IN USCITA
21 novembre Asterix & Obelix XXL 3: The Crystal Menhir
PS4
xone
steam
switch
21 novembre Deemo Reborn
PS4
21 novembre Day of Dragons
steam
22 novembre Zumba: Burn it Up!
switch
22 novembre Sniper Ghost Warrior Contracts
PS4
xone
steam

Da sempre snobbata da Jim Ryan, attuale vicepresidente di Sony Interactive Entertainment, la retrocompatibilità rappresentava una feature non necessaria e sfruttata in minima parte, secondo un’intervista rilasciata dallo stesso nel 2017.
L’argomento non fu preso bene dai fan, in quanto gli utenti Microsoft potevano vantare, su Xbox One, una selezione di titoli di Xbox 360 compatibili sulla console next-gen. Vedendo il successo di tale feature, Sony si rimangia tutto e registra un brevetto per la retrocompatibilità per tutte le sue console old-gen: tale brevetto permetterà alla CPU di PlayStation 5 di emulare le vecchie architetture così da poter leggere i dischi da PlayStation 1 in su.playstation 5 retrocompatibilità

Nonostante il grandissimo passo indietro (con una leggera spolverata di ipocrisia) fatto da Sony, l’utenza ha accolto con gioia tale notizia. Vorrei quindi analizzare quali saranno i cambiamenti futuri se tale annuncio dovesse risultare veritiero.

  • Innanzitutto numeroe vendite della nuova console nel suo ciclo iniziale, in quanto molti daranno indietro la PlayStation 4 per una 5 senza il rischio di ritrovarsi senza titoli da giocare. Questo darà modo a Sony di appianare le perdite dovute a mancate vendite di titoli rétro sullo store digitale.
  • Poi ci sarà un verosimile rialzo dei prezzi dei vecchi giochi, soprattutto quelli per PlayStation 2 che, attualmente, si trovano buttati alla rinfusa nel reparto usato Gamestop per pochi euro. Ci potrà essere una vera e propria “corsa al gioco”, un po’ come successe per PlayStation 1 quando i prezzi dei classici iniziarono a decollare.
  • Di conseguenza si creerà un mercato dell’usato non più riguardante i soli collezionisti e appassionati di retrogaming, ma tale da  abbracciare tutta quell’enorme fetta di utenza che ha sempre evitato, magari per mancanza di mezzi su cui giocare, i titoli delle scorse generazioni.
  • Torneranno quindi in auge quei titoli nati sulle vecchie console ma abbandonati nel corso del tempo, come la serie Legacy of Kain, Ape Escape, Suikoden e molti altri ancora, tanto da portare le case produttrici a rivalutare il fatto di continuare tali saghe su PlayStation 5 (cosa che a noi giocatori può far solo piacere).

Sei d’accordo con l’analisi che ho fatto? Possiedi videogiochi delle scorse generazioni che vorresti rigiocare su PlayStation 5? Dicci la tua con un commento!

  • Sono completamente d’accordo su tutto l’articolo!
    L’unica cosa che non ho capito è se è un RUMORS oppure se è una cosa quasi UFFICIALE

    Pensate a tutti quelli che hanno buttato via o venduto i CD vecchi che non sapevano più cosa farsene #Rimpianti #MangiarsiLeMani #MenoMaleLiHoAncoraTutti :D

  • Condividi su facebook
    Condividi su twitter
    Condividi su linkedin
    Condividi su telegram
    Condividi su whatsapp
    >

    Sei d’accordo con l’analisi che ho fatto? Possiedi videogiochi delle scorse generazioni che vorresti rigiocare su PlayStation 5? Dicci la tua con un commento!

    0