lab zero games mike zaimont skullgirls indivisible twitter

Lo scandalo Lab Zero Games, gli sviluppatori si dimettono

Lab Zero Games si dissolve, gli sviluppatori si dimettono in massa come forma di protesta. Mike Zaimont sotto i riflettori.

Le condizioni di lavoro all’interno di Lab Zero Games non sono delle migliori. Questo è quanto hanno detto ex-sviluppatori dell’azienda videuo-ludica sui propri account Twitter, dopo essersi licenziati.

Il 23 agosto, diversi sviluppatori, che in passato hanno lavorato a Skullgirls ed Indivisible, hanno annunciato sui rispettivi account Twitter che a breve avrebbero lasciato la casa di sviluppo. Questa lunga serie di denuncie è cominciata domenica, quando il producer Brian Jun ha dichiarato su Twitter che, nonostante non fosse riuscito a “far funzionare le cose con Mike Z”, non aveva intenzione di fermarsi.

lab zero games mike zaimont skullgirls indivisible twitter

Mike Zaimont, la persona citata nella dichiarazione di Jun, era già sotto i riflettori dell’opinione pubblica all’inizio dell’estate. Zaimont è stato accusato da più dipendenti di riservare a quest’ultimi commenti sessisti non necessari. Da quel momento, il resto del team ha cercato in tutti i modi di allontanare Zaimont, attraverso delle trattative, per concedere al capo di Lab Zero Games la miglior buona uscita possibile.

A quanto pare le richieste di Zaimont sono state, a detta dei dipendenti, “insensatamente alte”, quindi impossibili da soddisfare. Questa situazione di stallo ha impedito il congedo di Zeimont, che invece di riaccordarsi con il resto dell’azienda ha deciso, di tutta risposta,  di non lasciare più la direzione di Lab Zero Games.

Lab Zero Games si dissolve

lab zero games mike zaimont skullgirls indivisible twitter

Sulla scia del post di Jun, molti altri sviluppatori si sono fatti avanti, denunciando episodi simili. Gli animatori Johnathan Kim e Mariel Cartwright sono solo due dei dipendenti più importanti all’interno dell’azienda. Anche loro hanno annunciato il 23 pomeriggio che a breve avrebbero lasciato Lab Zero Games. Entrambi hanno identificato Zaimont come la radice di tutti i problemi. Mariel stessa ha affermato di aver subito molestie da parte del capo di Lab Zero Games.

Resta da vedere cosa accadrà a Lab Zero Games. Se le dimissione dovessero proseguire con questo ritmo, Zaimont potrebbe diventare l’unico dipendente attivo del team.

lab zero games mike zaimont skullgirls indivisible twitter

Essendo in possesso del 100%  della quota associativa di Lab Zero Games, Zaimont può continuare a mantenere attiva l’azienda. Tuttavia, se nessuno è disposto a lavorare con lui, le possibilità di sopravvivenza dello studio di sviluppo diventeranno presto pari a 0.

Cosa ne pensi di questa notizia? Non è la prima volta che all'interno del medium videoludico i dirigenti si macchiano di comportamenti poco consoni nel posto di lavoro. Ricordiamo i vari casi capitati nelle sedi Ubisoft e nella sede di Naughty Dog. Dicci cosa ne pensi qui sotto nei commenti.

Sabino Virgilio
0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI