Ascolta il programma di approfondimento di iCrewPlay

Per chi pensa che i giochi istighino alla violenza, ecco una bella notizia di solidarietà che potrebbe far cambiare idea a molti di voi. In questo caso parliamo di World of Warcraft, un gioco che si basa sulla violenza, sulle uccisioni di mobs e sugli scontri pvp, ma i cui players hanno un occhio per il sociale.

La corsa degli gnomi nasce come sensibilizzazione per il cancro al seno

L’idea è partita dalla gilda Seed, del server US The Scarlet Crusade, che nel 2009 ha organizzato una corsa i cui partecipanti erano gnomi di livello 1 con la particolarità di avere… i capelli rosa. Si svolge nel mese di ottobre, dedicato appunto alla sensibilizzazione sul cancro al seno. Nel 2010 hanno partecipato 150 persone, ma era solo l’inizio, il numero dei partecipanti è aumentato di anno in anno, tanto che nel 2013 c’erano 1000 gnomi dai capelli rosa alla partenza della corsa e nel 2014 il numero elevato di partecipanti ha causato un crash del server. Ogni anno vengono raccolti più di 1000 dollari in donazioni per la ricerca, e l’anno scorso la cifra ha superato i 5000!

Blizzard non è rimasta indifferente e quest anno la corsa non sarà più amatoriale, ma sarà ufficializzata!

La partenza è a Nuova Rabberciopoli, luogo di inizio per chi sceglie la razza degli gnomi, e si snoderà lungo 40 tappe per tutta Azeroth, con tanto di personaggi lungo il percorso che incitano i partecipanti. L’evento è già disponibile sul Public Test Realm.

Che dire, un fantastico esempio della sensibilità dei players, che contribuiscono alla ricerca sul cancro nel modo che sanno fare meglio… giocando!