Arcadia Fallen

Arcadia Fallen, la nostra recensione

Arcadia Fallen è la visual novel che arriverà il 17 novembre insieme a una grafica accattivante e una storia avvincente

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp

Arcadia Fallen nasce dalla tesi magistrale dei tre fondatori di Galdra Studios, team di sviluppo del videogioco; Daniel, Mette e Jesper hanno unito le loro competenze professionali per portare sul mercato un prodotto di valore, finanziato su Kickstarter durante l’estate dello scorso anno. Grazie a ciò, possiamo dire che la loro promessa di portare un doppiaggio degno di un gioco tripla A ha avuto successo.

La visual novel sarà disponibile per tutti su Steam dal 17 novembre, mentre su Nintendo Switch dovremmo aspettare ancora un po’; a quanto risulta, uscirà durante il corso del 2021 e non abbiamo una data certa. Sicuramente ci saranno notizie più avanti nel corso delle settimane e non mettiamo in dubbio che possa uscire con l’avvicinarsi del Natale. E, secondo la nostra opinione, sarebbe perfetto! Un gioco single player in inglese adatto a tutti, LGBTQ+ friendly, che insegna il valore del percorso, delle proprie scelte e di chi vogliamo essere.

Argomenti importanti, non trovi? Snoccioliamo insieme l’indie con cui Galdra Studios ha debuttato nel mondo videoludico e scopri quali meraviglie ha riservato per tutti i giocatori.

Arcadia Fallen

Arcadia Fallen: visivamente appagante e sonoramente stupendo

Neanche il tempo di capire cosa fare che veniamo accolti da un video introduttivo di circa un minuto, dove vengono presentati i protagonisti principali di questa moderna visual novel e i loro interpreti. Per quanto la grafica non sia tra le più eccellenti, almeno in certi punti, possiamo dire che è riuscito a darci la giusta carica per iniziare l’avventura nel migliore dei modi. Diciamo che è stato anche merito della sigla che ha reso il tutto avvincente; grazie a questa introduzione parleremo prima del comparto grafico e sonoro, per poi passare alla storia (almeno in parte) di Arcadia Fallen.

La grafica all’interno della visual novel è stata creata con tutti gli accorgimenti necessari, pulita e senza troppi fronzoli a decorare inutilmente le scene. I personaggi hanno tutto ciò che li contraddistingue rispetto agli altri e ognuno di loro possiede un doppiaggio in inglese eccelso. Non parliamo di un lavoro amatoriale, perché grazie alla raccolta fondi gli sviluppatori hanno potuto rispettare una delle tante promesse accennate all’inizio del progetto: un doppiaggio da tripla A. Certo, in alcuni punti il volume dei vari personaggi non risulta essere stabile sullo stesso livello, ma risulta comunque tutto molto piacevole.

Specialmente per le musiche di sottofondo che troviamo nelle varie ambientazioni e situazioni, che si mischiano in un intreccio di colonne sonore in grado di coinvolgere ancor di più il giocatore. Sul sito ufficiale di Arcadia Fallen è possibile richiedere, tramite la compilazione di un format, una demo soundtrack e noi consigliamo di farlo per poter capire appieno il livello di cui stiamo parlando.

Arcadia Fallen

Svela i misteri di Anemone Valley trovando la soluzione agli enigmi

Benvenuto nel mondo di Arcadia Fallen, più precisamente ad Anemone Valley situata ad est della capitale di Erodas. All’interno della storia sarai l’apprendista alchimista e il tuo lavoro, almeno da quello che ci viene presentato all’inizio della storia, è quello di imparare e aiutare Elizabeth: proprietaria del negozio alchemico in cui lavori e alchimista professionista. Una persona rispettata da tutti anche grazie alle pozioni e agli aiuti che è riuscita a dare all’interno della propria cittadina. E tu? Come ti chiami? Il nome del protagonista lo deciderai non appena si conclude il filmato introduttivo e non solo: dovrai scegliere l’identità di genere e sessuale del tuo personaggio.

Una personalizzazione che raramente si vede all’interno dei giochi, almeno in questi ultimi anni, e che ha suscitato in noi un grandissimo piacere. Vuoi rappresentare te stesso? Qualcuno di completamente inventato? L’opposto del tuo essere? Con quale pronome vorresti che venisse chiamato colui che creerai? Per tutta la durata dell’avventura verrai chiamato con il pronome scelto e, molto spesso, il tuo nome sarà “l’alchimista” o qualche nomignolo detto dall’anziana padrona del negozio. Ti ricordiamo che in inglese non esiste il pronome femminile o maschile per nomignoli come “dear” o “sweety” (rispettivamente “caro” e “dolcezza”).

Tornando alla storia, ovviamente succederà qualcosa di brutto che farà partire tutte le vicende a seguito; caduta una pedina del domino, ne cadono poi a centinaia e bene o male è ciò che accade anche in Arcadia Fallen. Essendo una visual novel, però, non possiamo parlare oltre di ciò che vedrai in gioco per non rovinarti la sorpresa. Sappi che in quest’avventura non sarai da solo.

Arcadia Fallen

Prenditi cura di te stesso, degli altri o di nessuno

Farai parte di una squadra con diverse competenze e abilità e, con loro, instaurerai un rapporto; il genere di legame, però, lo deciderai tu in base alle risposte e alle scelte in gioco che darai, in quanto influenzeranno il carattere del tuo personaggio. Puoi essere una persona scontrosa, timida, arrogante, coraggiosa e ogni scelta sarà accompagnata da un piccolo riquadro con scritto quale temperamento lo riguarda. Non andrai allo sbaraglio, puoi stare tranquillo.

Ricordati che Arcadia Fallen può essere ricominciato più volte e, nonostante abbia i salvataggi automatici, potrai dedicare i vari slot rimasti per provare qualche set del personaggio diverso rispetto a quello scelto all’inizio. Magari ti interessa vedere una romance tra il protagonista insieme a Victoria oppure con Quinn. Non aver paura di sperimentare, perché il titolo te lo permette e, anzi, sembra incentivare questo dettaglio.

Non possiamo dire appieno che avrai il controllo totale sulla storia in Arcadia Fallen, ma potrai averla ed è tutto talmente piacevole che lo consigliamo anche noi. Inoltre, così facendo, avrai modo di scoprire sempre nuove combinazioni alchemiche per poter creare pozioni sempre più d’alto livello. Ti verrà insegnato tramite un piccolo tutorial iniziale sotto la visione attenta di Elizabeth, ma riuscirai a cavartela benissimo soprattutto grazie al libro di ricette posizionato accanto al tavolo runico. Non sai di cosa stiamo parlando? Il tavolo runico è ciò che permette al tuo personaggio di poter creare intrugli grazie alle erbe e a vari meccanismi annessi. Non solo, perché così facendo potrai risolvere vari misteri nel mondo di Arcadia Fallen.

Arcadia Fallen

L’alchimia sarà il tuo primo alleato, che tu lo voglia oppure no

Le conoscenze che Elizabeth ti ha insegnato nel corso della vita saranno tue alleate; per poterle mettere in pratica avrai bisogno del materiale corretto (che troverai nel negozio di fiori di Quinn, principalmente, o sparso in giro per il mondo). Una volta ricevuto ciò che più ti serve, potrai metterti all’opera; per farlo ti basterà girare alcuni meccanismi del tavolo runico presente nel negozio e seguire le indicazioni per far combaciare i vari ingranaggi. Girando l’intero sistema centrale o le rotelle attorno singolarmente andrai a creare delle combinazioni che, a loro volta, daranno “vita” alle posizioni.

Sonniferi, cure e chi più ne ha, più ne metta; ogni combinazione rappresenta non solo un risultato, ma anche il livello di potenza che possiede. Bene o male, gli enigmi presenti nel gioco li risolverai grazie a questo metodo e il tutto risulta abbastanza tranquillo e sensato. Niente difficoltà elevata, solo un po’ di logica che non guasta mai. Lo sappiamo che detta così sembra super difficile, ma fidati di noi: ti divertirai.

Per poter raggiungere i vari ambienti di gioco (dove incontreremo amici e nemici o materiali da utilizzare) ci servirà la mappa; non immaginarti qualcosa simile a ciò che possiamo trovare in un open world, perché non è così. La mappa in Arcadia Fallen è molto semplice, lineare, dove ti basterà selezionare il punto d’arrivo per essere lì in un battito di ciglia. Non solo, perché grazie alla mappa potrai leggere vari dialoghi tra i membri della squadra che ti faranno capire il livello del loro status e se il legame tra persona e persona cresce o diminuisce.

Arcadia Fallen

Vivere dentro un videogioco

Grazie a questo particolare, sembra che tutto sia magicamente vivo e non parliamo solo del fatto che avremo con noi demoni o creature bizzarre. Il gioco riesce a far sentire la “pesantezza” delle scelte fatte e ti fa capire che dovrai pensare con cura alle tue azioni. Tutto ciò rende Arcadia Fallen non solo una visual novel dal genere fantasy, ma anche un gioco di ruolo con elementi di simulazione.

E diciamo questo pur sapendo che le scelte fatte nei primi momenti di gioco risultano essere fittizie per poterti avviare all’avventura; non ti preoccupare, non si tratta di scelte così brutte e malpensanti. Una cosa che ancora non ti abbiamo detto è la durata di Arcadia Fallen ed è difficile poterti dare una risposta, in quanto dipende dal tuo comportamento in gioco. Noi abbiamo fatto svariate partite e possiamo assicurarti che in una di queste avevamo raggiunto le tre ore iniziali senza essere arrivati neanche a metà partita.

Tutto dipende dalla tua voglia di giocare e da cosa vuoi fare, perché probabilmente ciò che ti toglierà più tempo sarà la creazione delle pozioni alchemiche con le rune.

Vorresti provarlo? Purtroppo non sappiamo quanto sia il suo costo, ma potrai aggiungerlo alla lista dei desideri di Steam senza problemi. Per poter giocare ad Arcadia Fallen su PC dovrai rispettare i seguenti requisiti minimi:

  • Sistema operativo: Windows 7 (64-bit)
  • Processore: 2 GHz
  • Memoria: 2 GB di RAM
  • DirectX: Versione 9.0
  • Memoria: 1 GB di spazio disponibile

Scheda confidenziale su Arcadia Fallen

Sei un semplice alchimista in un villaggio tranquillo; studi, vivi la tua vita e ti impegni, per quanto ti è possibile, nel lavoro per aiutare Elizabeth: la tua mentore. Un giorno, però, decidi di metterti nei guai e succede qualcosa di grave. Qualcosa a cui in realtà non è possibile porre rimedio. Verrai aiutato e da lì, giovane alchimista, sarà tutto nelle tue mani.

Cosa mi piace

Cosa non mi piace

Sulla piattaforma di Steam sono presenti ben 20 achievement sbloccabili proseguendo tranquillamente nella storia di Arcadia Fallen; per molti di loro dovrai ricominciare il titolo svariate volte facendo, ovviamente, scelte diverse.

Grafica

90

Impatto

80

Longevità

80

Sonoro

90

Arcadia Fallen è bello, coinvolgente, simpatico e sembra di star giocando a un film, piuttosto che a un vero e proprio videogioco. Le ore passano senza accorgersene e questo, secondo la nostra esperienza con le visual novel, risulta essere un buonissimo segno per avere un prodotto degno di nota.

Una piccola perla creata da questo nuovo studio videoludico e, adesso, la domanda è: quali altre sorprese ci riserveranno?

Se questo è stato il loro primo prodotto, non osiamo immaginare cosa siano in grado di fare in futuro e non vediamo l’ora di scoprirlo.

VOTO COMPLESSIVO

8

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro