Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

- Recensione

Il tiro con l'arco potrebbe essere un’attività noiosa a tratti?

arrowborn-vr-header
Simone Lambiase
Redattore

Almeno fino al momento in cui due sviluppatori appasionati di Quake fondano una casa di sviluppo loro, Kung Fu Robots LLC, e tirano fuori dalle loro teste Arrowborn VR. Il titolo è capace di distinguersi dalla massa di questi giochi simili grazie a due menti creative e che non hanno paura di creare qualcosa di innovativo nel classico. È  possibile acquistare Arrowborn su Steam ad un prezzo irrisorio di 12.49€

Un misto tra magia e frecce

Arrowborn VR ci porta in un mondo virtuale dove noi saremo degli arcieri e dove decideremo come giocare. Dovremo creare il loadout personale in base al nostro stile di gioco e in base alla modalità con cui vorremo giocare, scegliendo tra dodici tipi diversi di frecce con effetti diversi. Quelle più potenti saranno limitate da un mana massimo, con alcuni effetti anche molto particolari e carini e dei cristalli che, se equipaggiati, ci permetteranno di modificare a nostro piacimento le statistiche del personaggio, come per esempio incrementare la salute, la difesa o altro.

Avremo disponibili tre modalità di gioco diverse. Nella prima, a giocatore singolo, potremo dilettarci con il semplice tiro con l’arco per allenarci prima delle nostre battaglie o semplicemente per passare il tempo. La seconda, ispirata al genere dei tower-defense, ci porterà a difendere, saltellando da un punto all’altro della mappa, la nostra postazione assaltata dai mob generati dal gioco. La terza, quella che personalmente ho trovato più interessante, è la modalità multi-giocatore, in cui potremo scegliere se andare in un team-deathmatch, giocare con un nostro amico o entrare in una tempesta di frecce durante un tutti contro tutti. Ci sarà data nel gioco la possibilità di modificare il modo in cui spareremo le nostre frecce, per metterlo come meglio ci troviamo. Molto funzionale il sistema di gestione del danno, che in base al tipo di freccia e al punto del corpo colpito, farà contare più o meno danno.

Che sensazioni ci trasmette il gioco?

In Arrowborn VR abbiamo diversi tipi di ambientazioni, ci troveremo catapultati in castelli diroccati, borghi medievali, foreste e caverne impregnate di magia. La grafica non curata a livello maniacale, probabilmente come scelta degli sviluppatori, non penalizza il gioco, anzi lo rende più piacevole, colorato e divertente; devo dire che non è una grafica per tutti, le persone più pretenziose da questo punto di vista potrebbero snobbare un gioco che non merita di essere snobbato.

.

Le musiche piacevoli all’ascolto e gli effetti sonori che ci aiuteranno a capire la situazione e ci faranno immergere ancora di più in questa esperienza virtuale. Ci viene anche in auto il sistema di movimento, che per gli spostamenti semplici registrerà i nostri movimenti reali e per gli spostamenti più considerevoli ci darà la possibilità di saltare da un punto all’altro della mappa e di sparare durante il salto ai nostri nemici; cosa molto particolare, questi salti non danno sensazioni di nausea o mal di mare. Si aggiunge infine la funzione di vibrazione quando lasceremo l’arco andare, che ci farà sentire ulteriormente immersi all’interno del gioco. La fisica realistica e tutti gli elementi citati prima creano una perfetta esperienza virtuale.

Tutto questo fa di Arrowborn VR  un gioco ottimo per tutte le situazioni, una esperienza di realtà virtuale eccelsa e per finire un ottimo passatempo durante le nostre giornate.

 

à

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Mi piace

à

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Non mi piace

à

  •  
Trofei
Guida al voto

Voto per

Il titolo si pone come un gioco interessante, innovativo e sopratutto creativo, per essere stato creato solamente da due sviluppatori è considerabile un gran bel lavoro. Abbiamo tanta fiducia nei nuovi aggiornamenti che usciranno e che permetteranno di uscire dalla fase embrionale di accesso anticipato.
Impatto
Longevità
Sonoro
Grafica
6 Agosto 2018

Altro su

Ancora nessun contenuto

Commenta!

avatar