18
0

Genesi: RPG

I 10 giochi imperdibili che ci hanno fatto amare il genere

18
0

iCrewPlay Consiglia

Da non perdere

Naviga tra i contenuti

Se sei qui, anche tu ami i videogiochi e se ami i videogiochi probabilmente ti piace l’immersività e il senso di controllo che ti danno. Oggi voglio parlarti in particolare di qui titoli in cui tu, videogiocatore, hai il pieno controllo del personaggio, di come far progredire le sue statistiche e, perché no, quelle di tutto il party.

I titoli RPG (role playing game) traggono a piene mani dai classici cartacei, quali l’intramontabile Dungeons & Dragons, concedendoci enorme potere decisionale sulle scelte da intraprendere e le caratteristiche da sviluppare del nostro personaggio. Il concetto di RPG si è evoluto parecchio negli anni fino a stabilizzarsi nella forma che tutti conosciamo, delineata da specifiche caratteristiche che possono essere più o meno rappresentate nel titolo a seconda della volontà degli sviluppatori.

Il nostro obiettivo di oggi è quello di presentarti i dieci migliori titoli che secondo noi hanno lasciato un segno indelebile nella storia degli RPG; mettiti comodo e goditi la lettura.

10. Chrono Trigger

La sua prima apparizione sul mercato è datata 11 marzo 1995, pubblicato prima in Giappone per Super Famicom e poi in Nord America per SNES, Chrono Trigger è uno degli RPG che ha profondamente segnato una generazione e contribuito a definire il genere.

chrono trigger

Chrono Trigger vanta dei maestri d’eccellenza all’interno della sua produzione: Hironobu Sakaguchi (produttore della serie Final Fantasy), Yuji Horii (direttore della serie Dragon Quest) e Akira Toriyama (autore di Dragon Ball e Dragon Quest), per citarne alcuni. Il cosiddetto “Dream Team” ha dato vita a una tra le avventure più belle di tutti i tempi e se sei tra i pochi a non averlo ancora giocato ti consiglio caldamente di recuperarlo grazie a una delle molte riedizioni pubblicate negli anni a seguire dal rilascio del gioco.

9. The Elder Scrolls IV: Oblivion

Oblivion è il titolo della serie The Elder Scrolls che non mi stancherò mai di giocare. Il gioco è ambientato a Cyrodiil, una regione sconfinata, ricca e bellissima da esplorare; a mio avviso la più bella di tutta Tamriel.

tes oblivion

C’è veramente poco da dire su questo gioco, ha davvero tutto: una storia complessa, ben scritta ed emozionante, un sistema di progressione del personaggio estremamente soddisfacente, una grande varietà di classi diverse molto curate e una quantità esorbitante di attività secondarie che sapranno intrattenervi per centinaia di ore di gioco. Se non hai mai giocato questo capitolo di The Elder Scrolls ti consigliamo di recuperarlo al più presto possibile senza aver paura che il gioco risenta del peso degli anni, Oblivion non invecchierà mai.

8. Xenoblade Chronicles

Xenoblade Chronicles esce nel 2010 in Giappone per Nintendo Wii; erede spirituale della saga Xenogears, fin da subito riscuote un notevole successo. Lo stampo Giapponese del titolo è molto evidente ma questo non gli ha impedito di vendere egregiamente anche in Europa, a seguito della sua pubblicazione nel 2011.

Future connected

Xenoblade Chronicles è ambientato in un mondo cresciuto sui resti di due titani, morti in una battaglia avvenuta migliaia di anni prima degli eventi del gioco. L’ambientazione è incredibilmente suggestiva e la storia emozionante e ricca di colpi di scena. Se non conosci questo gioco e possiedi una Nintendo Switch è il tuo giorno fortunato, Xenoblade Chronicles: Definitive Edition, edizione rimasterizzata e migliorata dell’originale, è disponibile dal 29 maggio 2020, non lasciartelo scappare!

7. Star Wars: Knights of the Old Republic

Star Wars è una saga che non ha di certo bisogno di presentazioni e tutti gli appassionati più accaniti conosceranno sicuramente questo titolo uscito nell’ormai lontano 2003.

Genesi: RPG 1

Star Wars: Knights of the Old Republic è il primissimo RPG ambientato nell’universo di Star Wars e concede davvero tanta libertà ai giocatori. Il nostro personaggio potrà infatti far parte del lato chiaro, diventando un valoroso cavaliere Jedi, o del lato oscuro, addestrato a diventare un potente signore dei Sith. Star Wars: Knights of the Old Republic è un titolo che vale la pena di essere recuperato tutt’oggi, se sei un fan della saga di George Lucas non puoi assolutamente fartelo scappare!

6. Pokémon HeartGold e SoulSilver

I mostriciattoli tascabili di Game Freak ci accompagnano ormai da parecchi anni, il brand è diventato tra i più influenti al mondo e i giocatori provengono da tutte le fasce d’età. Le versioni HeartGold e SoulSilver sono quelle che più mi sono rimaste più impresse, forse perché sono i remake dei titoli con cui mi sono approcciato alla saga ma il loro fascino è innegabile.

5 migliori giochi Pokémon

La nostra avventura inizia a Borgo Foglianova, nella regione di Johto e durante il nostro viaggio per recuperare le medaglie e diventare campioni della lega Pokémon ci imbatteremo in molti luoghi misteriosi, personaggi carismatici e bellissime creature leggendarie. Gli Unown, le rovine alpha, la torre bruciata, il faro… i ricordi affiorano come se l’avessi giocato. Se ti sei perso questo magnifico capitolo della celebre saga corri a rispolverare il tuo Nintendo DS (o 3DS) e parti per questo viaggio bellissimo.

5. The Witcher 3: Wild Hunt

Terzo capitolo della celebre saga di Geralt di Rivia, The Witcher 3: Wild Hunt è un RPG di quelli che ti tengono incollato allo schermo. La saga è tratta dai romanzi di Andrzej Sapkowsky e con il terzo capitolo raggiunge l’apice del successo, diventando uno dei giochi più iconici di questa generazione.

Opere letterarie diventate videogiochi

Il gioco è immenso, la mappa è densa di attività secondarie e la storia principale è curata nei minimi dettagli. The Witcher 3: Wild Hunt è un titolo adulto che ci mette spesso di fronte a scelte difficili e la quest principale spesso prende direzioni diverse a seconda delle nostre scelte, conducendo il giocatore a tre diversi epiloghi. Le due espansioni Blood and Wine e Hearts of Stone arricchiscono enormemente l’esperienza già ricca di questo titolo aggiungendo contenuti inediti anche nella narrazione.

4. Final Fantasy X

Il nome di questa saga leggendaria (fantasia finale) esprime la volontà dell’allora Square (ora Square Enix) di pubblicare un titolo in grado di risollevare la brutta situazione finanziaria dell’epoca. Il mastodontico numero di titoli della saga suggerisce non solo la riuscita dell’impresa ma palesa come il brand sia diventato importante negli anni.

Final Fantasy X/X-2 e XII su Nintendo Switch

Nell’abbondanza di titoli della serie ho scelto Final Fantasy X perché è un’avventura che lascia il segno. La storia di TidusYuna, Wakka, Lulu, Auron e Rikku (si, meritano di essere nominati tutti) è profonda e umana e il lungo viaggio alla sconfitta di Sin porta a rivelazioni sempre più scioccanti e talvolta sconvolgenti. Ci si affeziona immediatamente ad ogni singolo personaggio ed è bellissimo progredire nell’avventura e sviluppare le stereografie dei nostri eroi secondo le loro attitudini ma anche i nostri gusti. Questo titolo è senza dubbio nella mia personale classifica dei giochi da giocare nella vita.

3. Fire Emblem: Three Houses

Fire Emblem: Three Houses è un titolo che da solo vale l’acquisto di una Nintendo Switch. Conoscevo la saga solo di fama e ho acquistato il titolo per curiosità, la settimana dopo ero già alla ricerca dei capitoli precedenti per recuperare questa incredibile saga.

Fire Emblem Three Houses Switch

Dopo aver salvato dei giovani studenti da un attacco di briganti ci ritroviamo a ricoprire il ruolo di professore nel monastero di Garreg Mach. Qui possiamo scegliere di rappresentare una delle tre case dell’accademia: le aquile nere, i cervi dorati e i leoni blu. Guidare gli studenti e plasmarli è estremamente appagante, il gameplay strategico a turni è semplicemente perfetto e l’immedesimazione nelle vicende di gioco profonda. I finali multipli e la voglia di conoscere gli studenti di tutte le case dona un’incredibile rigiocabilità ad titolo che vi terrà incollati allo schermo per moltissime ore.

2. Dark Souls

Dark Souls è un titolo che ha riscritto le regole degli action RPG a tal punto da creare un vero e proprio sottogenere: i souls-like.

Dark souls mod

Il nostro compito è quello di guidare il non morto prescelto alla ricerca delle anime dei grandi lord attraverso un mondo inospitale e severo unito da un level design tra i più belli mai concepiti. La lore di Dark Souls è sapientemente celata dentro le descrizioni degli oggetti e i dialoghi con gli NPC e non per questo risulta meno affascinante. Nonostante l’elevata difficoltà del titolo, chiunque armato di perseveranza può perdersi in questo titolo tanto arduo quanto appagante. Senza dubbio un titolo da giocare almeno una volta nella vita.

1. Kingdom Hearts 358/2 Days

Kingdom Hearts è una saga grandiosa nata dalla collaborazione tra Disney e Square Enix. Sebbene la presenza dei classici personaggi Disney possa far pensare ad un titolo per i più piccoli, Kingdom Hearts ha dato vita ad una storia emozionante frammentata tra capitoli principali e spin-off.

kh 358/2 days

Kingdom Hearts 358/2 Days è il capitolo più adulto della serie, tratta argomenti complessi e propone una storia crudele e toccante. Guidare Roxas alla scoperta dei segreti dell’organizzazione XIII e alla verità su sé stesso e sui suoi amici è un’esperienza che ti metterà alla prova anche se sei un duro che non ha mai versato una lacrima (scrivendo questo frammento sento gli occhi inumidirsi). Il titolo è incluso nella raccolta Kingdom Hearts all-in-one Package come raccolta rimasterizzata di cutscene ma il mio consiglio è, una volta giocati i capitoli precedenti, di recuperare il gioco originale per Nintendo DS e godervi questa avventura indimenticabile.

Ti potrebbe interessare...
Capcom
Capcom vola con le digital edition
Ne avevamo già parlato in un approfondimento qualche tempo fa, il valore del digitale comincia a prendere piede in maniera consistente. Se prima era più…

4

Commenti

1209

Miei

18
0

Registrati!
in iCrewPlay diamo valore al tuo pensiero!




Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

  1. XcrypteX
    · Ospite
    4 Giugno 2020 alle 0:44

    A parte un paio di giochi a cui non ho potuto giocare (xenoblade lo recupero prima o poi) condivido pienamente le tue scelte, anche se avrei una menzione d’onore per Horizon Zero Dawn

    1
  2. Nicola
    · Ospite
    4 Giugno 2020 alle 7:57

    Molto interessante! Ho scoperto titoli che non conoscevo e che recupererò sicuramente!

    2
  3. 1
    Leonardo Calamari
    · cazzarino lvl 1
    4 Giugno 2020 alle 8:39

    Bell’articolo! Complimenti. Mi permetto solo di aggiungere qualcosa riguardo al fin troppo dimenticato ramo dei GDR classici, nonchè quello che piú di tutti si rifá ai citati giochi cartacei. Qui mancano titoli come Baldur’s Gate II o, senza tornare troppo indietro nel tempo, i Divinity Original Sin! Qualsiasi amante dei GDR dovrebbe recuperarli. 😁

    1
    1. 1
      Davide Aiello
      · cazzarino lvl 1
      4 Giugno 2020 alle 8:58

      Ti ringrazio :) Sui GDR classici hai assolutamente ragione, devo ammettere che li sto recuperando negli ultimi mesi e ora sono in hype per Baldur’s Gate 3! Chissà che non ne esca fuori una puntata dedicata… ;)

      0

4