In arrivo un nuovo Festival di letteratura e idee: il Festival di Letteratura Italiana di Londra (FILL). Si svolgerà il 21 e 22 ottobre p.v. nella capitale britannica.

Più di 30 ospiti tra personalità di rilievo e giovani emergenti. Autori italiani, inglesi e internazionali si incontrano per discutere di letteratura e dei grandi temi della contemporaneità come migrazioni, politica e cultura contemporanea.

Da queste basi partirà il Festival di Letteratura Italiana di Londra (FILL), un nuovo festival di letteratura e idee nato dalla comunità letteraria italiana a Londra e co-organizzato con l’Istituto Italiano di Cultura di Londra.

fill

FILL è in programma sabato 21 e domenica 22 ottobre. Grazie alla collaborazione con Print Room at the Coronet, si svolgerà negli spazi del Coronet Theatre di Notting Hill (Auditorium, Studio e Bar).

Il Festival è aperto a tutti. Si avrà la possibilità di assistere a conferenze, letture, eventi speciali e DJ set. Tutti gli incontri si terranno in inglese o in italiano con traduzione consecutiva.

Obiettivo primario di FILL è, inoltre, quello di favorire l’essere comunità: ambisce a costruire ponti e abbattere muri, guardando a una nuova prospettiva basata sulla “combinazione di insider e outsider, pensatori radicati in un paese e citizens of nowhere“.

Gli ospiti

Tra gli ospiti d’eccezione, lo scrittore Iain Sinclair che presenterà il suo nuovo The last London. E poi Giancarlo De Cataldo, che parlerà di romanzo e serial in epoca Netflix, il fumettista Zerocalcare, che incontrerà per la prima volta il pubblico londinese, e Christian Raimo con Jonathan Hopkin infine dialogheranno sulla politica italiana e il nuovo populismo europeo.

Il programma completo è disponibile qui.

fill

la Brexit sta già cambiando le coordinate del romanzo contemporaneo?

E’ a partire da questa domanda che si svilupperà il dibattito che animerà il Festival.

Quindi ci sarà un po’ di Italia a Londra per un confronto animato atto a creare un ponte tra l’Italia e una delle capitali più inquiete e vive d’Europa.