Far Cry 6 Recensione PS5

Far Cry 6, Ubisoft invia una email a chi abbandona il gioco?

Un giornalista segnala una email in cui viene "incitato" a continuare il gioco

Un caso a dir poco particolare coinvolge Ubisoft e Far Cry 6. Brendan Sinclair, managing editor di GamesIndustry.biz, afferma di aver ricevuto una email in cui il publisher lo invita scherzosamente a riprendere il gioco, abbandonato dopo circa tre ore. “Mi deludi“, si legge negli screenshot diffusi dal giornalista su Twitter, “È stato divertente vederti fallire e sicuramente puoi fare di meglio“. Il messaggio è inviato direttamente da Anton Castillo, principale antagonista del titolo. La cosa però non ha mancato di scatenare polemiche.

Far Cry 6 e lo scherzo riuscito male?

C’era evidentemente un intento giocoso da parte di Ubisoft nel tentativo di invogliare gli utenti che hanno abbandonato “troppo” presto un titolo vasto ed enorme come Far Cry 6. Certo i modi non sono apparsi propriamente efficaci, se non risultanti addirittura fastidiosi, come del resto afferma lo stesso Sinclair: “Molti giochi sono già progettati spietatamente per massimizzare il coinvolgimento, ma ora inviano email e ti infastidiscono se hai il coraggio di smettere di giocarci“.

Far Cry 6 artwork

Bisogna lasciare che le persone smettano di giocare se non si divertono“, ha rincarato il giornalista. Il tweet ha ricevuto oltre 31.000 like nel momento in cui scrivo, con altri giocatori che affermano di aver ricevuto il messaggio e di averlo trovato di cattivo gusto.

Ubisoft non si è ancora pronunciata ufficialmente sulla vicenda. Restiamo quindi in attesa di ulteriori aggiornamenti.

Far Cry 6 è disponibile per PC, PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X/S, Google Stadia e Amazon Luna.

Fonte

Che ne pensi di questa particolare vicenda? Fammelo sapere con un commento!

Giovanni Ferlazzo
0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Commento
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
1
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Share on facebook
CONDIVIDI