0
0

Epic Games: polemiche su un accordo di publishing

Un accordo tra Epic Games ed alcuni importanti team di sviluppo ha scatenato diverse polemiche. Rami Ismail ha risposto a tono!

0
0
LIVE DEL GIORNO Alle 18:30 The Last Of Us con Emilio su Twitch
Alle 21:00 Age of Empires II: Definitive Edition con Elvis su Twitch

Da non perdere

Naviga tra i contenuti


Un contratto che prevede un accordo di publishing tra la compagnia Epic Games e diversi team di sviluppo ha scatenato numerose polemiche, anche parecchio feroci, da parte di utenti stizziti. In sostanza, i nuovi titoli di Fumito Ueda, Remedy e Playdead saranno assicurati al gruppo popolarissimo ed ormai riconosciutissimo specialmente per la pubblicazione di uno dei Battle Royale più innovativi ed importanti di sempre, innegabilmente, ovvero Fortnite.

Epic Games

Le critiche sono state come anticipato anche parecchio pesanti ed immotivate, al punto che Rami Ismail ha voluto intervenire in prima persona per dire la sua: rispondendo a tono, il produttore di titoli indie ha dato degli imbecilli a coloro che stanno muovendo queste polemiche, in quanto a suo avviso non conoscono approfonditamente gli accordi tra le parti, tanto meno di publishing.

Questi sono stati i dettagli svelati riguardo il contratto: Epic Games dovrà pagare completamente lo sviluppo dei prossimi giochi delle compagnie, con relativi campagne di marketing e di pubblicazione, dando poi metà dei profitti agli sviluppatori dopo aver recuperato la spesa iniziale di produzione.

Ai team inoltre viene lasciata completa libertà creativa e la proprietà intellettuale sul proprio duro lavoro. Insomma, sicuramente un accordo non così aberrante come in molti hanno tentato di dimostrare, anzi, è quasi sicuramente molto vantaggioso anche per gli sviluppatori: come sottolineato da Ismail infatti, può tranquillamente venire considerato una delle migliori collaborazioni proposte da publisher con studi esterni.

Addirittura infatti Epic Games ha voluto rendere pubblica la notizia, usandola come pubblicità per altre software house. Un’iniziativa perciò interessante, anche se molti l’hanno criticata: questa è stata la risposta di Ismail.

Rami, è un accordo terribile, peggiore di molti di quelli che girano in campo musicale, ha detto l’utente Twitter entusiasta di Steam _lolgames12 che non ha mai fatto un gioco ma che recentemente ha comprato il suo 112 titolo in saldo, diventando automaticamente un esperto di accordi di publishing e di legalese.

game4life20 ha guardato dei video su YouTube in cui dei tizi arrabbiati urlano di come l’accordo riempia le tasche degli sviluppatori e Epic = Satana scritto al contrario. La ragione per cui gli sviluppatori della super hit Control, il leggendario designer Ueda e il caro indie Playdead hanno firmato è perché quegli youtuber sono pieni di merda.

Ti potrebbe interessare...
Indie
Alcuni giochi EA passano da Origin a Steam
Come forse saprai se giochi su PC da tempo, moltissimi giochi EA sono scaricabili esclusivamente dallo store proprietario della software house, ovvero Origin. Questo, chiaramente,…
Marathon bungie
Old but Gold #81 – Marathon
Correva il lontano 1994, un giovane Steve Jobs allora direttore di Macintosh, commissiona ad un poco conosciuto studio di sviluppo un videogame sparatutto. L’operazione è…
Genesi: RPG
Se sei qui, anche tu ami i videogiochi e se ami i videogiochi probabilmente ti piace l’immersività e il senso di controllo che ti danno.…

0

Commenti

1145

Miei

0
0
0
0

Registrati! La tua opinione conta!