Wolfenstein: Youngblood è un “miracolo”, secondo il producer

Secondo l'executive producer di Wolfenstein: Youngblood, Jerk Gustaffson, il gioco, in uscita il 26 luglio nella sua versione Nintendo Switch, è un "miracolo"

Wolfenstein Youngblood lootbox

Il nuovo capitolo della saga di sparatutto in prima persona, sviluppata da MachineGames e ambientata in un mondo distopico in cui i tedeschi hanno vinto la Seconda Guerra Mondiale, sarà intitolato Wolfenstein: Youngblood e il 26 luglio 2019 uscirà su PlayStation 4, Pc, Xbox One e Nintendo Switch. Quest’ultima versione, come esplicitamente detto dallo sviluppatore Jerk Gustaffson, sarà un “miracolo”.

Il titolo è un gioco cooperativo annunciato da Bethesda durante la sua conferenza E3 dello scorso anno. Ambientato nel 1980, diversi anni dopo la rivoluzione americana scatenata da B.J. Blazkowicz nel secondo capitolo ufficiale della serie, avremo la possibilità di impersonare le figlie del protagonista degli scorsi capitoli Jess e Soph con l’obiettivo di ritrovare il padre, scomparso nella Parigi occupata dai nazisti.

Riportiamo le parole, tradotte, dello sviluppatore a riguardo della versione Nintendo Switch del suo nuovo gioco:

A ogni produzione resto sempre impressionato dal lavoro degli sviluppatori di Panic Button, dal fatto che riescono a realizzare giochi di questa caratura. Con questo gioco stiamo spingendo il motore grafico al limite, come già accaduto con Wolfenstein II: The New Colossus. Questi ragazzi sono dei maghi.

Gustaffson ha poi aggiunto ed espresso la sua felicità nel poter collaborare con gli autori del gioco, definendolo un onore date le immense capacità del team di sviluppo e congratulandosi per il lavoro svolto, soprattutto per la versione portatile.

Si tratta del primo capitolo della serie ad avere inserito la possibilità di collaborare con un amico per affrontare i nemici più ostili. Grazie a nuove mosse e armi devastanti, si prospetta un titolo dall’alto livello di spettacolarità. Nonostante questo, è lecito domandarsi se le parole dello sviluppatore siano state rivelate per semplice promozione proprio prima dell’uscita del gioco o se sia realmente convinto delle sue dichiarazioni. Confidiamo comunque nell’ottima riuscita del prodotto Bethesda, in attesa dell’annuncio di un terzo capitolo della saga principale.

 

Acquisterai la versione Nintendo Switch di questo titolo? Cosa ne pensi delle parole dello sviluppatore? Faccelo sapere con un commento.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
>

Acquisterai la versione Nintendo Switch di questo titolo? Cosa ne pensi delle parole dello sviluppatore? Faccelo sapere con un commento.

0