La cover di Alisa

Alisa, ecco il gioco horror retrò ispirato a Resident Evil

Il titolo horror sviluppato da Casper Croes e ispirato a Resident Evil sbarca ufficialmente sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter

Il mondo dei videogiochi non è fatto solamente di titoli “tripla A”, caratterizzati da una grafica accattivante e da colonne sonore incredibili, ma al suo interno sono altresì presenti moltissimi titoli ignoti che aspettano solamente di essere scoperti. A questo bel gruppetto di giochi appartengono sicuramente i titoli indie di tutte le categoria e oggi andremo a parlare proprio di uno di questi che finalmente ha fatto il suo trionfale ingresso all’interno della piattaforma di crowdfunding Kickstarter.

Arisa è l’ultima fantasia horror partorita dallo sviluppatore belga Casper Croes, il quale ha voluto trasportare il proprio pubblico all’interno di un gigantesco maniero anni ’20 ricco di segreti e infestato da tantissime bambole assetate di sangue. Il titolo presenta moltissime caratteristiche che sono state riprese direttamente da titoli più blasonati del calibro di Resident Evil, Silent Hill e Alone in the Dark.

Benvenuto nell’inferno delle bambole di Alisa

L’interessante impresa iniziata dal buon Casper è partita decisamente con il piede giusto, infatti, Alisa è già riuscita a superare la metà della cifra obiettivo fissata sulla piattaforma di crowdfunding, arrivando a un ottimo 10.410€ su 20.000€ a ben 27 giorni dalla fine della campagna. Puoi trovare la pagina dedicata ad Alisa sulla piattaforma di Kickstarter cliccando sul seguente link.
Approfittando dell’occasione, lo sviluppatore belga ha deciso di rilasciare un intrigante trailer del suo gioco in live-action che vede l’intrepida protagonista Alisa muoversi all’interno del maniero aiutata dall’enigmatico Pol, una bambola “animata da una mano” che mostrerà i propri segreti durante la terrificante avventura.

Screenshot dal gioco Alisa

Ovviamente stiamo ancora parlando di un titolo che naviga nel “mare dell’incertezza” e che dovrà aspettare pazientemente l’esito di questa campagna di raccolta fondi per poter sbarcare sulle principali piattaforme videoludiche, in particolare su quella di Steam. In ogni caso, se sei curioso di approfondire la tua conoscenza sul titolo sviluppato da Casper Croes ti lascio il link per raggiungere il sito ufficiale di Alisa.

Fonte

Cosa pensi di questo interessante titolo horror? Merita il favore del pubblico? Scrivilo nei commenti

Diego Savio Branciforti
0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI