A Quiet Place

A Quiet Place, arriva il videogioco

Annunciato lo sviluppo di un videogioco ambientato nel mondo del famoso film horror

Pubblicità

Breakneck City è un picchiaduro old school, in grafica low pixel, che non ha troppe pretese, ma neanche troppa convinzione d’emergere: il risultato è un titolo grezzo, embrionale, che seppur divertente mantiene delle imperfezioni troppo evidenti

Speciale

Sei un grande appassionato di videogames? Hai sempre sognato di condividere le tue conoscenze e le tue opinioni con un vasto pubblico? Se la risposta è sì, perché non provare a diventare redattore di iCrewPlay.com?

Nel 2022 verrà lanciato un videogioco ambientato nel mondo del film A Quiet Place, un avventura horror in single player sviluppata da Saber Interactive (Evil Dead: The Game, World War Z), iLLOGIKA, insieme a EP1T0ME.

A Quiet Place

Shhhh..

A Quiet Place è stato uno dei film horror più apprezzati degli ultimi anni, ha avuto incassi incredibili anche per la “parte due” uscita in Italia il 24 giugno 2021, ed era prevedibile che ne venisse tratto un videogame horror. L’idea alla base della pellicola tratta di un invasione aliena da parte di creature che non vedono, ma hanno un udito molto sensibile, va da se che i pochi superstiti per rimanere in vita non devono produrre rumore. I film sono sorretti sul silenzio e la tensione che esso produce, finché qualcuno non sbaglia facendo baccano e richiamando sciami di alieni che banchetteranno con le sue carni.

A Quiet Place

Le dinamiche di tensione date dal rumore di A Quiet place , si sposano alla perfezione con un avventura in single-player di stampo horror e fa ben sperare il fatto che il titolo sia slegato dalla trama principale, ma solo ambientato nel mondo del film, potendo così raccontare una storia originale dedicata al videogioco. Il gioco è in sviluppo da iLLOGIKA, che annovera tra le sue fila talenti di franchise del calibro di Rainbow Six e Far Cry creando una notevole aspettativa perché le premesse per un bel gioco ci sono tutte. Non scordiamoci mai comunque che spesso i tie-in dei videogiochi tratti dai film non sempre hanno generato dei bei titoli anzi, ma quando un videogioco “sfrutta” l’immaginario di un bel film e lo piega alle necessità del gameplay e di una narrazione interattiva le speranze per un buon prodotto ci sono.

Pubblicità

Fonte

Pubblicità

Secondo te, la tensione palpabile del film sarà ben riprodotta nel videogioco? Scrivilo nei commenti!

0 0 voti
Voto
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Pubblicità
0
Mi piacerebbe sapere il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

LEggi altro