#IoRestoACasa

#IoRestoAcasa

DCL – The Game, la recensione

Se avevi intenzione di seguire il mondo dei droni, forse questo è il momento giusto per farlo!

Sei un appassionato di droni? O un semplice curioso, che vorrebbe gettarsi nel mondo delle corse di questi strani apparecchi volanti? In entrambi i casi DCL – The Game può fare al caso tuo!

Altre recensioni

Naviga tra i contenuti

Edito da THQ Nordic e sviluppato da Climax Studios in collaborazione con Drone Champions AG, DCL – The Game è il gioco che probabilmente tutti gli amanti/piloti dei droni stavano aspettando. In realtà però devo rivelarti che il sottoscritto ha avuto poche e sporadiche esperienze con i droni. Nonostante quindi io sia considerabile come qualcuno poco più al di sopra di un novizio alle prime armi, il mondo dei droni l’ho sempre vissuto attraverso mani altrui: le mie brevi prove di volo fatte con i droni dei miei amici sono sempre finite male.

Perciò, ho fatto un’esperienza interessante con DCL – The Game: da una parte avevo, anche se in maniera superficiale, l’infarinatura teorica necessaria per poter capire quanto sia stato curato nel dettaglio il titolo, dall’altra ero completamente sprovvisto della manualità di chi sa pilotare per davvero un drone.

DCL – The Game è un gioco quasi meraviglioso per quanto riguarda l’accessibilità nei confronti di chi non sa manovrare un drone. Al primo avvio, il titolo si preoccuperà subito di inquadrare il tuo livello d’esperienza e in base a questo ti consiglierà la modalità di volo più adatta a te. Vediamole insieme!

Le modalità di volo

Nel caso in cui avessi ammesso al gioco la tua incompetenza, ti verrà impostata in automatico la modalità Arcade. La modalità Arcade è il modello di volo più semplice in assoluto, che ti consentirà di entrare immediatamente nel cuore delle gare di droni!

Fondamentalmente dovrai preoccuparti solo di controllare l’accelerazione, di sterzare e di seguire le linee guida del tracciato. Il gioco in modalità arcade ti aiuterà tantissimo, controllando in automatico la stabilità e l’altitudine. Ti assicuro per esperienza personale che quest’ultima è davvero fondamentale, visto che se non viene gestita da mani consapevoli, l’altitudine sembra un concetto (inizialmente) incomprensibile a chi è nuovo al mondo del drone.

Modalità GPS

Hai mai sognato di poter osservare il mondo dall’alto tramite un drone? Nel caso la risposta fosse affermativa, grazie alla modalità GPS potrai dare libero sfogo a questo desiderio: questa modalità fra l’altro corrisponde al vero e proprio sistema di controllo dei droni con telecamera. Questa modalità di volo è utile per fare allenamento nel caso in cui, nella vita reale, tu voglia fare riprese con un drone senza rischiare inutilmente denaro, correndo il rischio di distruggerlo per inesperienza. Ti sconsiglio di gareggiare in questa modalità; benché nel gioco sia comunque possibile farlo, la visuale limitata e la poca velocità rendono correre in questa modalità una sofferenza: vorrai evitare di farti venire le forze di stomaco, giusto?

Modalità Angle

Usata nella maggior parte dei micro droni, la modalità Angle è una modalità che rende automatica la stabilità; puoi però considerarla un grande passo verso la modalità adatta ai veri esperti, la modalità Acro. Grazie a questa modalità potrai imparare a controllare manualmente l’altitudine, ma il drone si stabilizzerà in automatico una volta che lascerai le levette. Come la precedente potremmo considerare anche questa modalità come d’allenamento: ti sconsiglio di correrci, ma nonostante ciò è fondamentale alla tua crescita come pilota.

Modalità Acro (batica)

Come quando si levano i braccioli, o le rotelle alla bici: la libertà spaventa, ma una volta presa confidenza con ciò che ti mette in difficoltà, quello che potrai fare ti ripagherà della fatica. In questa modalità avrai il pieno controllo del drone e, a meno che tu non sia già un pilota esperto, per pilotarne uno in questa modalità dovrai allenarti parecchio. Se vuoi essere veramente competitivo, ottenere i tempi migliori e cimentarti (come da nome) in acrobazie spericolate, dovrai imparare a controllare il drone con questa modalità. 

Un simulatore con i fiocchi

Senza dubbio la cosa migliore di DCL – The Game sono i suoi controlli e il modo così differente e comunque funzionale con cui riesce a porsi verso due utenze completamente differenti. Le persone che non hanno assolutamente idea di come funzioni un drone hanno la possibilità di doversi preoccupare solo di accelerare e frenare, per poi migliorarsi con i loro tempi. Nel frattempo, gli appassionati di droni, grazie a un tuning molto specifico, la fisica di volo altamente realistica e delle impostazioni davvero molto accurate, possono regolare i loro settaggi al millimetro.

Per farti capire fino a che punto il controller può diventare simile a un vero telecomando, ti ricordo che c’è la possibilità di qualificarsi per la vera e propria Drone Champions League all’interno di appositi eventi in gioco.

Le modalità di gioco

Prova a cronometro

Potremmo considerarla modalità single-player basilare, seppur parecchio povera e scarna. Molto semplicemente dovrai battere i tempi degli avversari e, collezionando vittorie, guadagnare valuta in-game. Così facendo sbloccherai le varie piste e la possibilità di comprare oggetti cosmetici per i tuoi droni!

Evento

Il vero piatto forte di DCL- The Game. Potremmo considerare la sezione eventi una sorta di raccolta che ospita sfide molto differenti fra loro, legate da una sola peculiarità: le si potrà affrontare solo in modalità Acro. L’abilità dei piloti verrà classificata in base alla somma dei loro migliori tempi su diverse playlist. Ogni evento ha i suoi premi e potrebbe sbloccare oggetti altrimenti non ottenibili offline!

La modalità Evento verrà utilizzata appositamente per soddisfare ogni tipo di competizione più seria: nel piatto troveremo tornei nazionali, continentali, individuali e di squadra, nonché sfide speciali. Come dicevo sopra, ci sarà la possibilità di qualificarsi per la Drone Champions League per gareggiare con un drone nella vita reale. La modalità evento grida disperatamente la parola e-sport!

Multigiocatore Raceflow

In questa modalità ti ritroverai a competere online con altri giocatori, confrontandoti in gare sincrone che comprendono fino a 30 players contemporaneamente. Anche da questa modalità sarà possibile ottenere valuta, e si potrà concorrere con la modalità di volo che si preferisce. Attenzione però: di fatto, anche se viene lasciata libera la scelta, è saggio apprendere il volo in Acro Mode prima di lanciarsi a testa bassa nelle gare online. Pena? Il rischio di venire bastonati senza alcuna pietà!

Ma come sono le gare?

Le gare sono molto frenetiche e brevi, anche se buona parte di ciò dipende dalla lunghezza del tracciato. Le gare finiscono molto in fretta, ma non sono semplici dato che bisognerà tenere sempre altissima la soglia della concentrazione. Anche in modalità arcade, DCL non è un gioco facile, perché ogni schianto o errore risulta fatale. Dopo il probabile fallimento delle prime gare dovrai tenere duro e continuare a provare, cosa che si ripeterà ciclicamente ad ogni cambio di modalità di volo che utilizzerai per arrivare all’Acro.

Vale la pena l’acquisto se si vuole giocare qualcosa di arcade?

A proposito di arrivare alla modalità Acro, è ora che io sia sincero con te. Se non sei intenzionato ad arrivare al livello di un pilota o non sei tipo da giochi online competitivi puoi anche accantonare l’idea di acquistare DCL. Il titolo è stato creato dallo sviluppatore con il chiaro intento di essere orientato verso l’e-sport, perché la maggior parte della “ciccia” di contenuto sono gli eventi online e la possibilità di poter prendere ai tornei ufficiali.

Senza un account PlayStation Plus o Xbox Live Gold, non sarai in grado di pubblicare i tuoi tempi e, di conseguenza, non sarai in grado di guadagnare la valuta di gioco necessaria per acquisire aggiornamenti e skin per i tuoi droni, né di migliorare le tue abilità online contro veri e propri giocatori o di poter partecipare a qualsiasi tipo di qualificazione.

Il gioco anche tecnicamente non può giustificare il suo acquisto, vista la grafica abbastanza anonima. I tracciati sono piuttosto curati e si ispirano a piste realmente esistenti, ma potrai a malapena riuscire a distinguere i droni degli avversari.

Un simulatore con la S maiuscola

Accessibile ai novizi e stimolante per gli esperti

Rilascio continuo di contenuti e eventi

La grafica è piuttosto anonima

Connessione online obbligatoria per godersi il titolo

I trofei per PlayStation 4 richiedono in generale una buona dedizione al titolo. Se vorrai il platino, dovrai per forza imparare a far volare il tuo drone come un vero pilota professionista!

Grafica
60
Sonoro
60
Longevità
80
Impatto
80
Voto
VOTA
0

DCL – The Game come avrai capito è un gioco di nicchia, impossibile da consigliare a chiunque non abbia almeno un briciolo di interesse nei droni e nel mondo che gli ruota attorno. Per chi è un esperto e vuole provare a concorrere per la Drone Champions League, al momento questo titolo è il non plus ultra; c’è anche da dire però, che vista la qualità eccelsa del titolo in quanto simulatore, mi sento in dovere di consigliare DCL – The Game a chiunque sia rimasto sempre in bilico nell’acquistare un drone e/o vorrebbe imparare a pilotarne uno. In questo caso, credo proprio che dovresti dare ben più di una chance a questo titolo!

0

Commenti

1007

Miei

0
0
0
0

La tua opinione conta!