Mario Kart Tour: microtransazioni e polemiche

Mario Kart Tour: la falsa partenza di Nintendo

Contenuti a pagamento, microtransazioni e abbonamenti presenti in modo massiccio su Mario Kart Tour. Nintendo ci sa davvero fare con questo genere di titoli?

Pubblicità

Ieri usciva per la prima volta sugli Store Android e IOS Mario Kart Tour, il nuovo gioco proposto da Nintendo per dispositivi mobili. Nel precedente articolo abbiamo presentato al meglio l’app, assieme a tutte le sue caratteristiche. Pertanto nel caso te lo fossi perso ti consiglio di recuperarlo.

Dopo neppure un giorno dal suo arrivo, i giocatori segnalano alcune anomalie che non combaciano affatto con quanto dichiarato dall’azienda giapponese nelle precedenti interviste. Scopriamo di cosa si tratta.

Nonostante Mario Kart Tour sia un gioco divertente e innovativo, presenta un sacco di contenuti a pagamento. Questo passo falso giunge dopo le dichiarazioni degli sviluppatori, che in precedenza hanno rassicurato la community affermando che a partire dai prossimi titoli destinati al mercato mobile, si sarebbero limitate le microtransazioni e la presenza di abbonamenti, rendendo il gioco quanto più free to play possibile. Ma a quanto pare queste promesse si sono tutte vanificate.

Molti utenti su Reddit hanno discusso sulla questione, giungendo alla conclusione che Mario Kart Tour è un gioco “follemente avido”. Certe accuse nascono dopo la scoperta di un certo Gold Pass, ossia un abbonamento mensile dal costo di 4.99$ che permette l’accesso alle gare 200cc, la più competitiva del gioco. La notizia è giunta alle orecchie delle più grandi testate giornalistiche del settore, che hanno confermato che si tratta di un vero e proprio colpo basso, definendolo addirittura“totalmente fuori dal mondo”.

Mario Kart Tour: microtransazioni e polemiche

Questo purtroppo è il male minore: Mario Kart Tour infatti presenta anche varie microtransazioni. All’interno del gioco è presente una speciale valuta con cui è possibile acquistare nuovi kart e piloti. Tutto ciò tramite le meccaniche del più comune dei gatcha: ossia titoli che ti permettono di collezionare i contenuti acquistati. Il problema è che queste monete virtuali chiamate rubini, hanno un costo non indifferente: parliamo di 69.99$ per 135 rubini e 1.99$ per averne soltanto 3.

Per l’ennesima volta Nintendo si è dimostrata poco valida nello sviluppo di app per cellulare. Dopo essersi dimostrata poco affidabile nel mantenere le promesse, finisce col sembrare anche piuttosto avida. La pecca più grande è che Mario Kart Tour non è ancora supportato dalla modalità multiplayer, per cui la presenza di tali contenuti è ancor meno giustificabile. Ci dispiace dirlo, ma con questo andazzo il titolo finirà nel dimenticatoio così come Super Mario Run: un altro gioco rovinato dai troppi contenuti a pagamento. D’innanzi a questo inizio fallimentare ci chiediamo: “Nintendo è capace di realizzare giochi per cellulare?” A quanto sembra, la community mondiale risponde con un secco no.

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Hai già provato Mario Kart Tour? Cosa ne pensi del comportamento di Nintendo in merito a questo caso?

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro