Non solo America: anche Nintendo Francia offre riparazioni gratuite per i Joy-Con

La valutazione dell’associazione dei consumatori ha sortito il suo effetto: anche in Francia i controller affetti da drifting verranno riparati gratuitamente

0
0

Abbiamo riportato di recente come, poco prima dell’anno nuovo, l’associazione dei consumatori francesi abbia eletto Nintendo una delle peggiori aziende del 2019, etichettando Nintendo Switch come il prodotto più fragile dell’anno. Il problema principale dell’hardware Nintendo messo in evidenza consisteva nello slittamento delle leve analogiche dei Joy-Con, noto come Joy-Con drift.

Questa poco lusinghiera descrizione del colosso nipponico, almeno sul suolo francese, sembra aver avuto un effetto positivo. Il sito GoNintendo ha riportato che, in un’intervista al quotidiano francese Le Monde, Philippe Lavoue di Nintendo Francia ha dichiarato di voler tutelare maggiormente la sua clientela. Lavoue ha infatti specificato che sebbene quello del drifting sia ancora un problema riscontrato da una ristretta fascia di utenti, d’ora in avanti i giocatori francesi potranno usufruire di riparazioni e sostituzioni gratuite, garanzia o meno.

In precedenza, le dichiarazioni di Nintendo in merito allo slittamento si limitavano a quanto essa fosse “consapevole” del problema. Tuttavia, in molte parti del mondo – Italia compresa – il consiglio dato ai clienti è sempre quello di contattare il servizio di assistenza tramite la pagina apposita.

Lo scorso novembre, Doug Bowser di Nintendo of America ha espressamente voluto incoraggiare tutti i possessori di Nintendo Switch affetti dallo stesso problema a contattare il servizio di assistenza clienti per “poter tornare a giocare il prima possibile”. Per la cronaca, questa dichiarazione è stata rilasciata dopo la decisione di Nintendo of America di riparare gratuitamente i controller guasti, in seguito all’azione legale collettiva avviata dai clienti.

Non sappiamo ancora quando e se queste riparazioni gratuite raggiungeranno altri territori, ma vista la fragilità dei Joy-Con è bello vedere i diritti del consumatore tutelati in questo modo. Purtroppo i precedenti per raggiungere questo compromesso sono stati conflittuali sia in America che in Francia, ma non è da escludere che altrove ci si possa arrivare senza cause o “premi”.

0

Commenti

965

Miei

0
0

0
0

La tua opinione conta!