Resident Evil 2: ecco il videoconfronto fra demo e originale

Il video della durata di 26 minuti rivela differenze importanti fra le due versioni

Live Twitch

marzo, 2019

mer20mar22:00TalkInizio ore 22:00

gio21mar0:00No Man's SkyInizio ore 00.00

Mostra altro

Se vuoi maggiori informazioni su inserisci la tua email qui sotto:

Chi ha avuto modo di provare la 1-Shot Demo di Resident Evil 2 Remake se ne sarà sicuramente accorto: le differenze con l’episodio originale uscito nel 1998 sono gigantesche. La versione di prova, distribuita gratuitamente sugli store digitali, mostra una sezione del gioco ambientata all’interno della leggendaria stazione di polizia di Raccoon City. Cliccate qui per l’anteprima completa di RE 2 Remake del nostro Alessio Dossena.

Già da questa prova emergono le molte differenze preannunciate, con una percezione dei rapporti fra personaggio e struttura molto più ristretti rispetto alla versione originale che faceva del sublime uno dei suoi aspetti fondamentali (di questo tratterò in un articolo futuro nel quale spiegherò anche perché Resident Evil 7 non è un vero Resident Evil). Inoltre, va aggiunto che le musiche hanno perso parte del fascino lirico che avevano nel 1998 in favore di una virata verso l’horror ansiogeno e claustrofobico odierno. Tutto a detrimento dell’atmosfera onirica e potente della versione originale.

Ad ogni modo, per comprendere la qualità effettiva di questo Resident Evil 2 Remake, non ci resta che attendere l’uscita definitiva del titolo che sarà disponibile da 29 gennaio 2019 su PlayStation 4, Xbox One e PC.

E tu, cosa ne pensi di questa versione Remake di Resident evil 2? Ti piace o sei rimasto indissolubilmente legato alla versione originale del 1998? Facci sapere la tua con un commento qui sotto.

Massimo Segante
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
avatar
1 Topic
0 Risposte alla discussione
0 Followers
 
Commenti con più reazioni
Hottest comment thread
  Sottoscrivi  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Alessio Dossena
Redattore
Alessio Dossena

Probabilmente l’assenza di quel tipo di musiche fa parte di una precisa scelta stilistica che vuole far concentrare il giocatore sui rumori in sottofondo, per tenerlo sulle spine. Anche se le musiche erano molto belle, indubbiamente..

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
X