0
0

PEGI e ESRB valuteranno i videogiochi da remoto a causa del Covid-19

Nonostante la chiusura del CERO in Giappone, la classificazione dei videogiochi continuerà in Europa e Stati Uniti

0
0
LIVE DEL GIORNO

Da non perdere

Naviga tra i contenuti


Durante questi giorni di pandemia globale, sembrerebbe quasi che il mondo sia ad un punto di non ritorno: tutti i settori che non producano beni di prima necessità, hanno subito una brusca chiusura a causa delle norme restrittive.
Dopo l’annuncio della sospensione delle valutazioni del CERO per un mese, anche PEGI ed ESRB hanno raggiunto un compromesso al fine di svolgere le proprie revisioni in totale sicurezza: infatti, le classificazioni europee e statunitensi continueranno ad arrivare, grazie allo smart working.

PEGI ed ESRB valuteranno i videogiochi da remoto

Come spiegato nell’articolo di IGN, le agenzie di rating occidentali continueranno a lavorare nonostante i dipendenti non possano accedere agli uffici in sede.
ESRB ha dichiarato di non aver riscontrato alcun tipo di ritardo, complice il fatto che l’azienda abbia pianificato anticipatamente le revisioni in uscita, al quale lavora in remoto sin dal 16 marzo.

Per quanto riguarda il PEGI, l’agenzia europea ha affermato, tramite comunicato, che l’impatto subito dalle misure restrittive è stato minimo:

” In breve: sì, attualmente stiamo lavorando in remoto con un impatto minimo sulle nostre operazioni. Dato che PEGI lavora con due amministratori indipendenti con sede nei Paesi Bassi e nel Regno Unito, e si occupano di editori in tutto il mondo che non dobbiamo incontrare di persona, collaborare da remoto fa sempre parte della nostra routine quotidiana. Ma ora succede da case anziché da uffici diversi. “

Inoltre, la società è decisa a continuare su questa strada, almeno fino a quando la vicenda coronavirus non sarà meno pericolosa:

” Abbiamo informato le società che utilizzano il sistema PEGI che, fino a quando le autorità locali non annunceranno un cambiamento alle misure attuali, lavoreremo in questo modo. “

Molte aziende del settore si stanno mobilitando per aiutare le popolazioni colpite maggiormente dalla pandemia: di recente, Sony ha istituito un fondo di 100 milioni di dollari per combattere il Covid-19.
Per il benessere mondiale, ci auguriamo che presto questa situazione diventi soltanto un brutto ricordo: fino ad allora, ricordiamo ai lettori di restare a casa.

Ti potrebbe interessare...
Wildfire la recensione
Wildfire, l’ultima fatica di Sneaky Bastards nato da una campagna KickStarter, è uno strano mix tra uno stealth game e un platform il quale dà…
xbox serie x
Xbox Series X, prepariamoci al meglio
Da quando è uscita sul mercato, Xbox ha sempre dovuto combattere lo strapotere delle console marcate Sony. Una guerra persa generazione dopo generazione, un secondo…

0

Commenti

1141

Miei

0
0
0
0

Registrati! La tua opinione conta!