#IoRestoACasa

#IoRestoAcasa

League of Legends: LEC Spring Split 2020 – Settimana 1

Risultati, commenti e pagelle dopo i primi due giorni del League of Legends LEC Spring Split 2020

LIVE DEL GIORNO Alle 15:00 Ghost Recon: Breakpoint con Alessandro su Twitch

Da non perdere

Naviga tra i contenuti

Sabato 25 si è conclusa la prima settimana del League of Legends Spring Split 2020 del circuito europeo (LEC). Dopo aver analizzato i vari team e le loro nuove formazioni (trovate gli articoli qui e qui), passiamo quindi a valutare le loro prestazioni in gioco dopo questi due giorni. I vari team saranno ordinati in tre gruppi: i bocciati (coloro che hanno performato davvero male), i rimandati (coloro che possono migliorare, ma difficilmente vedranno la finale di questo split) e i promossi (quei team che hanno serie possibilità di arrivare in cima). Andiamo ad iniziare.

I Bocciati

Partiamo dal fondo ed è difficile non piazzarci i Misfits Gaming. Dire che hanno iniziato male è dire poco. Prima perdono malissimo contro i Rogue (per altro Hans Sama si deve essere goduto un bel po’ la vittoria). Poi, per motivi a me ignoti, Dan Dan decide di pickare Nocturne in top lane… contro Bwipo con Aatrox!!! Ok, hai Orianna e Lee Sin, capiscono cosa vuoi fare, ma davvero pensavi che i Fnatic te l’avrebbero permesso? Il risultato è stata una sconfitta in 19 minuti! 19 minuti! Rendiamoci conto, non avrebbero neanche potuto arrendersi! I Misfits del 2019 sembravano tanti giocatori capaci che però non riuscivano a cooperare, questi sembrano semplicemente deboli, ad un livello molto al di sotto di qualsiasi altra squadra. Non riesco neanche a prendere un MVP del team perché non hanno praticamente giocato. Nella settimana 2 giocheranno contro SK Gaming e Excel Esports, due squadre che dovrebbero essere “semplici”, ma contro cui non credo abbiano speranze. Anzi, siamo seri, i Misfits si sono candidati già da ora ad ultimo posto della classifica.

Partenza decisamente brusca anche per il Team Vitality, ma pur stando in penultima posizione, credo comunque che siano anni luce avanti ai Misfits Gaming, anche solo per quello che hanno mostrato. Il cambio di coach si è sentito e lo stile dei Vitality è completamente cambiato. Un tempo erano il team che si gettava follemente negli scontri e li vinceva in modo insensato, ora sono gli Splyce 2.0, ma con molti rookie in più. Il problema è che si sono dimenticati di dirlo a Cabochard. Il top laner ha infatti continuato a buttarsi a testa bassa in situazioni folli, solo che un tempo il vecchio team lo seguiva, ora non più. Detto questo, hanno perso entrambi i match, prima contro gli SK Gaming e poi contro i MAD Lions, ma è difficile bocciarli completamente ed hanno mostrato buona roba, soprattutto nella partita con gli SK che hanno perso solo per non essere riusciti a valorizzare il loro vantaggio iniziale su Cassiopea. Come MVP del team mi sento di scegliere Jactroll, ma solo perché l’ho sempre ritenuto l’anello debole del team e invece stavolta ha mostrato delle buone cose. Il Team Vitality ha dato prova di poter crescere e anche se adesso ha ben poche possibilità di raggiungere grandi risultati, in futuro chissà. Certo, nella settimana 2 non li aiuterà essere contro i G2 ed i Rogue

Sono stato indeciso fino all’ultimo se mettere gli FC Schalke 04 in questa categoria o in quella dei rimandati, perché a fine partita FORG1VEN aveva delle buone statistiche, ma il punto è che queste arrivavano ai danni di tutto il resto del team e comunque non bastavano ad elevare il giocatore ad un livello tale da vincere. Parliamo schiettamente, perdere contro gli Origen ci sta, quest’anno sono letali, ma contro gli Excel? Se vuoi essere un team candidato alla vittoria finale, questo non è certo il risultato sperato. Gli Schalke non hanno cambiato tattica, continuano a giocare attraverso la loro bot lane, ma se Upset era un giocatore fenomenale capace di caricarsi la squadra sulle spalle, FORG1VEN non lo è (o magari non lo è ancora).

Un tempo era una bestia, è vero, ma ora è anni che non partecipa alla scena competitiva e si nota. Ottiene un sacco di risorse e non riesce comunque ad usarle. Magari è solo questione di tempo, magari gli Schalke si rialzeranno, le possibilità ci sono, ma per ora? Per ora sono bocciati. L’unica buona notizia per il team è che sembra che Gillius abbia finalmente perso la maledizione dello smite (ha persino rubato un baron)! Nella settimana 2 gli Schalke si troveranno davanti i Fnatic ed i MAD Lions. Prevedo un doloroso 0-4 per loro.

I Rimandati

Passiamo a metà classifica dove troveremo solo due squadre e la prima sarà quella degli SK Gaming. Lo avevamo detto, questo sarà un anno durissimo per loro. La perdita di Selfmade è pesante e Trick si conferma come un sostituto assolutamente non all’altezza. A chi tocca quindi caricarsi tutto sulle spalle? Ovviamente a Sacre ed il ragazzo se la cava, bisogna ammetterlo. Chiaramente non può vincere da solo, ma riesce comunque a trascinarsi il team dietro ed a ribaltare, con Orn, una pessima partenza contro il Team Vitality. La loro seconda partita è contro i G2… e vabbé. Tuttavia gli SK Gaming non hanno performato male ed hanno un ottimo margine di miglioramento per il futuro. Se devo per altro prendere un giocatore che mi ha impressionato positivamente, togliendo Sacre, direi LIMIT. Questo ragazzone è davvero un signor support. La loro settimana 2 sarà una specie di bis. Prima un incontro contro una squadra che dovrebbero battere facilmente (Misfits) e poi una sconfitta quasi garantita contro i Fnatic. Oh beh, non si può avere tutto.

Un cambio di coach può davvero fare la differenza? Vedendo questo inizio di Spring Split degli Excel Esports direi proprio di si! YoungBuck ha veramente cambiato in meglio questo team che nel 2019 era la vittoria garantita di praticamente qualsiasi altro avversario. Tale cambiamento non si vede certo nella nuova bot (che se non altro ora si fa sentire e non si limita a regalare kill agli avversari), ma nei tre vecchi giocatori rimasti. Expect, Caedrel e Mickey sono diventati molto più cauti e capaci di valutare a dovere la situazione. Certo, non sono ancora perfetti, ed infatti, dopo essere riusciti a battere gli Schalke 04, perdono contro i Rogue, ma rispetto all’anno scorso c’é stato un miglioramento incredibile e tangibile. Voglio vederli migliorare ancora perché hanno mostrato grandi capacità. Inoltre Patrik e Tore non hanno ancora trovato la sinergia giusta, ma se ci dovessero riuscite, sicuramente potrebbero diventare una bot-lane temibile. I loro primo match della settimana 2 è davvero interessante visto che li vedremo contro i MAD Lions, successivamente hanno i Misfits e quella dovrebbe essere una facile vittoria, almeno sulla carta.

I Promossi

Lo avevo detto nella mia analisi, l’unica cosa che mancava ai Rogue del 2019 era un adc degno di questo nome. Beh, ora ce l’hanno! Inoltre anche Hans Sama sembra felice di avere finalmente un team che lo segue e gli da la giusta importanza senza lasciarlo da solo a morire. Un inizio di Spring Split decisamente positivo per questo team: 2-0. Queste vittorie però vengono da scontri con team che sulla carta erano loro inferiori e, soprattutto, non sono avvenute in modo pulito, anzi. Si sono visti parecchi errori di posizione ed un gioco molto sporco. I Rogue non sono ancora perfetti, ma sono chiaramente migliorati rispetto al 2019 ed Hans Sama è un’aggiunta preziosa. Hanno un bel po’ di tempo per crescere ancora e credo sia impossibile immaginarli fuori dai Playoff. Nel mentre, nella settimana 2, ci sarà una prima durissima prova per loro perché, oltre al Team Vitality, dovranno affrontare gli Origen!

Se ho azzeccato molte cose, devo anche ammettere che ne ho sbagliata una bella grossa: i MAD Lions. Ero molto scettico su questo nuovo team composto da rookie al 90%. Beh, ho dovuto ricredermi al punto di piazzarli nel gruppo dei promossi oltre che vederli come seri candidati ai posti alti dei Playoff. D’altronde non è da tutti spingere al limite i G2 al punto di credere che il team bianco potrebbe perdere e i MAD Lions ci sono riusciti. Certo, poi hanno perso, ma hanno dato enorme prova delle loro capacità, confermandole il giorno dopo contro il Team Vitality. Non sono ancora maturi, certo, ma hanno delle potenzialità enormi. Una cosa che ho particolarmente apprezzato è stata la versatilità. Nel primo game il jungler Shadow (che per altro ho scoperto essere italiano) ha letteralmente dominato Jankos nelle prime fasi. Nel secondo game questi non è stato altrettanto bravo, ma stavolta a brillare è stato Orome che con Mordekaiser è risultato l’elemento chiave della loro vittoria nel momento in cui ha rimosso Braum per permettere a Miss Fortune di rilasciare senza problemi la sua ultimate sul team rivale. L’unico punto debole dei MAD Lions sembra essere la bot lane (non a caso i G2 hanno vinto attraverso quella), ma sono ragazzi giovani. Hanno tempo. Nella settimana 2 li attendono gli Excel Esports e gli Schalke 04, teoricamente due match facili. Vedremo se questa prima settimana è stata una casualità o no.

E’ stata una partenza abbastanza lenta anche per i Fnatic, ma siamo onesti. I Fnatic partono sempre piano. La loro prima metà di Spring Split è sempre catastrofica, vi ricordate quella del 2019? Dove Nemesis veniva sempre lasciato da solo a morire? Guardate dove è ora. Selfmade sta dando la stessa impressione. Il nuovo jungler sembra spaesato, sempre lasciato da solo, l’anello debole del team, ma quello che mi chiedo è: farà lo stesso percorso di adattamento di Nemesis? Nel 2019 Selfmade ha già dimostrato di poter essere bestiale e ora ha alle spalle un team che potrebbe tranquillamente sostenerlo. Certo, devono trovare la giusta sintonia e questa è chiaramente mancata contro gli Origen (anche per il solito troll Bwipo che sperimenta cose nuove in match importanti). Il giorno dopo si sono vendicati schiacciando in 19 minuti i Misfits, certo, ma questo non vuol dire che siano in forma, anzi… si è notato anche in quella occasione un Selfmade abbandonato a sé stesso. Certo, poi se regali kill a Bwipo e Rekkles non è che hai molte speranze di vincere eh. Nella settimana 2 affronteranno Schalke 04 e SK Gaming (i vecchi compagni di Selfmade!) e vedremo se avranno già trovato il loro ritmo o no.

Ma come, non metti i G2 al primo posto? Beh, no. Il perché è presto detto: questa settimana hanno affrontato due team che teoricamente dovevano essere avversari facili (MAD Lions e SK Gaming) e in entrambe le occasioni non hanno dominato quanto ci si sarebbe aspettato. Anzi, contro i primi hanno sofferto non poco. Certo, poi arriva quel momento fatidico ed i G2 ribaltano qualsiasi situazione arrivando alla vittoria in poco tempo, ma stavolta hanno mostrato il fianco in più di un’occasione. Magari stanno solo scherzando e non prendendo la cosa sul serio, chi lo sa. Non sarei sorpreso. Per questo prima di esprimere un giudizio voglio vederli contro degli avversari seri, tipo Origen e Fnatic. Beh, sarò soddisfatto presto perché nella settimana 2 l’ultimo incontro della seconda giornata sarà proprio Origen vs G2 e, capperi, non vedo l’ora! Ah, Caps ha dato prova di essere un buon adc, se non altro all’altezza di Perkz nel 2019 (e sicuramente già questo è un ottimo risultato visto).

In prima posizione questa settimana ci finiscono gli Origen. Lo avevo detto, i cambiamenti nella formazione erano grossi, ma tutti ben ponderati. L’unico dubbio che avevo era Destiny che invece si è rivelato fenomenale nella partita contro i Fnatic, su un pick per altro molto rischioso. Xerxe non è Cold e si vede, non è un jungler passivo, tutt’altro. Upset finalmente è libero delle responsabilità di dover portare avanti un team da solo e, di conseguenza, libero anche di esprimere al pieno tutta la sua incredibile capacità. Lo stesso si può dire per Nukeduck. I nuovi Origen sono apparsi maestosi e si sono subito imposti come un serio sfidante allo stradominio dei G2. Tutti che parlano di loro e dei Fnatic, ma adesso abbiamo un terzo temibile team in Europa e, mondo, siete avvertiti, se questi Origen non si perderanno come nel 2019, potrebbero sorprendere tutti.

Ti potrebbe interessare...

0

Commenti

1007

Miei

0
0
0
0

La tua opinione conta!