bloodborne

Per FromSoftware lavorare su VR è stato molto limitante

Il lavoro svolto per Dèracinè ha scoraggiato i produttori della serie Souls, che difficilmente torneranno a sviluppare su PlayStation VR

Pubblicità

Outriders è uno sparatutto frenetico, ma mai caotico; la sua natura di sparatutto ibridato a GDR restituisce un gameplay estremamente soddisfacente intaccato da qualche piccola incertezza tecnica e di scrittura.

Outriders

All’E3 2018, durante la conferenza Sony, fu presentato il nuovo lavoro di FromSoftware in collaborazione con Japan Studios.
Parecchi giocatori (me compreso) alla vista della collaborazione tra queste due software house hanno iniziato a saltare di gioia aspettandosi un nuovo Bloodborne. Le speranze si affievolirono quando, per quanto l’ambientazione mostrata nel primo trailer sembrasse molto gotica, in basso a sinistra comparve la dicitura “PlayStation VR“: l’opera era in realtà una nuova IP di nome Déracinè.

Nello stesso anno fiscale il gioco è stato anche rilasciato con un’accoglienza tutto sommato abbastanza buona. Anche se lo sviluppo è stato abbastanza travagliato, sostiene il produttore Masanori Takeuchi.

“Quando abbiamo iniziato a sviluppare Déraciné , l’hardware era in realtà un po’più limitato di quanto ci aspettassimo. Non siamo riusciti a creare al meglio quello che avevamo in testa anche perchè avevamo poca esperienza con PSVR, conoscevamo soltanto l’hardware e il corretto uso che andava fatto di esso. Quindi forse dovremo aspettare un po’ per vedere cosa accadrà con Playstation 5 o l’hardware di nuova generazione, per poi vedere che tipo di prestazioni possiamo ottenere da ciò, come sarà possibile lavorare su quell’hardware e poi prenderemo una decisione.

Nonostante abbia venduto 4 milioni di unità, il lancio della realtà virtuale di casa Sony è stato molto difficile, perché è una tecnologia che è possibile comprendere soltanto provandola.
A questo poi va ad aggiungersi anche le forti limitazioni tecniche, come i cavi poco pratici, il monitoraggio insoddisfacente della telecamera e la risoluzione bassa.
C’è da dire che comunque si tratta dei primi esperimenti acerbi di Sony nell’ambito della realtà virtuale, bisogna vedere se riusciranno ad arginare le problematiche riguardanti sia gli interessi degli sviluppatori (magari con un hardware più performante) che quelli degli acquirenti.

Non ci resta che augurare un grosso in bocca al lupo a FromSoftware per lo sviluppo di Elden Ring, e chissà, anche per i futuri titoli sulla nuova generazione di realtà virtuale.
Dèracinè è disponibile dal 6 novembre 2018 su PlayStation VR.

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Hai provato Dèracinè? Ti è piaciuto? Cosa ne pensi della realtà virtuale? Scrivicelo nei commenti!

0 0 vota
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

LEggi altro