I più importantI anniversari del 2021 e cosa aspettarci

Il 2021 sarà un anno di importanti ricorrenze per le saghe più amate, ripercorriamole insieme

Pubblicità

Siege of Avalon: Anthology è la raccolta dei sei capitoli che compongono la campagna principale di Siege of Avalon, il videogioco di ruolo fantasy e di azione uscito il 19 luglio del 2000.

Speciale

Un nuovo anno è iniziato, carico di speranze e di novità; dal punto di vista videoludico, oltre al decollo della next-gen, questo 2021 sarà caratterizzato da tanti anniversari importanti per molte saghe. Tra di esse, raggiungeranno un età importante The Legend of ZeldaPokémon e Halo, insieme a tanti altri titoli amati. In questo articolo ne citerò alcuni, provando ad immaginare cosa ci aspetta nell’immediato futuro.

The Legend of Zelda

 Molto probabilmente, l’anniversario più importante e atteso è quello di The Legend of Zelda. L’action adventure di Nintendo è ha debuttato su NES nel lontano 1986 e in questi 35 anni è diventato un capostipite del genere, una pietra miliare per la grande N e una delle saghe più amate nella storia dei videogame.

Al momento, per quanto su internet girino numerosi rumor legati all’anniversario, non abbiamo alcun annuncio ufficiale in merito. Lo scorso anno, per celebrare i 35 anni di Super Mario Bros. è arrivata su Switch la collection Super Mario 3D All-Stars, che ha riscosso notevole successo tra gli appassionati, per analogia verrebbe da pensare ad un’operazione simile anche per Zelda.

Tra le ipotesi più gettonate infatti vediamo proprio quella che indica una raccolta comprendente Wind WakerTwilight Princess e Skyward Sword, titoli più o meno coetanei di quelli inseriti nella raccolta di Mario.

Più sicuro è il fatto che riceveremo maggiori notizie su Breath of the Wild 2; il seguito di uno dei capitoli più amati di sempre è stato annunciato nel corso dell’E3 2019 ma da allora, come da tradizione, Nintendo è stata parca di notizie in merito. Secondo alcuni rumor il titolo sarebbe dovuto uscire lo scorso anno, ma la pandemia avrebbe costretto il colosso nipponico a posticiparne il lancio di un anno.

Anche un titolo battle royale simile a Super Mario Bros. 35 sarebbe un’opzione gradita ai fan, vedremo cosa deciderà Nintendo  e se sarà ancora una volta in grado di sorprenderci.

Metroid

Oltre a Link, un altro personaggio storico di Nintendo debuttò 35 anni fa su NES: Samus Aran.

Con una delle prime protagonisti femminili della storia del videogame, il gioco ebbe un forte impatto grazie alla sua atmosfera, che consentiva ai giocatori di esplorare ambientazioni aliene affrontando creature sempre più potenti aumentando man mano le proprie armi.

Anche se Metroid come serie non ha raggiunto le vette di The Legend of Zelda, la sua rilevanza nel medium non può essere ignorata come parte del processo che ha portato alla creazione dei metroidvania.

Le avventure di Samus sono ormai ferme da parecchio tempo e da un po’ si vocifera che possa uscire Metroid Prime Trilogy, raccolta dei capitoli usciti su Wii e quale miglior occasione di un anniversario importante per presentarla ai giocatori?

Come per Zelda, anche i fan di Metroid aspettano impazienti informazioni sul prossimo capitolo della serie; Metroid Prime 4 è stato presentato nel lontano 2017 ma da allora sembra ci siano stati problemi nello sviluppo che ne hanno causato ritardi su ritardi. Potrebbe uscire quest’anno, tuttavia non ne sarei così sicuro.

Sonic the Hedgehog

 E’ tempo di anniversario anche per un’altra icona del gaming, Sonic il riccio che fa cifra tonda, avendo debuttato 30 anni fa sul Sega Megadrive.

Il velocista blu non è mai stato realmente fuori dalla luce dei riflettori, apparendo regolarmente in videogiochi, cartoni e recentemente in film live action.

Sega ha già creato il logo per il 30esimo anniversario della propria mascotte, e ha annunciato che ci saranno nuovi “giochi, contenuti digitali, eventi e annunci importanti”, per cui l’aspettativa è alta.

Tuttavia, a parte gli spinoff, non abbiamo capitoli principali dai tempi di Sonic Mania e Sonic Forces del 2017, sarà quindi interessante vedere che strada prenderà ora Sega.

F-Zero

 Uno dei pochi franchise abbandonati per strada da Nintendo F-Zero, che compie 30 anni.

Questa serie di corse futuristiche è ancora amata dagli appassionati, ma continua ad essere poco considerata da chi ne detiene la proprietà intellettuale. Del resto con i capitoli di Mario Kart che macinano record di vendite senza soluzione di continuità, Nintendo non vuole rischiare di immettere un altro racing nella libreria Switch.

Per quanto Captain Falcon sia una presenza fissa in Smash Bros., difficilmente lo rivedremo al volante. In un anno in cui due delle serie principali di Nintendo avranno delle ricorrenze da festeggiare è praticamente impossibile che F-Zero ritorni, a maggior ragione considerando che il 30esimo anniversario della serie creata daShigeru Miyamoto è già passato sotto silenzio in Giappone.

Pokémon

L’unica serie in grado di rivaleggiare con Zelda a livello di popolarità è senza dubbio Pokemon. Per i mostriciattoli tascabili gli anniversari sono ben 3 considerati i 25 anni dal primo capitolo, i 15 trascorsi dall’uscita di Diamante e Perla e infine i 5 anni dello spinoff per smartphone, Pokemon GO.

Considerato che parliamo di uno dei franchise più remunerativi di sempre, sicuramente Nintendo non si farà sfuggire l’occasione di celebrarne il compleanno.

Un nuovo Pokemon Snap è stato confermato per quest’anno e molto probabilmente non sarà l’unico titolo in uscita. Tra i rumor che si susseguono da mesi abbiamo anche Pokemon Let’s Go Johto indicato come titolo in uscita, ed anche questa è una possibilità concreta.

Così come potrebbe essere plausibile che venga riproposto anche qualche capitolo precedente, come per l’appunto Diamante e Perla.

Sicuramente Nintendo Pokemon Company troveranno modo di celebrare a dovere quella che rimane una delle saghe più popolari anche al di fuori dal mondo del gaming.

Resident Evil

 Terminati gli anniversari in casa Nintendo è il momento di celebrare i 25 anni trascorsi dalla nostra prima esplorazione di Racoon City sulla prima PlayStation. Da allora la serie di Capcom è diventata uno dei franchise horror più importanti, con film libri e fumetti dedicati.

Nonostante il calo di popolarità causato dai controversi Resident Evil 5 e 6, con il settimo capitolo la serie ha recuperato terreno e il futuro è sicuramente roseo per tutti gli appassionati.

Quest’anno sarà caratterizzato dall’uscita dell’ottavo capitolo, Village, che inaugurerà la next gen di Capcom.

Ulteriori indiscrezioni vorrebbero lo studio nipponico intenzionato a proseguire la strada dei remake, con Resident Evil 4 prossimo a ricevere un aggiornamento grafico entro l’anno.

Ma il franchise non è limitato ai videogiochi e al momento siamo in attesa di due serie TV, una animata e una live action, di prossima uscita.

Crash Bandicoot

Il peramele più Famoso al mondo si unisce alla folta schiera di titoli che raggiungono traguardi importanti; nel suo caso sono ben 25 anni.

Quello che era nato per essere la risposta di Sony allo strapotere di Super Mario, pur non raggiungendo la stessa popolarità è senza dubbio diventato uno dei personaggi più iconici della PlayStation.

Recentemente abbiamo assistito ad un importante ritorno di Crash Bandicoot dopo qualche anno di silenzio: nel 2017 è uscita la N.Sane Trilogy, due anni dopo è tornato Crash Team Racing e l’anno scorso abbiamo ricevuto l’ultimo capitolo della serie principale Crash Bandicoot 4: It’s About Time.

Non dovrebbero esserci festeggiamenti particolari quindi, tranne un titolo per mobile che promette bene.

PlayStation 3 e Resistance: Fall of Man

Una delle console più controverse di Sony, fino a questa generazione, PlayStation 3 compie 15 anni. Con un avvio stentato e ricco di critiche che si è trasformato in un buon successo entro la fine della generazione, i nipponici sono riusciti a battere di un soffio Xbox 360 con un totale di 87 milioni di pezzi venduti.

Uno dei franchise più importanti lanciati dalla console è sicuramente Resistance, che da qualche anno non vede nuove iterazioni. Questo doppio anniversario potrebbe indurre Sony e Insomniac ad annunciare il tanto atteso reboot della serie. Ma non ci scommetterei il mio ultimo euro.

Xbox e Halo

Da Sony passiamo a Microsoft che festeggia i 20 anni da quando, nel 2001, ha deciso di debuttare nel mercato delle console casalinghe.

La prima Xbox, chiamata affettuosamente “botolo” per via delle sue generose dimensioni non è mai stata un best seller, tuttavia ha dato vita a numerosi franchise importanti tra cui Halo, che compie 20 anni esatti.

Con una retrocompatibilità importante, non vedo cosa possa fare Microsoft per celebrare l’uscita della sua prima console. Sul fronte hardware, il colosso di Redmon ha proposto da poco un rifacimento del mastodontico controller originale, The Duke.

Anche sul fronte Halo tutti i capitoli sono già disponibili, anche in versione rimasterizzata con la Master Chief Collection, tuttavia il 2021 sarà un anno importante per il franchise, con l’uscita di Infinite prevista nel corso dell’anno ed una serie TV in arrivo.

Questi sono solo alcuni degli importanti anniversari che ci fanno sentire anche un po’ più vecchi e che prefigurano un 2021 ricco di novità per il nostro hobby preferito.

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Quale di queste saghe videoludiche è quella che hai più nel cuore?

0 0 vota
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

LEggi altro