Netflix

Activision denuncia Netflix per una violazione di contratto

Activision fa causa a Netflix per aver rubato il suo direttore finanziario, Spencer Neumann, licenziato all'inizio del 2019

Pubblicità

Uno shoot ‘em up colorato e vivace, sviluppato su base tecnica e con grandi potenzialità: Panorama Cotton è uno di quei titoli che ti fa divertire, seppur con qualche difetto

Speciale

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

In questi giorni, Activision Blizzard ha annunciato l’intenzione di denunciare Netflix per un presunto furto del direttore finanziario nel 2018.

Secondo Activision, Spencer Neumann, l’ultimo loro CFO, si è dimesso il 31 dicembre 2018 per poi annunciare due giorni dopo la sua nuova assunzione, sempre come direttore finanziario, per Netflix. Peccato che il suo contratto era di durata triennale e che sarebbe dovuto terminare il 30 aprile 2020.

Secondo il The Hollywood Reporter, afferma che “Netflix ha consapevolmente indotto Neumann a violare il suo contratto di lavoro” e, peggio ancora, “ha tenuto una condotta illecita quando Activision – con il contributo di Neumann – stava negoziando con Netflix una partnership commerciale per distribuire i contenuti mediatici della prima“.

Sfortunatamente, negli ultimi anni Activision sta ricevendo numerosi colpi, dal licenziamento di oltre 800 dipendenti fino alla chiusura del suo storico studio di Versailles in Francia

Activision e Blizzard

Spencer Neumann è stato assunto nel maggio del 2017 per una durata di tre anni, con la possibilità di prorogare per un altro anno e, in cambio di un “compenso“, egli avrebbe accettato diversi obblighi contrattuali che lo impegnano a tutelare il suo lavoro per Activision.

Inoltre, a causa della suo veloce trasferimento, Activision si è vista costretta a pagare fior di milioni per trovare un suo sostituto e altri milioni per evitare che altri colleghi se ne andassero. Denunciando il fatto, sperano che sarà Netflix a coprire tutti i costi, e di farla smettere di “indurre illegalmente i dipendenti di altri concorrenti a violare i loro contratti a tempo determinato“.

La nostra azienda continuerà a subire danni irreparabili tra cui, ma non solo, la perdita di valore dei suoi validi lavoro e alle opportunità commerciali, mentre gli imputati continueranno ad essere ingiustamente arricchiti dalla loro condotta illecita e ingiusta“, afferma la causa.

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Cosa ne pensi a riguardo?

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro