Aground

Aground: in arrivo l’11 febbraio per console

Finalmente tutti coloro che sono in possesso di una console potranno mettere le mani su Aground, l'indie che è riuscito ad incantare Steam

Lo scorso anno fece il suo grande debutto nel mondo videoludico un GDR basato sulle meccaniche del mining e del crafting, che in punta di piedi riuscì a sconvolgere uno dei marketplace digitali più famosi al mondo. Il nome del gioco è Aground, un prodotto di Whitethorn Digital che con quasi 800 recensioni a carico è riuscito ad ottenere un 10 di votazione da parte della community.

Se questo non bastasse a convincerti della qualità del titolo sappi che il GDR in 2D inizia la sua storia come web game gratuito che dopo aver raggiunto i 3 milioni di giocatori, con migliaia di rating estremamente positivi, ha deciso di provare a debuttare nel mercato videoludico vero e proprio. Nonostante il suo aspetto semplice la gente ha amato il gioco ed ora dopo aver spaccato su PC Aground è pronto a prendersi quello che si merita anche nel mercato console.

Il titolo verrà infatti rilasciato per PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch il giorno 11 febbraio 2021 al prezzo di 12,99€ (il costo si basa sulla versione per la console Nintendo). Un curriculum d’eccellenza ed un prezzo tutto sommato economico fanno dell’indie in pixel art un must have per tutti coloro che sono amanti del genere e che cercano un’esperienza completa e appagante.

Una panoramica di Aground

Aground (2)

Ecco una piccola descrizione del titolo fornitaci dalla pagina ufficiale del Nintendo eShop:

“Aground è un GDR basato sul mining/crafting, con una trama, un obiettivo e delle motivazioni precise. Andando avanti, incontrerai nuovi NPC, sbloccherai tecnologie avanzate e forse ti imbatterai anche in un pizzico di magia. Sarai in grado di allevare dei draghi? Di andare nello spazio? Il cielo non è affatto il limite, in questo caso. Dietro il suo semplice aspetto grafico, Aground nasconde complessità e sorprese che ti faranno continuamente chiedere: “cosa mi aspetta dopo?”

Fonte

Proverai il titolo? Come ti sembra? Faccelo sapere con un commento qui sotto

Filippo Frascaroli
0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? clicca qui e commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI