Mass Effect Legendary Edition - Tali

Il nuovo Mass Effect potrebbe utilizzare l’Unreal Engine 5

Lo suggeriscono alcune offerte di lavoro

Pubblicità

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

Il prossimo capitolo ufficiale delle serie Mass Effect, in lavorazione presso un team di veterani di BioWare, potrebbe tornare ad utilizzare un motore grafico Unreal Engine, come per i primi tre episodi della serie. A suggerirlo sono delle offerte di lavoro pubblicate da Electronic Arts, che è alla ricerca di un tech director per Mass Effect che abbia esperienza con Unreal Engine. Il giornalista Jeff Grubb ha condiviso la notizia, rilanciando che l’obiettivo sarebbe utilizzare l’ultima versione del motore grafico di Epic Games.

Mass Effect, ritorno all’Unreal Engine?

Il motivo sarebbe puramente tecnologico: Unreal Engine 5 è un prodotto già pronto che include tutte le tecnologie di ultima generazione. Considerato che il nuovo Mass Effect entrerà in piena produzione solo nel 2023, confermare l’ormai vecchio Frostbite di DICE potrebbe mettere il gioco in una posizione scomoda, visivamente e tecnicamente molto indietro rispetto i nuovi giochi.

Mass Effect 5

Non si esclude tuttavia che la ricerca di una figura del genere sia incentrata nell’inserire le ultime novità tecnologiche apportate dall’Unreal Engine 5 proprio nel Frostbite, che con il GdR debutterebbe quindi con una sorta di versione next-gen.

Staremo a vedere come si evolverà la cosa prossimamente. Il gioco è in lavorazione per PC, PlayStation 5 e Xbox Series X/S, ma la data di uscita è al momento lontana.

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Quali sono le tue aspettative su questo gioco? Fammele sapere con un commento!

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro