Dying Light 2

Dying Light 2: gli zombie si evolvono nel corso del gioco

Techland svela un dettaglio interessante su Dying Light 2 e ci fa sapere che gli zombie si evolveranno nel corso del gioco trasformandosi, diventando più letali

Live Twitch

marzo, 2019

mar19mar17:30Game Developers ConferenceDalle 17.30

mer20mar22:00TalkInizio ore 22:00

Mostra altro

Se vuoi maggiori informazioni su inserisci la tua email qui sotto:

Dying Light 2 svela nuovi dettagli molto interessanti per quanto riguarda le creature che incontrerai nel gioco. Techland infatti, ha rilasciato alcune novità su Gamesradar, per farci sapere che gli zombie che infestano le varie ambientazioni, a differenza del primo capitolo, si evolveranno durante il corso del gioco.

Se hai giocato al primo Dying Light sai benissimo che nel gioco sono presenti diversi tipi di creature, non solo i classici zombie e da alcuni dettagli raccolti durante l’esplorazione si evince che tali creature sono il frutto di una trasformazione genetica, che da zombie normali li ha trasformati in quel che sono. I vari Notturni e le altre mutazioni però si presentano già nella loro forma e tali rimangono per tutta la durata del gioco.

In Dying Light 2 invece sarai testimone dell’intero processo evolutivo degli zombie. All’inizio dell’infezione, la vittima assume la forma di Viral, la quale mostra ancora qualche segno della sua umanità, ma è già troppo tardi. In questa forma è molto veloce, aggressiva e pericolosa e tende a evitare il sole. Dopo un periodo passato in questa forma, muta, diventando un Biter, un classico zombie che si muove lentamente e cerca di mordere qualsiasi cosa sia vivo e che soffre ancora della sensibilità al sole che affligge la precedente mutazione.

Se il sole colpisce un Biter per un lungo periodo, questo si trasforma in un Degenerate, diventando debole e poco resistente: un obiettivo facile da eliminare insomma.

Ovviamente anche i Notturni saranno presenti in questo capitolo, quelle bestie assetate di sangue che cacciano solo la notte e che fuggono ai raggi solari o lampade UV. Stavolta vengono chiamati Volatiles e stando alla descrizione di Techland, da loro non c’è possibilità di fuga e sarebbero impossibili da eliminare.

In Dying Light mi ero specializzato nel cacciare i Volatiles e devo dire che una volta capito il metodo, non sono poi così pericolosi. Vedremo se Techland è riuscito a pormi una nuova sfida.

Se hai gradito l’articolo lascia un ♥ e commenta valutandolo 5 stelle.

Dying Light 2 sembra voler offrire nuove sfide agli appassionati del primo capitolo. Io ero diventato una specie di incubo per ogni tipo di creatura, e tu invece?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
avatar
  Sottoscrivi  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
X