Ooops! 2 la recensione

Ooops! 2: La recensione di un Overcooked per bambini

Il videogame tratto dall'omonimo film è riuscito a soddisfare i requisiti per l'età a cui punta? La risposta è si, ma non molto bene...

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp

Ooops! 2 è un bizzarro titolo a tema culinario pubblicato su alcune console, fra cui Xbox, Switch e PlayStation 4. Di quest’ultima versione ti vogliamo fornire la nostra opinione, ma prima di ciò bisogna fare una precisazione importantissima.

Questo gioco è stato fatto apposta per un pubblico che va fra i 6 ed i 12 anni. L’età da seguire è molto azzeccata, poiché i più piccoli da questo limite d’età potrebbero trovarne grosse difficoltà, mentre i più grandi potrebbero annoiarsi facilmente.

Ooops! 2

Dai film ai videogiochi non sempre si riesce bene…

Questo gioco è tratto proprio dall’omonimo film, Ooops! 2 – The Adventures Continues. Questa pellicola è il sequel del film animatoOoops, ho perso l’arca…” ed entrambi sono ambientati nel racconto biblico riguardante il diluvio universale e Noè.

Le compagnie che hanno collaborato per la creazione di questi film sono tutte e tre europee, nello specifico la tedesca Ulysses Filmproduktion, la lussemburghese Fabrique d’Images e l’irlandese Moetion Films.

Dato il successo avuto dai film le tre compagnie hanno contattato la società videoludica Wild River Games, nota per aver già creato altri videogame ispirati a film animati per bambini, ed hanno così realizzato Ooops! 2.

Ooops! 2

Un gioco per famiglie, ma senza modalità per giocare in compagnia!

Nel gioco possiamo subito trovare delle impostazioni e dei menù molto basilari, nei quali potremo selezionare uno dei 3 slot di salvataggio. Le modalità di gioco lasciano poco spazio alla fantasia, poiché si potrà scegliere esclusivamente uno dei capitoli proposti dalla modalità storia.

Ooops! 2 propone 33 diversi livelli suddivisi in 3 capitoli differenti, ognuno dei quali propone una differente ambientazione. Rimane grave la totale assenza di modalità che differiscono dai livelli della storia, inoltre lo splitscreen ed il multiplayer sono assenti da questo gioco.

Inutile dire che questo comporti un enorme punto a sfavore per il titolo, il quale si propone per tutta la famiglia, ma costringendo i giocatori a dover giocare uno alla volta. Le cutscene sono di una qualità ammirevole d’animazione, ma solo perché sono state letteralmente ritagliate da parti del film originale.

Ooops! 2

I Nasocchioni riusciranno ad evitare l’estinzione?

I personaggi, gli scenari e tutto ciò che riguarda il momento vero e proprio del gioco ovviamente cala drasticamente di qualità grafica. Lo scopo del gioco principalmente è quello di cucinare piatti da servire agli insaziabili animali dell’arca di Noè.

Per fare ciò potremo scegliere uno dei 6 personaggi messi a disposizione, fra cui Finny, Hazel, Leah, Chief Clyde, Patch e molti altri. Il primo cuoco messo a nostra disposizione sarà proprio Dave, un Nasocchione viola, nonché padre del piccolo Finny. Proseguendo con la trama continueremo a sbloccare anche gli altri personaggi, come i Musoni Hazel e Leah.

La storyline, così come il gameplay stesso, riprendono lo stile vero e proprio del film, rimanendo quindi adatto ad un pubblico molto ristretto come età. Se conosci Overcooked, o comunque lo hai visto in un video gameplay almeno una volta in vita tua, intuirai chiaramente l’ispirazione presa da Wild River Games nella realizzazione di questo titolo culinario.

Ooops! 2

Cameriere, c’è un po’ di Overcooked nel mio Ooops! 2

Ooops! 2 ha preso l’intero gameplay, nonché grafiche, comandi, sprite e quant’altro dal noto titolo a tema gastronomico. Se i personaggi rimangono comunque legati ovviamente alla serie di film per bambini, il modo con cui si interagisce con gli ingredienti e gli stessi comandi, tranne che per poche eccezioni, prendono chiaramente ispirazione dal gioco creato dal Team17.

Che sia un plagio o meno è difficile da stabilire, ma è probabile che gli sviluppatori dietro Overcooked non si siano ancora accorti di questo titolo. Ooops! 2 segue attentamente le ricette proposte dal gioco a cui si è ispirato, infatti un esempio ne è il fatto che anche loro come primo ordine hanno messo la semplice insalata con lattuga e pomodoro.

Su Ooops! 2 troveremo inoltre dei livelli, con tanto di ostacoli e cambi di scenografia, presi interamente da Overcooked, con unica differenza nel rischio di morire: sul gioco per bambini infatti non potremo finire nella lava o comunque vedere morire il personaggio.

Tutto ciò è possibile grazie ai muri invisibili che fungono un po’ come le barriere nelle piste da bowling per bambini. Su Overcooked invece se si finirà fuori dal tracciato sicuro, il nostro personaggio morirà e dovremo aspettare alcuni preziosi secondi prima di poter respawnare.

Ooops! 2

Come funziona una partita di Ooops! 2?

Nel descrivere una qualsiasi partita su Ooops! 2 troverai tu stesso le similitudini con il più celebre Overcooked, le quali ti introdurremo di seguito.

  • In alto a sinistra nello schermo troverai la ricetta da seguire, nella quale sono segnati gli ingredienti da utilizzare.
  • Una volta preparato il pasto in questione, bisognerà portarlo nell’apposito ripiano delle consegne così da poterlo dare ai clienti.
  • C’è un timer che segna la fine della partita, posto in basso a sinistra nello schermo, ed uno per ogni piatto che verrà preparato, infatti se finirà questo lasso di tempo non si potrà più consegnare la portata.
  • Una volta consegnato il pasto bisognerà prendere il piatto e pulirlo nel lavandino, in questo modo potrai usarlo per gli ordini successivi.
  • Se dimentichi qualcosa sui fornelli potrai correre il rischio di far prendere fuoco l’intera cucina, ma non temere poiché con l’estintore potrai spegnere ogni tuo problema.
  • Se sbagli un piatto o se bruci la portata, potrai buttare il tuo errore in un apposito contenitore verde adibito alla spazzatura.
  • Il punteggio durante la partita è segnato in basso a sinistra nella schermo, proprio davanti al simbolo di una moneta gigante.
  • Consegnare i piatti in tempo ti farà aumentare il punteggio.
  • Perdere un ordine o consegnare un piatto con gli ingredienti sbagliati ti farà perdere punti alla fine della partita.

Ooops! 2

Ma quindi conviene comprare Ooops! 2?

Se anche tu conosci Overcooked come me, ti basterà leggere le informazioni scritte sopra per capire che il gioco per bambini è quasi del tutto identico a quest’ultimo. Se stai quindi cercando un titolo che sia nello stile del noto videogame sviluppato da Ghost Town Games e dal Team17, sappi che Ooops! 2 non fa per te.

Il gioco in questione non solo è indirizzato esclusivamente ad un pubblico con età compresa fra i 6 ed i 12 anni, ma potrebbe far annoiare persino chi, pur rientrando nell’età consigliata, non conosce bene i film in questione.

Ooops! 2

Scheda confidenziale su Ooops! 2

Gli animali sull’arca hanno grosse difficoltà a convivere tra loro ed i teneri Dave ed Hazel dovranno impegnarsi duramente per riuscire a tenere il passo in cucine, senza portare gli animali a sbranarsi tra loro.

Cosa mi piace

Cosa non mi piace

Il gioco contiene un paio di trofei segreti, un trofeo di platino non impossibile da ottenere ed in generale pochi trofei, tutti ottenibili senza eccessive difficoltà.

Grafica

60

Impatto

40

Longevità

30

Sonoro

30

Ooops! 2 rimane un titolo carino per una determinata fascia di bambini, ma non funziona sotto troppi aspetti. Non solo mancano componenti basilari per far godere il divertimento a tutta la famiglia, come lo splitscreen o il multiplayer, ma per giunta mette in difficoltà i più piccoli non mettendo un doppiaggio in italiano.

VOTO COMPLESSIVO

4

5 1 vota
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Commento
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
1
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro