0
0

Super Mario: Authentic Freedom la recensione

Come un fulmine a ciel sereno arriva questo nuovo capitolo di Super Mario, ma non su Switch

LIVE DEL GIORNO Alle 15:00 Le notizie della settimana di iCrewPlay con Alessandro su Twitch

Da non perdere

Naviga tra i contenuti

Era nell’aria da tempo, tuttavia causa embarghi e divieti vari non ne abbiamo potuto parlare nemmeno sotto forma di mera news. Dopo anni di scontri l’impensabile è accaduto. Un titolo di casa Nintendo è arrivato su Playstation 4. E non un gioco banale, come potrebbero essere i titoli mobile sviluppati dalla grande N, ma bensì sua Maestà Mario con Super Mario: Authentic Freedom. Frutto, il tutto, di una joint venture che porterà su Switch altri capolavori, questa volta marchiati Playstation, come God of War e Gran Turismo Sport.

Ammetto che alla notizia, noi di iCrewPlay, siamo rimasti davvero scioccati, ma com’è questa prima incarnazione del titolo Nintendo su console Sony? Meravigliosa e se hai già sbirciato il voto a fine articolo, ti posso assicurare che non è una decisione presa a cuor leggero. È circa una settimana che ci stiamo giocando in redazione e lo abbiamo dovuto provare in 4 per capire se effettivamente tutto questo meritava così tanto, ma alla fine abbiamo deciso, all’unanimità, di decretarlo come l’esperienza più sublime che si possa avere sul monolite nero di casa Sony.

Hello it’s a me Mario!

La trama è la solita di sempre, ma qui viene spiegata tramite delle ottime cut scene. Saremo Mario, idraulico baffuto di origini italo-americane, impegnato nel portare in salvo la nostra amata principessa Peach. L’atmosfera, capiamoci, non è quella che si respira nel classico titolo “alla Nintendo”: qui il tutto è nettamente più maturo e i temi trattati, al contrario delle altre controparti Mariesche, sono quanto di più adulto ci possa essere (è stato vietato ai minori di anni 18). Il fatto di non girare per una mappa pre impostata, ma di avere tutto il regno dei funghi da poter esplorare liberamente dona un tocco molto più “Playstationaro” al titolo, ma ci sta davvero benissimo e la domanda che ci sorge spontanea è: “Perché non ci hanno pensato prima?”.

In più, nonostante la trama di base sia la stessa di sempre, si snoda in una maniera che sembra quasi uscita dalla mente del maestro Kojima.

[Seguono forti spoiler sulla storia del gioco]

Il tradimento di Luigi che passa al mondo oscuro di Bowser, la morte di Toad per non parlare dei diversi figli del nostro acerrimo nemico, che proveranno a dare una spiegazione alle azioni del padre. Tutto meraviglioso per davvero.

Grand Theft Mario: Mushroom Kingdom Stories

Se pensavi che a Super Mario potessero essere affibbiati solo giochi “user friendly”, Authentic Freedom arriva per togliere di torno questo cliché, perché siamo di fronte ad un free roaming maturo, bello, spettacolare, che si prende parecchie licenze sull’opera da cui viene tratto. Azzarderei che è un Grand Theft Auto, ma ambientato nel mondo dei funghi.

Le cose da poter fare sono davvero tante, dal poter rubare gli Yoshi, qui diventati al pari dei chocobo di Final Fantasy, al costruire nuove armi che prendono fortissima ispirazione dai vecchi capitoli usciti su console Nintendo. Avremo il fiore lanciafiamme, che potenziato diverrà un’autentica macchina di morte, riuscendo ad allargare il suo raggio d’azione.

Qui i funghi, da sempre uno dei marchi di fabbrica della serie, avranno il pretesto di aumentare la nostra barra della vita, mentre le stelle riusciranno a farci sbloccare nuove aree esplorabili. Molto interessante l’aggiunta di due personaggi provenienti da mondi Sony e Nintendo. Infatti a correre in nostro aiuto, nei momenti di difficoltà, avremo Link (che ci aiuterà specialmente con le sue doti di arciere) e Kratos (il quale è ottimo negli scontri corpo a corpo).

Now it’s real

La grafica è ciò che ha avuto il passaggio più evidente. Scordati una volta per tutte il mondo colorato e puccettoso di Super Mario per come lo conosci, il tutto è stato reso con una visualizzazione iper-realistica, che farà impallidire titoli tripla A come Death Stranding e Red Dead Redemption, i quali hanno fatto della realizzazione tecnica il loro cavallo di battaglia. Il nuovo engine, creato in collaborazione tra Sony e Nintendo, chiamato, giustamente, NiSo Engine (il quale è l’accoppiamento delle prime due lettere delle rispettive aziende) tira fuori da Playstation 4 qualcosa non credevamo fosse possibile, almeno finché non ci abbiamo messo le mani sopra.

Anche il sonoro, con i classici motivetti di Mario, rimasterizzati in chiave Heavy Metal, a cura dell’artista esploso su Youtube Family Jules, fanno egregiamente il loro lavoro. Peccato solo per il mancato utilizzo, come doppiatore di Mario, di Charles Martinet, tuttavia è una scelta che non ci sentiamo di condannare, vista la natura nettamente più matura del titolo. Al posto suo, nella versione italiana (perché sì, il gioco è totalmente doppiato in italiano), la voce di Maurizio Merluzzo, già doppiatore di Helis, uno dei cattivi di Horizon Zero Dawn, mentre per la versione USA è stato scelto niente popò di meno che Ray Liotta, che ha già a currilculum la voce di Tommy Vercetti in Grand Theft Auto: Vice City.

In soldoni, anzi monetine

Che dire, Super Mario: Authentic Freedom è semplicemente il miglior gioco mai creato. L’esperienza definitiva che ogni appassionato di Videogiochi (con la V maiuscola) vuole e deve provare. Tutto è stato curato maniacalmente, dal gameplay, alla storia fino al sonoro. E la grafica, il quale è uno dei punti più scioccanti di tutti il titolo, semplicemente perché non siamo stati abituati ad una cosa del genere, rende davvero meravigliosamente. Non ci sono parole per descriverlo, se non: provalo, giocaci, goditelo

 

 

 

 

 

…e buon pesce d’aprile.

Ti potrebbe interessare...
Super Mario Kart
Old But Gold #41 – Super Mario Kart
Sono passati ben ventisette anni dall’uscita di uno dei titoli che hanno fatto la storia dei videogiochi: stiamo parlando di Super Mario Kart, pubblicato per…

0

Commenti

1149

Miei

0
0

Registrati!
in iCrewPlay diamo valore al tuo pensiero!




Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

0