Ascolta il programma di approfondimento di iCrewPlay

Dopo avervi fatto un’introduzione generale su Assassin’s Creed Origins e avervi fornito una sorta di vademecum per iniziare il gioco, è il momento di fare mente locale sui luoghi, o meglio le mappe che saranno gli scenari entro cui procederà la nostra avventura.

L’atlante del mondo che ti troverai innanzi contiene le mappe di tutte le principali province, che dovrai esplorare. Ogni mappa, a sua volta, contiene i luoghi più importanti, con relative descrizioni. Le province di partenza sono quelle di Siwa, Nomo di Iment, Lago Mareotis, Alessandria.

Mappa di Siwa

le mappeSiwa è la provincia di partenza, dove puoi iniziare a completare le prime missioni che ti faranno poi raggiungere altre località. Siamo nel deserto più totale. Ad est trovi solo sabbia, a quantità industriale, mentre al centro, vedrai due corsi d’acqua che circondano la città. A Siwa puoi acquistare le armi dai fabbri, vestiti dai sarti e cavalli dalle stalle. La provincia ha anche due campi, in cui devi eliminare i nemici capitani. Vi sono dieci tesori da trovare, dislocati in diversi punti della mappa. Nella zona est del villaggio, vi sono, invece, tre luoghi in cui è possibile cacciare gli animali. Il livello di abilità che ti consigliamo di avere per completare questa mappa è da 1 a 5.

I segreti di Siwa
  • Tomba della Montagna dei Morti: nelle tombe, generalmente, troverai monete, oggetti, armi, ma soprattutto tavolette antiche, che ti fanno ottenere punti abilità. L’ingresso di questa tomba è situato in fondo ad una roccia. Entraci e prosegui diritto, verso il muro su cui sono disegnati dei dipinti. Utilizza un’arma da mischia per sfondare la parete. Prosegui ancora diritto, poi gira a destra appena il percorso si snoda. Qui trovi ragni a destra e a manca, ma non preoccupartene. Prosegui, fino a quando non trovi una gabbia. Spostala dopo aver distrutto i vasi sulla sua destra. Dopo aver spostato la gabbia, raggiungi la stanza che ti appare e prendi la tavoletta al suo interno. Il punto abilità è tuo!
  • Un Cerchio di Pietra: sono i luoghi in cui Bayek ricorderà di aver passato dei momenti con suo figlio. In totale sono dodici. Il solo trovarli ti darà 25 XP; completarli te ne farà aggiudicare 450. Li completi tutti? 3000 XP per te e il Trofeo Astronomo. Come risolvere un cerchio? Cerca nel cielo la costellazione inserita nel cerchio: sposta la costellazione sul cielo e vedi in quale porzione di questo va inserita. Se non riesci a farlo subito, tranquillo: un aiuto ti suggerirà dove inserirlo.
  • Papiro “Una Grande Bevuta”: completare i puzzle inseriti nei papiri ti permette di ottenere oggetti molto preziosi, quali armi o altre risorse. Per individuarli, ti consigliamo di usare la visione di Senu all’esterno del luogo in cui ti trovi. Se invece sei all’interno, tieni premuto il tasto SU per attivare il radar di Bayek. “Una Grande Bevuta” si trova nella Casa della Vita, nella provincia appunto di Siwa. Ecco l’enigma: “Mi troverai a Siwa in fondo all’unica coppa della grandezza di un Dio”. Con la visione di Senu potrai individuare una sorta di piscina nella parte orientale della città. Raggiungila e immergiti. Lì troverai una tomba aperta con un tesoro. Otterrai un artefatto raro e 300 XP.
  • tre sono i punti di osservazione da attivare: farlo aumenta la capacità di rilevamento di Senu.

La mappa del Nomo di Iment e Lago Mareotide

le mappe

Il Nomo di Iment e il Lago Mareotide sono province che raggiungi dopo aver lasciato Siwa. Per arrivare ad Alessandria, deve necessariamente percorrerle. Il lago Mareotide è essenzialmente formato da acqua e nasconde molti tesori. Un centro cittadino si trova nella parte sud occidentale della provincia. Il Nomo di Iment, invece, è un deserto gigante. In queste province vi sono sette campi nemici e quattordici tesori. In acqua e sulla riva vi sono, invece, quattro punti di caccia. Il livello consigliato per completare va da 6 a 8.

I segreti del Nomo di Iment e del Lago Mareotide
  • Due Cerchi di Pietra: uno si trova nella parte occidentale del tempio di Sekhmet, mentre l’altro nella parte meridionale del deserto.
  • Papiro “Terre Fertili”: Questo papiro si trova nella Sala Ipostila, al secondo piano del tempio. L’enigma del papiro ti condurrà in un luogo circondato da palme, in cui è stato costruito un recinto di pietra. Questo posto si trova a nord-ovest del tempio di Sekhmet a Yamu. Potranno esserci dei nemici: uccidili. Cerca una palma circondata dal recinto di pietra e, tra l’erba, ecco il tesoro. Ottieni un artefatto raro e 300 XP.
  • i punti di osservazione sono cinque.
  • un punto di viaggio veloce: nel gioco ci sono torri sparse in tutto il mondo, contrassegnate da un’icona dell’aquila sulla mappa. È necessario salire sulla torre e trovare il punto di sincronizzazione. Una volta sincronizzato, hai una visuale della zone di fronte a te. Questa ti offre le opzioni di viaggio veloce disponibili. Per usufruirne devi ritornare sulla torre.
  • è presente una statua di Tolomeo, che puoi distruggere per ottenere progressi.

La mappa di Alessandria

le mappe

Alessandria è una città accessibile percorrendo il lago Mareotide.  Qui dovrai compiere molte missioni principali e secondarie. Completando queste ultime, in particolare, andare avanti ti risulterà più agevole. Alessandria è la città più grande del gioco. Ha alcuni fabbri, sarti e le stalle. Inoltre, vi sono stanziati due campi nel centro della città e altri due, uno in periferia e uno in una nave, sulle acque tra Alessandria e Kanopos. Sono venti i tesori dislocati lungo la mappa. Il livello qui consigliato per completare tutte le missioni va dal 9 al 12.

I segreti di Alessandria
  • il papiro “Lo Sguardo di Pietra”: questo papiro si trova nel Serapeo, in uno degli studi sul lato destro. Il puzzle deve essere risolto in un’isola del Lago Mareotide, a sud-est. Qui trovi anche un punto di visualizzazione da utilizzare per un viaggio veloce. Raggiunta l’isola, esplorala a sud. Il tesoro è nascosto dietro la colonna bianca, situata sotto la statua di un grande faraone, seduto. Ottieni un artefatto raro e 300 XP.
  • il papiro “Silenzio Assordante”: questo papiro si trova a Iseion, sempre nella provincia di Alessandria. Qui c’è una zona tranquilla, lontana dal caos della città, dove le persone approfittano per pregare. E dietro ad un monumento, trovi il papiro. L’enigma ti porta su un’isola, a nord della zona principale della città. Non è possibile nuotare, ma dovrai usare Senu e trovare una palma caduta. Questa “punta” verso una spiaggia nelle vicinanze, nella parte meridionale dell’isola. Esamina questo posto e trova il tesoro: ottieni un artefatto raro e 300 XP.
  • il papiro “Valle Divisa”: Questo papiro si trova nella Grande Biblioteca di Alessandria e, nello specifico, sul tavolo accanto alle grandi scale che conducono al primo piano. Questo enigma va risolto nel Nomo di Sap-Meh. Nella parte centrale di questa provincia vi è la gola di Anthylla. Esplorala e raggiungi la tana del coccodrillo. Qui c’è un albero solitario, precisamente sulla piccola collina accanto alla tana. Utilizza Senu per trovarla. Quasi sulla cima, accanto a delle rocce troverai l’albero (unico tra tante palme, e per questo “solitario”). Ecco il tuo tesoro!
  • il papiro “Natura Crudele”: si trova nella Grande Sinagoga della provincia di Alessandria, in particolare su un tavolo del cortile principale della struttura. Il enigma può essere risolto nel Nomo di Canopo, ad est, nella foresta distrutta. Qui devi trovare l'”albero orfano”, con l’aiuto di Senu. Due alberi caduti te ne indicheranno uno più piccolo, ancora in piedi. È l’albero orfano! Il tesoro è situato proprio accanto alla palma e ti farà ottenere un artefatto raro e 500XP.
  • il papiro “Raggio della Speranza”: si trova nella Tomba di Alessandro Magno ad Alessandria, nello specifico su un tetto, dove sono presenti delle statue. È possibile raggiungere questo posto salendo una grande colonna . Il puzzle va risolto nella Depressione di Qattara, una zona piena di animali e banditi, con livelli che variano dal 37 al 40. Ti consigliamo di evitare di sfidarli, perché potrebbero avere la meglio su di te. Almeno per ora. Nella parte occidentale di questa zona, si trova l’oasi acquifera. Perlustrala. Potrebbe essere utile qui l’abilità Dawn & Dusk. Usala e aspetta fino al mattino. Usa Senu e cerca un piccolo albero, verso la fine della parte ombreggiata del’oasi. Vai lì ed è fatta.
  • vi sono tre punti di sincronizzazione.
  • vi è una postazione di viaggio veloce.

Nel prossimo capitolo di questa guida, passeremo in rassegna tutti i papiri da risolvere nel gioco.