Sony potrebbe aiutare a ridurre i costi della carta per molte aziende grazie ad un nuovo tablet. Si chiama Sony DTP-RP1 ed è la versione aggiornata dal punto di vista hardware e software del vecchio DPT-S1.

E’ un tablet la cui caratteristica principale di montare uno schermo e-Ink che rappresenta il primo importante lavoro di Sony in tale ambito dopo la joint venture con la famosa azienda e-Ink Holdings.

Nell’estate del 2014 Sony lanciava il suo DPT-S1, una specie di lettore ebook dalle grandi dimensioni. L’obiettivo? Sostituire del tutto i fogli di carta.

Il suo funzionamento non aveva nulla di sconvolgente per qualità dello schermo e tecnologia utilizzata. Si avvicinava molto a quello degli e-reader più famosi con la differenza nel fatto che sul prodotto di Sony ci si poteva soprattutto scrivere. Nell’era dei contenuti 4K e HDR sembrava, però, davvero un passo indietro.

Ecco allora l’idea: lavorare su un dispositivo qualitativamente migliore, sempre rivolto alla massiva produttività on mobile.

Il nome in codice del progetto è DPT-RP1 e rappresenta il meglio che oggi Sony può offrire nel campo della digitalizzazione mirando a prendere il posto degli archivi cartacei, a scopo professionale.

Digitalizzazione è anche questo: lasciar perdere documenti e appunti di carta per puntare tutto su uno schermo di qualità.

Al momento si tratta di un oggetto d’élite a causa del prezzo, tuttavia come molte tecnologie sembra destinato a riscrivere il futuro.

Sony DPT-RP1

Caratteristiche del device:

Nello specifico il device di Sony possiede un display da 13.3″ con risoluzione 1650×2200. Assieme ad esso troviamo una stylus pen con cui poter scrivere e disegnare con precisione. Quest’ultima sarà facile da trasportare in quanto sul display vi sono degli appositi supporti. Lo schermo inoltre, a detta del produttore, non risulta essere scivoloso, favorendo il contatto della penna che si muoverà proprio come su carta.

Sarà molto semplice avere accesso a documenti, note o manuali salvati sull’applicazione proprietaria di Sony dal nome “Digital Paper App”. Tuttavia DPT-RP1 mostra un difetto, ovvero il supporto dell’unica estensione PDF. La compagnia giapponese potrebbe tuttavia sviluppare ed implementare un update in futuro.

Il processore di Sony DTP-RP1 è un bel Marvell IAP140 64-bit quad-core aiutato da 16 GB di storage interno, che permettono l’archiviazione di circa 10mila pdf. Buona anche l’autonomia promessa, che è di circa 5 ore.

Peccato per il prezzo, perché Sony DTP-RP1 costa 700 euro circa (80mila yen) e pur facendo a meraviglia tutto ciò di cui necessita il target a cui è indirizzato, forse aspetteremmo prima di acquistarlo (anche perché bisogna importarlo, visto che sarà disponibile solo per il Giappone dal 5 giugno). Al momento purtroppo non è stata fornita alcuna notizia relativa alla commercializzazione in altri paesi.

Il nuovo Sony DPT-RP1 minaccerà vecchie agendine e biro? Voi che ne pensate?