Battlefield 2042 guida m5a3

Battlefield 2042: gli ambienti di gioco dovevano essere molto più distruttibili!

Oggi siamo venuti a sapere di un interessante retroscena del gioco.

Pubblicità

Esplosivo, caotico e divertente, Battlefield 2042 ha delle ottime potenzialità. Dobbiamo solo aspettare che alcuni problemi vengano risolti prima di vederne fino in fondo la portata.

Battlefield 2042

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

Battlefield 2042 è il risultato di una troppa sicurezza di sé da parte della casa di sviluppo. Il gioco attualmente si trova in uno stato disastroso e moltissimi player sono scappati a gambe levate dal titolo chiedendone il rimborso.

Seppur gli sviluppatori si siano ormai resi conto del clamoroso autogol e stiano provando in tutti i modi a sistemare i danni, per alcuni player non c’è più alcuna possibilità di redenzione!

Oggi siamo qui per parlarti di un retroscena del titolo, perciò rimani con noi e non ne resterai di certo deluso.

Battlefield 2042

Battlefield 2042: gli ambienti di gioco dovevano essere molto più distruttibili!

Che Battlefield 2042 sia un totale disastro ormai si sa, oggi però Tom Henderson, noto insider di cui ti abbiamo già parlato in passato, ha voluto donarci qualche frizzantissima informazione relativa al titolo!

Durante la fase di sviluppo del noto sparatutto, DICE ha dovuto valutare intensamente la profondità e soprattutto il grado di distruzione degli scenari di gioco: un muro può essere distrutto totalmente, oppure bisogna limitare la dimensione del danno? E un edificio?

Probabilmente i piani iniziali dell’azienda erano ben altri rispetto quelli poi applicati a prodotto finito, perché stando a Henderson il titolo avrebbe dovuto consentire ai giocatori di demolire interi edifici, e perfino grattacieli, per generare diversivi e modificare sostanzialmente l’ambientazione di gioco durante la partita.

Battlefield 2042

Ovviamente questa volta è doveroso spezzare una lancia a favore di DICE: l’unico motivo per cui Battlefield 2042 non permette un livello di distruzione di tale portata è che la meccanica produceva un eccessivo consumo di risorse, rendendo troppo oneroso supportare il gioco. 

Insomma, l’hardware ha molto limitato i developer, e l’ottimizzazione del titolo ha avuto il sopravvento. Henderson ha poi concluso donandoci una piccola speranza:

“Se dovessero tornare a 64 giocatori e mappe più piccole, speriamo che in un prossimo capitolo possano inserire anche quelle caratteristiche”.

Battlefield 2042 mouse e tastiera

Data la scarsa ottimizzazione che il titolo presentava al lancio, tutto sommato è un bene che tale dinamica sia stata ridimensionata. Per il momento non ci rimane che sperare che i prossimi titoli riprendano dove Battlefield 2042 ha lasciato!

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Tu cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti!

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro