intellivision amico

Intellivision ritorna al passato con Amico

La prossima genereazione di console vedrà il ritorno di Intellivision con Amico, che potrebbe rievocare i fasti di Wii

Pubblicità

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

E’ tempo per una nuova generazione di console che stavolta promette scintille e novità come non ne vedevamo da parecchio tempo; i prossimi anni potrebbero rivoluzionare il mondo del gaming per come lo conosciamo.

Non ci sono soltanto le console next-gen all’orizzonte, ma anche nuovi giocatori pronti ad entrare in ballo come Google Stadia, Atari VCS e, dulcis in fundo, Intellivision Amico.

Con tutti questi condendenti il mercato si affollerà inevitabilmente, quindi ogni console necessiterà presupposti più che validi per imporsi; oggi mi voglio concentrare sull’ultima console citata, Intellivision Amico, che sembrerebbe avere tutte le carte in regola per farcela.

All’E3 2019 Amico è stata presentata a porte chiuse, passando quasi in sordina a poco più di un anno dall’uscita prevista; si tratta di una console con un’anima differente rispetto alle classiche PlayStation o Xbox, ma, da quanto visto, sembra già strutturata e con una visione definita.

Durante la presentazione, il CEO di Activision Tommy Tallarico ha tenuto a sottolineare che Amico sarà una console focalizzata su titoli nuovi ed inediti, non un sistema focalizzato sul retrogaming come NES Classic o il prossimo Sega Megadrive Mini.

Non c’è alcuni dubbio: pur essendo l’Intellivision Amico diverso dalle console più famose è una console del tutto nuova che rivitalizzerà i vecchi franchise Atari, Intellivision e iMagic, rendendo felici i fan delle console originarie.

Un altro aspetto importare è che è già pronta e funzionante un anno prima della sua uscita, laddove altre piattaforme simili come il Coleco Chameleon sono ancora dei concept di cui abbiamo visto al massimo uno chassis vuoto.

Anche se Tallarico non si è voluto addentrare sul comparto hardware, ha ribadito che il sistema sarà capace di far girare un buon numero di titoli accessibili e divertenti, avendo in mente come target i giocatori di Wii.

E’ precisa convinzione in Intellivision che se Wii ha aperto la strada del gaming a tanti neofiti, il vuoto lasciato dalla sua dismissione non è stato finora colmato.

Se il rivolgersi ai cosiddetti casual gamer potrebbe fare storcere il naso ad alcuni, Intellivision Entertainment spera che la loro console possa attrarre chi normalmente non acquista videogame. E’ questo elemento che determinerà il successo o meno di Amico, con tutti i giochi che verranno costantemente monitorati e migliorati da Intellivision; è quindi tangibile la speranza che la qualità media dei titoli possa essere alta.

Il team è realmente appassionato e vedere la console già operativa è stato sorprendente; sempre durante l’E3 sono stati mostrati alcuni giochi e persino un’app per smartphone, tutto perfettamente funzionante nonostante Amico venga definito come un progetto work-in-progress.

La lineup della console al lancio sarà suddivisa tra titoli sportivi, revival, titoli dedicati ai casual gamer e nuove IP; tutti i giochi non costeranno più di $ 9,99 e avranno rating “per tutti”, a conferma dell’intenzione di ricreare la magia di Wii che presentava molti titoli adatti ad un’utenza di non giocatori.

Mentre Google tenterà un approccio simile consentendo di giocare in streaming ovunque, Intellivision cercherà di portare il tutto in un ambiente che sia il più user friendly possibile.

Il fatto che la console sia basata sul multiplayer locale, con qualsiasi smartphone che può diventare un controller tramite app, mostra come Intellivision sia focalizzata nella creazione di qualcosa di innovativo, piuttosto che competere direttamente con mostri sacri come Sony, Microsoft e Nintendo.

intellivision amico
I controller dell’Intellivision Amico

Naturalmente il successo di Intellivision Amico passa dalla qualità dei suoi giochi.

Il successo di Wii non è stato dovuto a Wii Sports ma alla presenza di titoli in grado di divertire sia i giocatori casuali che quelli più accaniti, con un catalogo ampio comprendente sia Wii Party che capolavori come Super Mario Galaxy o The Legend of Zelda Skyward Sword.

Se Intellivision riuscirà a catturare i casual gamer con giochi accessibili, i fan di vecchia data si avvicineranno grazie a remake di titoli storici e i giocatori hardcore con nuovi titoli, allora Amico potrà ricavarsi una nicchia di successo anche in un mercato di console pompate a livello hardware.

Molti degli interrogativi troveranno risposta con il lancio di Intellivision Amico, previsto per il 20 ottobre 2020. Se tutto procederà secondo i piani dovremmo saperne di più e vedere una presentazione pubblica al prossimo E3.

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Un design originale per una console di cui si sa ancora poco. Tu cosa ne pensi? Parliamone nei commenti.

Pubblicità

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro