Need for Speed

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Criterion riprende in mano il franchise Need for Speed

Con una decisione presa da Electronic Arts, Ghost Games perde il franchise per cambiare rotta

Electronic Arts ha annunciato che il franchise Need for Speed tornerà nelle mani di Criterion. Ma purtroppo i cambiamenti portano instabilità, infatti a causa di questa mossa circa trenta ruoli sono a rischio, nonostante il trasferimento degli impiegati.

Ghost Games, la software house che si trova a Gothenburg (Svezia) farà anche lei un ritorno alle origini, sostituendo il suo nome attuale con quello utilizzato nel 2011: EA Gothenburg, anche se questa “nuova” denominazione è ancora in attesa di approvazione da parte della Swedish Union.

Con il ritorno di Need for Speed a Criterion, EA Gothenburg vuole essere di nuovo l’HUB d’ingegneria, quindi un supporto per tutti gli sviluppi di EA. Questa è stata la dichiarazione di Electronic Arts per gamesindustry.biz:

“Le competenze d’ingegneria che ha il team situato a Gothenburg è davvero alto, alcuni di loro sono perfino gli architetti dell’engine grafico Frostbite, il quale è assolutamente vitale per un enorme numero di progetti che abbiamo in corso“.

Need for Speed

Mentre per quanto riguarda lo staff ha dichiarato:

Esclusi gli ingegneri e coloro che desiderano trasferirsi in altre posizioni, ci sono 30 posizioni in più nello staff di Gothenburg, e speriamo di poter spostare quanta gente possibile in quei ruoli.

Nonostante i nostri sforzi per creare un gruppo di sviluppo indipendente a Gothenburg per anni, è diventato sempre più chiaro che lì non ci sono abbastanza talenti per mantenere uno studio per i AAA.

Criterion può invece avere la leadership di cui noi abbiamo bisogno per creare nuovi Need for Speed, negli anni a venire”.

Parlando di Criterion, è stato uno degli HUB di sviluppo più grandi del Regno Unito, ma purtroppo nel 2013 ha dovuto ridurre le sue dimensioni, a causa dello spostamento degli sviluppatori a favore di Ghost Games.

Il commento di Electronic Arts sul trasferimento del franchise è stato:

Con una storia e passione fortissima per i giochi di corsa, insieme ad una visione migliore per quello che possiamo creare, il team Criterion sicuramente porterà Need for Speed nella prossima generazione“.

Criterion è conosciuta per la serie Burnout, Need for Speed: Hot Pursuit e Most Wanted (la versione 2012), ma ha inoltre supportato EA Dice per lo sviluppo di Star Wars: Battlefront (VR Mission), Battlefront II e Battlefield V.

Potrebbe interessarti...

Cosa ne pensi? Credi che in mano di Criterion torneranno i Need for Speed più classici oppure si adegueranno all’ultimo rilasciato (Heat)? Qual è la tua opinione su Ghost Games ed il suo ritorno alle origini? Facci sapere la tua scrivendo un commento qui sotto!

Fonte

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti

Scelto dalla redazione

18 ore fa

Hai seguito il Twitch Rivals su Twitch? Hai visto altri partecipanti utilizzare cheat? Faccelo sapere nei commenti!!!

Articolo approfondito

5

Nessun Evento

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0