Nintendo riceve un risarcimento di $ 2,1 milioni di dollari

Nintendo vince la causa contro RomUniverse

Pubblicità

Leggendo questa recensione avrai una panoramica completa di tutto quello che il gioco può offrire, partendo dal gameplay e arrivando al comparto tecnico!

Speciale

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

Nintendo, da sempre, è impegnata nella difesa delle sue proprietà intellettuali e le sue crociate contro i siti di roms (ovvero portali che distribuiscono copie di titoli, per lo più di passate generazioni, in maniera illegale o comunque borderline) sono diventate ormai famose nelle community gamer.

Nintendo questa volta vince

Una di queste, intentata contro il sito RomUniverse, ha fruttato alla casa di Kioto un corposo risarcimento. Ma prima un po’ di cenni storici sulla questione. Nel settembre 2019, Nintendo intenta una causa contro il portale RomUniverse, accusandolo di aver più e più volte infranto i diritti di copyright verso la casa di Mario, mettendo a disposizione, sul sito, una quantità spropositata di titoli Nintendo senza averne alcun diritto.

Nintendo riceve un risarcimento di $ 2,1 milioni di dollari 1

Il proprietario del sito, Matthew Storman, si è difeso dicendo che il suo portale non infrangesse nessuna legge e aggiungendo di non aver mai caricato su di esso nessun contenuto (nonostante avesse dichiarato il contrario in una vecchia deposizione).

Il sito, la scorsa settimana, è stato messo offline dal giudice distrettuale statunitense Consuelo Marshall con una multa da pagare di ben $ 2,1 milioni. Tuttavia la richiesta di Nintendo fu di $ 15 milioni; gli avvocati della casa di Mario, hanno reputato il risarcimento sufficiente.

“Considering Defendant’s willful infringement, the Court finds $35,000 statutory damages for each infringed copyright […] would compensate Plaintiff for its lost revenue and deter Defendant who is currently unemployed and has already shut down the website”

Tradotto

“Considerando l’infrazione intenzionale dell’imputato, la corte dichiara $ 35,00 di risarcimento per ogni copyright infranto […] questo viene abbuonato dal querelante poiché l’imputato, attualmente disoccupato, ha già messo offline il sito”

Che dire un altro tassello nella crociata di Nintendo verso i siti di roms, i quali a parere di chi scrive, non verranno mai sradicati del tutto, visto che per ogni sito chiuso altri ne spuntano.

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Se favorevole o contrario a questi siti? Pensi che arriverà un giorno la vittoria di Nintendo o è una battaglia persa in partenza? I siti di Roms sono il male assoluto, oppure aiutano a preservare vecchi titoli diventati difficilmente reperibili? Parliamone nei commenti qui sotto!

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro