0
0

0

Cyber Hook- Recensione di un parkour digitale

Fare parkour con un rampino digitale in un'ambientazione in pieno stile Tron

Cyber Hook è un 3D platform dove lo scopo è quello di arrampicarsi tramite un rampino digitale su dei blocchi e scalare muri alterando al fisica e rallentando il tempo a tuo piacimento

Altre recensioni

Naviga tra i contenuti


Adrenalinico e frenetico, Cyber Hook ti terrà impegnato per alcune ore tra voli spettacolari e blocchi da distruggere rallentando il tempo per non cadere e morire. Sviluppato dallo studio francese Blazing Stick e pubblicato da Graffiti Games, questo arcade platform tenta di uscire fuori dagli schemi non obbligandoti a seguirne uno preciso per completare i livelli, ma lasciandoti la libertà di scegliere il percorso che ritieni più rapido.

Cyber hook

Benvenuto nel mondo di Cyber Hook

Il mondo digitale di Cyber Hook è circondato da piattaforme, cubi svolazzanti e tunnel di luce che ti faranno aumentare la velocità. La trama di questo titolo passa totalmente in secondo piano perché non necessaria al fine del gameplay. L’unica interazione che avrete è con un televisore dotato di occhi e bocca che vi illustrerà come muovervi dentro ai livelli.

Salta, corri, spara e arrampicati e vai dove vuoi

Il gameplay è un classico 3D platform arcade dove dovrai raggiungere il portale alla fine di ogni livello nel minor tempo possibile. Prima di iniziare ogni livello la telecamera partirà dalla fine per poi andare a ritroso e mostrarti dall’esterno il tracciato dandoti un’idea generale di come affrontarlo. Gli strumenti che hai a disposizione sono 4 e andranno usati a seconda dell’occasione:

  • Rampino digitale: lo strumento che utilizzerai di più in assoluto e ti permette di aggrapparti a quasi tutte le superfici del gioco, siano esse piene o trasparenti.
  • Hand Gun: la tua mano sinistra si trasforma in una pistola che ti servirà per colpire e distruggere i cubi verdi messi per ostacolarti, oppure per uccidere alcuni nemici che ti si presenteranno davanti.
  • Slow Motion: ti permette di rallentare il tempo manipolandolo a tuo favore, ma senza interrompere il cronometro del game. Si rivela utile nelle situazioni dove è richiesta una maggiore precisione o se hai mancato il bersaglio con il rampino e stai cadendo nel vuoto.
  • Doppio salto/Grind sui muri: anche se non sono strumenti veri e propri, potrai utilizzare queste due azioni per proseguire nel livello. La prima ti consente di fare un doppio salto anche mentre sei in aria, la seconda ti permette di attraccarti tipo calamita sui pannelli e correrci sopra come Prince of Persia.

Cyber Hook recensione

Percorsi obbligati? No grazie

Un aspetto che mi ha colpito di Cyber Hook è la totale libertà lasciata al giocatore nel decidere come procedere nel tracciato. Mi spiego meglio. Solitamente nei giochi di questo genere dobbiamo raggiungere un punto percorrendo un tracciato quasi obbligatorio e lineare, mentre nei livelli di Cyber Hook puoi passare in qualsiasi direzione tu voglia e percorrere strade alternative a seconda del tuo gusto. Ovviamente non sempre è conveniente, perché il tempo scorre veloce e alcune traiettorie fanno perdere del tempo prezioso anche se sono più facili e con meno ostacoli. Starà a te quindi valutare di livello in livello la strategia migliore e il percorso più veloce per ottenere il tempo migliore.

Grafica con colori vivaci e fluo in pieno stile Tron

Per chi si ricorda il famosissimo film di Spielberg datato 1982 Tron, troverà delle analogie nell’ambientazione di questo titolo indie. I colori vivaci e fluo e il background suddiviso da una griglia vanno ad agganciarsi a quel mondo fantascientifico del film, anche la mano e gli strumenti lo ricordano in qualche modo. La grafica è piuttosto minimale, ma ben dettagliata e priva di bug di qualsiasi natura e anche gli effetti speciali son ben curati. In linea di massima è stato svolto un più che discreto lavoro per quanto riguarda il comparto grafico.

Cyber Hook

Una sola traccia musicale

Dopo aver analizzato gameplay e grafica, arriviamo al tasto dolente del gioco: il comparto audio. Se con grafica e gameplay i risultati degli sforzi fatti dallo sviluppatore sono evidenti, non è lo stesso per quanto riguarda musica ed effetti sonori. Durante tutti i livelli si sentirà sempre e soltanto una sola traccia musicale che al 2 o 3 livello già vi farà annoiare e diventerà ripetitiva. Gli effetti sonori sono di buona fattura ma un po’ fin troppo banali e scontati.

Modalità maratona: una challenge fra gli utenti per tenere alto l’interesse

Nella pagina ufficiale di Steam di Cyber Hook, appare una feature che descrive una modalità molto interessante. Questa modalità si chiama maratona e consiste nel terminare un determinato quantitativo di livelli nel minor tempo possibile senza mai fermarsi, sfidandosi con gli altri utenti e scalando le varie classifiche. Saranno presenti tre tipologie non ancora ben specificate di maratone: la full game Marathon, Montly Marathons e la Per World Marathon. Una mossa azzeccata per tenere alto l’interesse attorno al gioco e donargli una longevità maggiore.

Facile comprensione del gameplay

Frenetico

Livelli con difficoltà crescente

Libertà di scelta nei percorsi

Alcuni livelli troppo ripetitivi fra loro

Musica monotona e poco elettrizzante

Cyber Hook ha a disposizione gli achievement di Steam, 22 in totale, e sono facilmente raggiungibili completando i livelli dei vari mondi disponibili.

Grafica
75
Sonoro
50
Longevità
80
Impatto
75
Voto
VOTA
0

In conclusione Cyber Hook è un titolo indie ben fatto e molto divertente da giocare. La possibili traiettorie da eseguire mettono a dura prova e danno stimoli al giocatore che difficilmente si annoierà. La modalità Maratona che consiste nel giocare il gioco intero senza mai fermarsi nel minor tempo possibile e competere con altri giocatori in una classifa, dona lonegevità al titolo. Unica pecca sono le collonne sonore e gli effetti audio davvero scarni e poco incisivi.

0

Commenti

1297

Miei

0
0

Registrati!
in iCrewPlay diamo valore al tuo pensiero!