Firewall Zero Hour: guida al PvP

I miei consigli per aumentare le chance di vittoria

firewall zero hour

 Cosa è Firewall Zero Hour

Firewall Zero Hour è uno sparatutto tattico a squadre per PlayStation VR nel quale due team composti ciascuno da 4 operatori si alternano alla difesa e all’attacco di un laptop contenente informazioni sensibili. Il team d’attacco scopre la posizione del laptop solo una volta violato uno dei due firewall presenti in ogni mappa. Ogni match si conclude entro massimo 5 minuti.

 Consigli generali PvP

Il cuore del gioco è la comunicazione tra gli operatori del team e la pianificazione dell’azione. Ove possibile è quindi consigliabile organizzarsi in party e stabilire gli equipaggiamenti da partarsi a seconda che si attacchi o si difenda. Lo stesso discorso vale per la scelta dell’operatore da utilizzare e le relative abilità: è ad esempio spesso consigliabile utilizzare l’abilità Fantasma (non innesca le mine) quando si attacca. È altresi sempre consigliabile equipaggiare l’abilità Esploratore (permette di rilevare i movimenti dei nemici vicini) e uno o piu jammer quando il team deve difendere. In entrambi i casi mi sento di consigliarvi la “girata fluida” piu precisa e realistica di quella “veloce”, e di giocare comodamente seduti in modo tale da stancarvi di meno e avere piu energie da dedicare agli scontri. In ogni mappa è possibile reperire Crypto ed informazioni segrete utili a salire di livello.

Che siate difensori o attaccanti, il mio consiglio è di eliminare definitivamente ogni nemico che riuscite ad abbattere, solo così potete evitare che venga rianimato dalla distanza e conseguire un concreto vantaggio tattico. Le abilità che vi possono tornare utili variano in base al vostro stile di gioco. Ogni operatore ha una sua abilità primaria di partenza, più una secondaria a scelta. Tra le più utili e usate vi segnalo Carico che vi permette di portare munizioni extra, Fulmineo con la quale potete ricaricare più velocemente e Ninja che rende silenziosi i vostri movimenti.

 Dove spendere i primi Crypto

Il mio consiglio è di non spendere i Crypto guadagnati su armi che non userete ma di sbloccare quanto prima Taylor CQB, HZU e Krueger. Queste tre armi offrono infatti il miglior compromesso tra rateo di fuoco, precisione e danno. In quasi tutte le mappe disponibili infatti gli scontri avvengono a medio corta distanza rendendo queste armi le ideali. È però vero che queste bocche da fuoco vanno migliorate arrichendole di ogni sorta di accessorio disponibile. Tra gli accessori che mi sento di consigliarvi spicca il puntatore laser, davvero utilissimo quando si cerca di portare a segno degli headshot (sempre la scelta migliore).
Tra le secondarie è invece fondamentale la Revive Pistol, che vi consente di rianimare i compagni dalla distanza, occhio però, avete solo 2 colpi disponibili!

 Linee guida per gli attaccanti

Quando si attacca è fondamentale disattivare uno dei due firewall presenti nella mappa nel minor tempo possibile. Questo vi permetterà di scoprire l’ubicazione del laptop e di intuire quindi che tipo di posizionamento i difensori sceglieranno. Tra gli equipaggiamenti che non dovrebbero mancare ci sono granate a frammentazione, appiccicose e magari anche del c4. Un consiglio sempre valido che mi sento di darvi è quello di avanzare divisi in 2 coppie ben distanziate in modo tale da fornirvi reciproca assistenza sulla posizione degli avversari. Evitate ove possibile di attraversare le mappe centralmente, rimanendo defilati avete infatti meno possibilità di subire imboscate o essere colti di sorpresa. In prossimità del laptop organizzate un veloce e coordinato attacco e dopo che avrete sbaragliato ogni resistenza dedicatevi all’eliminazione dei sempre probabili jammers, ma ricordatevi che avete solo 1 minuto di tempo per portare a termine l’operazione.

 Linee guida per i difensori

Quando si difende è fondamentale piazzare i jammers il piu velocemente possibile per poi ricollocarsi subito in posizioni ideali a intercettare gli attaccanti in arrivo. Il mio consiglio è di rimanere tutti in contatto visivo e se possibile difendere in maniera stazionaria gli accessi al locale dove è situato il laptop. Pushare è un rischio inutile che raramente paga. Tra gli equipaggiamenti davvero utili, oltre al jammer, troviamo il bloccaporte e il c4, due veri game-changer! Un’altra tattica che spesso dà i suoi frutti in difesa è quella che vede tre operatori presidiare il laptop e uno sganciarsi, allontanandosi dall’area calda, per poi intervenire, sorprendendo alle spalle gli attaccanti una volta iniziato l’ingaggio.

 Il supporto una volta eliminati

Quando e se verrete abbattuti avrete la possibilità di accedere a una serie di telecamere sparse per la mappa. È fondamentale che le usiate per dirigere al meglio i vostri compagni ancora in gioco. Cercate di dare indicazioni chiare e difficilmente equivocabili. Consiglio di utilizzare il quadrante dell’orologio per indicare ai vostri compagni da dove provengono le minacce o fornire consigli utili sulla posizione dei jammer.

 Conclusioni

Ad oggi Firewall Zero Hour è senza dubbio il miglior FPS tattico disponibile per PlayStation VR. Ho redatto questa guida basandomi prevalentemente sull’esperienza personale e su quella di molti compagni di gioco. Per questo motivo tale guida non si erge a verità assoluta ed è chiaramente influenzata dalle preferenze di chi vi scrive.

E tu hai mai provato Firewall Zero Hour? Sei d’accordo con le mie linee guida? Fammelo sapere nei commenti qui sotto!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
>
E tu hai mai provato Firewall Zero Hour? Sei d’accordo con le mie linee guida? Fammelo sapere nei commenti qui sotto!
1+