PlateUp!

PlateUp! – La nostra recensione

PlateUp! assicura tantissime risate e riesce a dare il meglio di sé con la modalità multiplayer

PlateUp! uscirà su Steam il 4 agosto 2022 e già dalla pagina all’interno dello store è possibile trovare tantissime particolarità; il primo, per esempio, riguarda proprio la grafica estremamente semplice, pulita e decisamente accattivante per un gioco del genere. Parliamo di un titolo gestionale, con modalità co-op e multiplayer, sviluppato da It’s happening e messo al pubblico grazie alle abili mani di Yogscast Games. Talmente abili che il gioco è riuscito già adesso a vincere il premio Tiny Teams Official Selection e per un prodotto in uscita non è cosa da poco.

Non è presente la lingua italiana, ma l’inglese utilizzato è talmente basilare da non rappresentare una vera barriera linguistica. Potresti decidere di provarlo gratuitamente sfruttando la DEMO di PlateUp! presente su Steam e valutare tu stesso il linguaggio utilizzato nei vari tutorial e informazioni. Fin dall’inizio ti sembrerà facile, tranquillo, ma non lasciarti ingannare: in PlateUp! vince l’astuzia e la buon gestione del negozio.

Sei pronto a vivere un’avventura frenetica e delirante?

PlateUp!

PlateUp! non presenta alcun tipo di trama

PlateUp! non è il classico gioco in cui è presente una trama fitta e ben articolata; il gioco stesso ti catapulta direttamente alla gestione di un ristorante il cui ritmo di lavoro aumenta di volta in volta. Frenetico fin dall’inizio, sarai il cuoco a cui potrai cambiare colore della skin tra una vasta scelta. Appena aprirai PlateUp!, esso ti metterà già all’opera mostrandoti il tutorial in cui dovrai preparare varie pietanze per i clienti che arriveranno al ristorante. Il tutto è stato reso molto chiaro e le spiegazioni sono molto lineari.

Si tratta di un gioco procedurale e in piena evoluzione man mano che andrai avanti nelle partite. Ogni volta sarà diverso e sbloccherai tantissime nuove ricette, quindi considera il tutorial come un trampolino di lancio. Ma non preoccuparti se ti verrà proposta una ricetta mai vista prima e non sai proprio da dove cominciare, in tuo soccorso arriveranno i gatti dell’appartamento in cui vivi. Prima di poter iniziare la partita vera e propria dovrai scegliere dalle quattro mura domestiche il menu del giorno e la base del ristorante che desideri avere.

Una volta scelto il piatto del giorno, potrai prepararli per i due gatti neri e loro si mangeranno ogni singola cosa, anche per cento volte di fila. Non preoccuparti: si manterranno in perfetta forma. PlateUp! non abbandona il proprio giocatore neanche nei momenti in cui si è in piena attività, mostrando quasi sempre i comandi da dover premere per poter azionare le varie cose da fare.

PlateUp!

La semplicità è alla base di PlateUp!

I comandi in PlateUp! sono estremamente intuitivi e facili da mettere in pratica; ti muoverai con i classici tasti W, A, S, D e confermerai le attività con P. Tenendo premuta la lettera O, invece, potrai eseguire direttamente varie azioni come pulire i piatti o tagliare le verdure. A questo punto arriviamo alla parte più intrigante di PlateUp!: la sua gestione. Dovrai mantenere ogni singola cosa all’interno del ristorante e non avrai alcun collega a darti una mano, se non nella modalità multiplayer.

Dovrai: cucinare, prendere le ordinazioni, lavare i piatti, sistemare e servire. Il tutto nelle varie singole giornate avviate grazie alle partite che farai. PlateUp! non ti farà vivere un’avventura giornaliera passo per passo, ma sarà sempre suddiviso in piccole avventure che ti faranno guadagnare esperienza, soldi e accessori in più. Più il cuoco salirà di livello e più avrai modo di avere boost o qualcosa di esclusivo in grado di rendere la partita decisamente migliore.

Proprio per questo, quando ti viene presentato il negozio è giusto sistemare ogni singola cosa presente al suo interno prima di avviare la giornata. PlateUp! ti darà la planimetria del ristorante e cosa può contenere inizialmente, poi sarai tu a decidere dove mettere i tavoli, quanti coperti avere, come avere una cucina funzionale e tanto altro. Questo ti aiuterà decisamente a renderti la vita migliore in PlateUp!

PlateUp!

Organizzare i propri spazi per riuscire a vincere

Organizzarsi, su PlateUp!, equivale a non perdere tempo. Ogni cliente, ogni cibaria cucinata o preparata, possiede un timer da rispettare e se il cliente non riceve quanto richiesto diventa game over. Non avrai altre possibilità, perché PlateUp! ti darà le varie ricompense per quella partita e ti chiederà di cominciarne un’altra con un nuovo ristorante e nuovi accessori da utilizzare, magari con un menu diverso a tua scelta. Ricordati che i clienti aspetteranno fuori dal ristorante se i tavoli non vengono liberati e puliti, ma perderli equivale a non avere i soldi.

Giornalmente, PlateUp! ti propone un nuovo comparto tecnico e molto spesso dovrai pagare per poter avere accessori migliori. Non sempre, però, le scelte fatte potrebbero essere funzionali e dovrai leggere attentamente sia i pro, che i contro di ogni cosa. Specialmente quando raggiungi le varie stelline sul percorso che porta all’aumento di livello, in quanto ti daranno delle carte bonus con boost vari che spaziano tra nuovo menu integrato durante il giorno, roba esclusiva e tanto altro.

Dovrai racimolare molto denaro per avere la cucina dei tuoi sogni o semplicemente per avere quell’accessorio in più che non ti permette di scivolare sul terreno. Infatti, oltre a quanto detto, il terreno verrà sporcato dal grasso prodotto dal cibo e il cuoco potrebbe rallentare o scivolare passandoci sopra. Diventerà importante gestire anche il suolo in cui camminerai, perché non sempre si avranno a disposizione prodotti della pulizia o utensili utili alla causa.

PlateUp!

Lo sporco è il vero nemico in PlateUp!

Come c’era da immaginarsi: lo sporco è l’avversario numero uno della tua cucina! Non saranno i clienti, neanche i pasti che cucinerai, ma lo sporco a terra ti rallenterà o ti impedirà di raggiungere le persone a tavola che aspettano una succulenta bistecca. Ciò non può accadere, perché il tuo obiettivo non è il game over. Ti spiego la strategia che ho personalmente adottato in PlateUp!, nella speranza che ti possa tornare utile in qualche stravagante partita.

In base al negozio proposto, ho posizionato i tavoli alle varie finestrelle in cui è possibile lasciare i piatti dalla cucina, per recuperarli dalla sala grande e portarli ai tavoli. Questa procedura mi rallentava parecchio e, mettendo i tavoli direttamente attaccati alle varie aperture, ho rinunciato a un coperto per avere modo di consegnare immediatamente le varie ordinazioni. Il tutto viene estremamente velocizzato anche per le pulizie da fare e basterà mettere un tappeto contro il grasso alla base delle finestre per non avere rallentamenti o scivoloni.

Ho posizionato i fornelli in linea, vicino alle finestre, mentre lavello e frigorifero dall’altra parte. Ai lati delle finestre, invece, ho messo in linea i vari banconi da lavoro con i piatti sempre vicini. In questo modo la catena di montaggio è assicurata e la fatica è al minimo. E il resto del negozio? Tanto spazio per accessori d’estetica in grado di mantenere la pazienza dei clienti, per esempio, o altro, come snack d’attesa o piante decorative.

PlateUp!

Bisogna trovare il giusto ritmo di gioco per non perdere immediatamente

La difficoltà in PlateUp! non esiste, in quanto è molto procedurale e più andrai avanti e più vedrai complicazioni dietro l’angolo. Diventa importante trovare il proprio ritmo e continuare a mantenerlo per assicurarsi la vittoria continua in PlateUp!, infatti considero questo gioco come un prodotto videoludico in grado veramente di far staccare la spina alle persone. Niente pensieri, se non relative ai momenti giusti per la strategia da adottare.

La grafica, inoltre, la trovo bellissima e molto simpatica; le disposizioni dei vari comandi ricordano molto le applicazioni per smartphone e sarebbe molto interessante vedere una trasposizione per Android o iOS. Per poterci giocare su PC dovrai rispettare i seguenti requisiti minimi:

  • Processore: Quad Core i5 o AMD equivalente;
  • Memoria: 8 GB di RAM;
  • Scheda video: Intel HD Graphics 530 o AMD equivalente;
  • Memoria dedicata: 2 GB di spazio disponibile.

Scheda confidenziale su PlateUp!

Come funziona la gestione di un ristorante? Almeno una volta nella vita, questa domanda ha fatto perno nelle menti delle persone e PlateUp! risponde alla domanda, seppur lateralmente. Vedrai la vita di un cuoco il cui unico scopo è cucinare per i clienti e non solo; avrai modo di conoscere tantissime ricette e di vederle prendere forma assemblando gli ingredienti.

Cosa mi piace

Cosa non mi piace

Puoi sbloccare un solo achievement presente sulla pagina Steam.

Grafica

60

Impatto

70

Longevità

80

Sonoro

60

Il fatto che ci sia un solo achievement da sbloccare, non mi fa pensare a PlateUp! come un gioco competitivo e infatti non lo è, se non per sé stessi. Il livello di sfida è fenomenale e non reca alcun tipo di frustrazione. Inoltre, grazie alla modalità multiplayer il divertimento è assicurato, in quanto inizieranno a crearsi situazioni assurde e deliranti con pomodori lanciati dalla cucina al piatto del cliente o bistecche appoggiate “momentaneamente” sul bancone sporco e senza piatto. Ovviamente l’organizzazione dovrà essere ai massimi livelli per non incastrare male le diverse attività da svolgere.
Lo consiglio? Assolutamente sì, anche per chi non è avvezzo ai gestionali. Risulta un gioco molto tranquillo, se non pensiamo al livello di difficoltà avanzato, e potrebbe essere un buon trampolino di lancio per tutti coloro che desiderano avvicinarsi al genere e non sanno da dove cominciare.

VOTO COMPLESSIVO

8

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI