fbpx

League of Legends: LEC Spring Split 2020 – Settimana 3

Risultati, commenti e pagelle dopo la terza settimana del League of Legends LEC Spring Split 2020

0
0
LIVE DEL GIORNO

Da non perdere

Naviga tra i contenuti

La terza settimana del League of Legends Spring Split 2020 del circuito europeo (LEC) si è conclusa e siamo ormai entrati nel vivo della competizione. Come si saranno comportati i vari team? Avranno rispettato le aspettative (ti ricordo che trovate la precedente analisi qui)? Scopriamolo insieme. Ti ricordo anche che le squadre saranno ordinate in tre gruppi: i bocciati (coloro che hanno performato davvero male), i rimandati (coloro che possono migliorare, ma difficilmente vedranno la finale di questo split) e i promossi (quei team che hanno serie possibilità di arrivare in cima). Andiamo ad iniziare.

I Bocciati

Sempre peggio. Gli FC Schalke 04 arrivano a grattare il fondo in quella che è probabilmente stata la loro peggiore settimana in assoluto. In un tentativo di cambiare qualcosa, Gilius viene sostituito da Lurox, jungler fresco fresco dell’academy, ma il risultato non cambia, anzi… peggiora! Non solo il team continua a performare male, ma ora appare anche scoordinato e fuori tempo. Questa è una cosa in realtà molto tipica quando si aggiunge un nuovo jungler, è vero, ma guardiamo in faccia la realtà dei fatti: questa squadra non sta effettivamente giocando. E se puoi “scusare” gli altri team bocciati per la presenza di molti rookie, qui come puoi giustificare quanto sta accadendo? Non trovo una sola cosa che stia andando nel verso giusto. Prima perdono in modo brutale contro i Misfits (0-16 è una roba impressionante da vedere) e poi, pur mostrando un po’ di resistenza in più, fanno la stessa fine contro gli SK. Per altro il secondo incontro è più combattuto non tanto per meriti loro, ma per gli errori degli avversari. Nella settimana 4 dovranno affrontare Rogue e G2… auguri.

Un altro team che questa settimana mi è sembrato peggiorare di brutto è stato quello degli SK Gaming. Ho visto molti scrivere di ripresa per loro, ma non mi trovo d’accordo. Vincere contro gli Schalke è una ripresa? No, davvero no, soprattutto se avviene in un modo così disordinato e denso di errori. Un gioco così confusionario l’ho visto spesso nella LCS, ma nella LEC? Non hai speranze se giochi così. Davvero. Anche gli SK Gaming appaiono persi e completamente fuori sintonia, ruotano intorno ad un Sacre che si ostina a giocare un Ornn tank, incapace di dare il giusto impatto all’incontro. Riesce comunque ad apparire superiore ai suoi compagni, ma proprio per questo non capisco il suo chiudersi su questo campione quando probabilmente, con un’altra scelta, potrebbe cercare se non altro di guidare davvero il proprio team. Settimana prossima se la vedranno contro Excel e Rogue, la prova del nove per loro.

Nonostante continuino a collezionare magri risultati, ho deciso di inserire come primi degli ultimi i Vitality. Le ragioni sono due. La prima è che tra i bocciati sono gli unici davvero giustificati. Di base hanno tre rookie davvero molto inesperti e uno di questi neanche doveva competere nella squadra principale! Milica doveva essere l’elemento di volta del nuovo Team Vitality, ma ancora non ha avuto la possibilità di performare con loro! E’ come se avessero tolto una ruota ad una macchina. Nonostante questo (ed ecco il secondo motivo), il team comunque ha mostrato delle ottime giocate in questa settimana, combattendo una buona battaglia, anche se disperata, contro gli Origen e facendoci quasi credere in una loro prima vittoria contro gli Excel (no, davvero, c’é mancato pochissimo). Questo team sta piano piano appianando le proprie criticità e, al contrario degli altri bocciati, appare solo inesperto e non scoordinato. L’unica cosa che gli manca al momento, sono le vittorie. Considerando che nella settimana 4 se la vedranno con Fnatic e Misfits, dubito che queste arriveranno a breve, ma spero di vedere un ulteriore miglioramento.

I Rimandati

Per quanto non si possa certo parlare di una brutta settimana, bisogna tuttavia dire che gli Excel Esports questo weekend hanno fatto alzare più di un sopracciglio. Questo team non sta effettivamente peggiorando, ma non sta neanche migliorando. Expect, Tore e Patrick continuano ad incantare con l’elevata qualità del loro gioco, ma Caedrel e Mickey non sono altrettanto costanti e in questi giorni si è visto. Ok, nessuno si aspettava davvero una loro vittoria contro i Fnatic, ma quanto hanno sudato contro i Vitality? A salvare capra e cavoli in quell’occasione sono stati a mani basse Expect (su Cho’Gath per altro) e Tore. Quest’ultimo, con Thresh, ha mostrato perché è considerato uno dei migliori support della lega. Ho ancora da vedere una loro brutta performance e riescono sempre ad emergere e farsi notare. Settimana prossima sarà nuovamente la volta di un match facile (SK Gaming) ed uno difficile (Origen), ma c’é bisogno di maggiore costanza.

Ouch, questa settimana è stata brutale per i Rogue. Due sconfitte. Una era contro i G2, certo, e il team ha combattuto con le unghie e con i denti, ma c’é stato comunque un tremendo errore di fondo: Soraka. Attualmente, il campione guaritore per eccellenza è una delle scelte più temibili top perché non solo riesce a sostenere bene la laning phase, ma, nel mid-late game, rende i propri compagni praticamente immortali. I Rogue non hanno riconosciuto questo potenziale e gli è costato non una partita, ma due. Anche perché entrambe le volte hanno impostato la loro strategia sul far esplodere di danni gli avversari, ma non puoi farlo se di là c’é una Soraka!!! Lo schema è stato praticamente lo stesso per entrambi i game: Finn riesce comunque ad impostare una certa priorità in top, ma appena si passa nel mid-game, l’altro team non muore e lentamente, crudelmente, ottiene la vittoria. I Rogue devono imparare ancora una volta dai loro errori e la settimana 4 sarà ottima per farlo visto che si troveranno davanti due avversari “facili”: Schalke 04 e SK Gaming.

Sia chiaro, non è che i MAD Lions stiano performando male, tutt’altro. Questa settimana si sono comunque portati a casa due vittorie ed occupano il secondo posto insieme ad altri tre team quindi, teoricamente, dovrebbero essere tra i team migliori tra i dieci, giusto? Invece li vedi giocare e ti lasciano più perplesso che altro. Dopo quella prima settimana piena di giocate brillanti e performance strabilianti, questo team non ha più incantato allo stesso livello ed anche questo weekend è apparso molto caotico e confusionario. Fortunatamente Humanoid si è ricordato di come si gioca e con la sua LeBlanc ha letteralmente terrorizzato e distrutto gli avversari, aiutato anche da un buon Orome. Parecchia perplessità invece per la bot-lane di Carzzy e Kaiser che tanto mi era piaciuta nella settimana 2. Prima il support picka Bard e risulta anonimo, poi è Carzzy ha scegliere Kai’Sa e… mah. Va bene sperimentare, ma farlo contro i Rogue? Fortuna che c’erano LeBlanc e Soraka, vero? La settimana 4 dei MAD Lions sarà quella decisiva visto che li vedrà contro gli Origen ed i Fnatic, due dei team che per altro sono a pari punteggio con loro! E’ tempo di dimostrare che quella prima settimana non è stata una casualità!

D’altronde bisogna dire che a volte quella prima settimana non è per niente indicativa di quello che verrà. Ti ricordi cosa dissi dei Misfits Gaming? Ecco, guardali ora. Questo team era chiamato all’appello questo weekend per dimostrare che le due vittorie raccolte nella settimana 2 non erano state una casualità… e cavolo se lo hanno dimostrato! Altre due vittorie, una delle quali raccolta contro gli Origen! Wow! A fronte di una bot-lane ancora un poco anonima, stavolta si è fatto particolarmente notare Razork. Complice anche una performance decisamente sottotono di Xerse, il jungler dei Misfits su Gragas è riuscito a ottenere un vantaggio enorme nell’early game (4/0) per poi guidare la propria squadra verso una vittoria completamente inattesa! Ora i Misfits sono secondi in classifica ed appaiono decisamente più convincenti dei MAD Lions (per dire un nome di cui abbiamo appena parlato). La settimana 4 gli riserverà quella che dovrebbe essere una facile vittoria (Vitality), ma anche l’ultimo test di ogni team: i G2 Esports.

I Promossi

Valutando gli Origen settimana scorsa, segnalavo come avevo visto una certa ristagnanza da parte loro, ma che comunque, salvo avessero riscontrato problemi, difficilmente sarebbero stati sconfitti da un team che non fossero i Rogue o i Fnatic. Beh, dovevo stare zitto perché questa settimana degli Origen è stata terribile ed ha fatto ritornare alla memoria di molti fan l’incubo del collasso che la squadra si ritrovò a vivere nel 2019 dopo una partenza folgorante. Sia chiaro, gli Origen restano favoriti e continuano a performare incredibilmente bene, ma nonostante questo sono apparsi molto più sporchi e scoordinati del solito, soprattutto Xerse è apparso molto perso e meno incisivo. Quando un jungler performa male è tutto il team che ne paga il prezzo e contro i Misfits questo è emerso pienamente. Ancora una volta abbiamo visto un Nukeduck tentare l’impossibile per cercare di portarsi a casa un incontro, solo per fallire perché i propri compagni non sembravano presenti. E’ una scena che abbiamo già visto e che speriamo di non dover rivedere. Un passo falso capita a tutti. Nella settimana 4 se la vedranno contro MAD Lions ed Excel Esports, l’occasione giusta per vedere se questo team avrà ritrovato la giusta sintonia.

Nonostante la brutta sconfitta subita contro i G2, credo ci siano pochi dubbi sul fatto che i Fnatic si meritino il secondo posto anche questa settimana. D’altronde quella sconfitta è arrivata dopo un early eccezionale e straordinario e solo perché Hylissang ha iniziato a comportarsi in modo un po’ suicida. E’ risaputo che il support dei Fnatic tende ad alternare partite in cui è la chiave della vittoria a partite in cui perde e lo fa anche male. I G2 poi se ne sono approfittati di brutto azzerando completamente Rekkles e garantendosi così una veloce vittoria. Nonostante questo i Fnatic si sono comunque fatti notare ed a brillare, oltre all’onnipresente Bwipo (che è un piacere rivedere con Urgot) e Nemesis (quel Veigar è stupendo), finalmente anche Selfmade ha fatto capire perché è considerato un fuoriclasse! Il nuovo jungler dei Fnatic ha impostato un early meraviglioso contro i G2 con una serie di giocate che meritano di essere riviste al rallentatore per quanto sono state perfette e spettacolari. Nella settimana 4 se la vedranno con Vitality e MAD Lions, ma dubito esista un team capace di togliere ai Fnatic il secondo posto ora che Selfmade sembra finalmente parte integrante della squadra.

Cosa posso dire che non è già stato detto sui G2 Esports? Potrei fare copia ed incolla di quanto scritto settimana scorsa perché questa squadra continua a dominare ed a conti fatti, pur non apparendo perfetta (il suo early game è abbastanza fragile), risulta capace di rovesciare e trionfare su qualsiasi situazione. Perkz è un mostro (e pare divertirsi un sacco mid). Caps è un mostro (e anche lui pare divertirsi molto bot). Jankos è un mostro. Mikyx è un mostro. Wunder è un mostro. I G2 non hanno dei veri punti deboli. Gli Origen sembravano in grado di batterli e hanno fallito. I Fnatic sembravano potercela fare e… no. Alla fine della terza settimana i G2 sono a 6 vittorie e zero sconfitte e non sembrano neanche essersi impegnati troppo. Chi resta che può batterli? I Misfits e gli Schalke 04? Ne dubito. Forse i primi, ma no… non credo proprio. I G2 si sono già confermati come Re d’Europa.

Ti potrebbe interessare...

0

Commenti

988

Miei

0
0
0
0

La tua opinione conta!