1
0

Inertial Drift la recensione: un gioco di corse dal forte sapore arcade anni’90

Initial D o Inertial Drift?

Derapa quanto più possibile, mettendoti alla prova su curve sempre più strette e complesse. Riscopri la disciplina del Difting in un videogioco dal gusto anni’90!

Altre recensioni

Lost Ember 4 ore fa
Art of Rally 13 ore fa
Bomber Fox 24 Settembre 2020
Cyber Hook 24 Settembre 2020
Cloud Gardens 23 Settembre 2020
Vaporum: Lockdown 23 Settembre 2020
Darksburg 23 Settembre 2020
Naviga tra i contenuti


Inertial Drift è un videogioco di corse arcade sviluppato da Level 91 Entertainment, la cui data d’uscita è prevista l’11 settembre 2020 su Nintendo Switch.

Trama

Quattro ragazzi hanno un sogno, quello di gareggiare al “Summer Grand Prix”. Edward, Ada, Ibba e Viv si incontrano e gareggiano su diverse piste per allenarsi e poter competere al gran torneo! Tra dubbi, errori e incertezze i protagonisti si fanno strada verso l’obiettivo finale!

Gameplay: derapa quanto più possibile!

Inertial Drift è un gioco di corse basato sulla disciplina del Drifting, scoperta negli anni’70 in Giappone e poi diffusasi in tutto il mondo. La peculiarità dell’ultima fatica di Level 91 è proprio quello di basare un gioco di corse su questo sport, la cui caratteristica è quella di “sovrasterzare” intenzionalmente con il veicolo, creando un angolo di slittamento durante le curve nelle piste. Il Drifting è diventato noto grazie alla serie manga giapponese Initial D (1995-2003) che trattava appunto di queste corse illegali, fuori dagli schemi che avvenivano lontano dai centri urbani, principalmente sulle zone montuose e isolate del Giappone. Il nome Drifting rimanda proprio al concetto di “deriva”, qualcosa di cui non si ha pieno controllo da cui ci si lascia trasportare e che rompe gli schermi limitati delle gare di corsa automobilistiche.

Questa tecnica, viene riprodotta abbastanza bene in Inertial Drift in cui il giocatore tramite una sequenza di tasti facile e intuitiva, deve cercare di derapare al meglio delle sue possibilità su ogni curva. Le piste a disposizione vanno dalle più semplici con curve larghe e tranquille, a tracciati davvero complessi con curve molto strette difficili da gestire e un terreno impervio con condizioni climatiche avverse.

Sicuramente, il titolo ha un forte sapore arcade in quanto ogni modalità di gioco, spinge a superare il proprio record personale e a migliorarsi notevolmente. Complice anche la grafica dallo stile “urbano” anni’90, Inertial Drift è un titolo che funziona e concede una buon compromesso tra sfida e divertimento. Le piste, sono fatte molto bene, c’è una buona varietà di modalità di gioco e tanti veicoli sbloccabili il cui design è davvero gradevole.

Inertial Drift gameplay

La buona quantità di modalità di gioco è un fattore molto positivo del titolo che accresce la sua longevità. Le modalità principali sono: Tutorial per imparare le basi delle meccaniche di gioco, Story Mode per competere sui tracciati attraverso gli occhi dei protagonisti. Challenges per completare diverse sfide e sbloccare nuovi fantastici veicoli, Arcade per gareggiare su tracciati scelti e battere sempre di più il proprio record. Infine, Grand Prix per affrontare un torneo contro la CPU, dovendo superare cinque tipologie di sfida che si incontrano anche nelle altre modalità. Inertial Drift, inoltre, dà la possibilità ai giocatori di competere contro un proprio amico grazie alla modalità splitscreen o contro i giocatori di tutto il mondo in modalità online. C’è qualcosa che manca? In quanto a varietà in questo senso, non si può davvero rimproverare nulla a questo titolo!

Purtroppo Inertial Drift, risente dei 30 FPS che in un gioco di corse non è una mancanza da sottovalutare. La fluidità in questo genere è uno dei fattori più importanti ma non è qualcosa che si può rimproverare allo sviluppatore, considerando che le potenzialità della Switch possono essere limitate in tal senso. Da considerare, sono anche i tracciati che alle volte hanno una lunghezza eccessiva. Queste tempistiche, non si avvertano tanto all’inizio quanto nel momento in cui il giocatore ripete la corsa più volte per superare il target proposto oppure battere il proprio record. Nel caso dell’ultima pista, la durata è di cinque minuti e questo può risultare davvero pesante alla lunga per il giocatore. Un’altra pecca del gioco è la scarsa varietà di circuiti. Il titolo di Level 91 da questo punto di vista rimane un po’ indietro rispetto ad altri giochi del genere, abbassandone la longevità. Avere a disposizione un buon ventaglio di circuiti è comunque un ingrediente importante per tenere incollato allo schermo il giocatore.

Grafica e Sound: gli anni’90 regnano!

Inertial Drift recensione Switch

In Inertial Drift si respira fin da subito una profonda ventata anni 90’. Sia nella grafica che nel sound, il richiamo a quel periodo lo si assapora boccone dopo boccone, incontrandosi molto bene con la piega arcade presa dal gioco. Lo stile grafico dai toni “urbani” porta il giocatore ad immedesimarsi ancora di più con il mondo delle gare di corsa proposto dal titolo e crea davvero un atmosfera rilassante e piacevole. Questo si ripropone anche nello stile di circuiti che in alcuni tracciati, soprattutto, invoglia davvero il giocatore a solcare la pista. Il sound tra musica tecno e R&B ricorda molto le competizioni illegali o fuori dalle “gare canoniche”, rafforzando ancora di più lo “street style” del titolo.

Il gameplay basato interamente sulle derapate è davvero particolare e accattivante

Le modalità di gioco sono davvero tante e tutte stimolanti

Grafica e sound sono gradevoli e ricostruiscono un'atmosfera anni'90 unica!

La fluidità non è delle migliori a causa dei 30 FPS

Il numero di piste è esiguo rispetto al genere

Non sono previsti trofei.

Grafica
75
Sonoro
75
Longevità
70
Impatto
70
Voto
VOTA
1

Inertial Drift, seppur con qualche piccola pecca, offre davvero molo al giocatore mantenendo discreta la propria longevità. La disciplina del Drifting si vede di rado in un videogames e questo esperimento di Level 91, è riuscito davvero bene e merita per la sua originalità. Sicuramente, un titolo dal sapore arcade anni’90 che ne vale totalmente la pena per gli appassionati del genere. In definitiva, promosso a buoni voti!

0

Commenti

1277

Miei

1
0

Registrati!
in iCrewPlay diamo valore al tuo pensiero!