Kakegurui: pazzi per il gioco d’azzardo

kakegurui
kakegurui

In questo articolo andremo alla scoperta di un anime presente nel catalogo di Netflix: Kakegurui.

Kakegurui vede le sue vicende ambientate all’interno dell’accademia Hyakkaou: una delle più famose scuole presenti in Giappone. Vanta la presenza di studenti provenienti da famiglie prestigiose, collocate ai piani alti della piramide sociale. Gli eredi di tali famiglie vengono iscritti all’Accademia affinché ricevano una formazione adeguata: essere in grado di sviluppare una strategia vincente, capire e anticipare le mosse del proprio avversario, avere la forza e la volontà di raggiungere il successo e la vittoria a ogni costo.

Queste sono le attitudini principali che i giovani studenti acquisiscono frequentando l’Accademia. In che modo è possibile sviluppare e affinare queste abilità? Semplice: tramite il gioco d’azzardo. L’anime ispirato al manga intitolato anch’esso Kakegurui: scritto da Homura Kawamoto e disegnato da Tōru Naomura, in Giappone è serializzato sulla rivista Gangan Joker di Square Enix.


In Italia la casa editrice J-pop si occupa della sua pubblicazione e distribuzione. Rientra nel genere shonen (rivolto ad un pubblico maschile), l’opera prodotta da MAPPA conta una stagione di 12 episodi. Regia di Yūichirō Hayashi, la composizione della serie è accreditata a Yasuko Kobayashi, la colonna sonora è a cura del trio conosciuto con il nome Technoboys Pulcraft Green-Fund.

Kakegurui-ryota-jabami

Kakegurui-ryota-jabami

In Italia Kakeguri è presente sulla piattaforma di streaming Netflix dal il 1º febbraio 2018. L’Accademia Hyakkaou è famosa per la presenza di studenti provenienti da famiglie prestigiose, oltre che per il suo sistema scolastico unico nel suo genere. Di giorno è una normale scuola dove gli studenti seguono le lezioni, dopo l’orario scolastico l’edificio si trasforma in una bisca nella quale i ragazzi si sfidano a diversi giochi d’azzardo.

Queste partite e questi giochi seguono regole ben precise dettate dal Consiglio Studentesco, composto dagli studenti della scuola più bravi nel gioco. Il sistema è molto semplice e divide la scuola in due classi: Umani e Bestie, la cui classifica viene definita sia dalla bravura al gioco d’azzardo sia dalla quantità di denaro donato dagli iscritti e le loro famiglie, nei confronti dell’Accademia.

Gli Umani sono costituiti dai ragazzi che riescono a non perdere tutto il loro capitale al gioco e sono abbastanza alti in classifica grazie alle donazioni, le Bestie sono invece coloro che hanno contratto debiti nei confronti di altri compagni di scuola e del Consiglio Studentesco, o che non riescono a rientrare nella classifica dei donatori.

Questo tipo di debito è saldabile vincendo al gioco d’azzardo o accettando un accordo con il Consiglio stesso; in questo caso lo studente impegna la propria vita in un programma matrimoniale e di carriera, deciso dai membri che lo compongono. La gerarchia imposta dall’attuale Presidente del Consiglio Kirari Momobami, viene sconvolta dall’arrivo di Yumeko Jabami: all’apparenza normale studentessa e in realtà giocatrice d’azzardo incallita.

Dimostra la sua bravura nel suo primissimo giorno di scuola battendo a una partita di “carta, sasso, forbice” la studentessa Mary Saotome, liberando dallo status di Bestia il suo compagno di classe Ryota Suzui e declassando invece la sfidante Mary. Yumeko, sempre più incuriosita da quel sistema scolastico, continua a investigarne il funzionamento fino a quando non scopre che per eliminarlo, è necessario battere il Presidente del Consiglio studentesco.

Comincia così il suo percorso, lungo il quale è pronta a sfidare tutti i membri del Consiglio Studentesco fino ad arrivare al suo Presidente.

 

kakegurui-personaggi

kakegurui-personaggi

Doppiatori e personaggi principali:

Saori Hayami (Lavinia Paladino) – Yumeko Jabami: studentessa appena trasferitasi all’Accademia Hyakkaou, attira subito l’attenzione degli studenti per il suo bell’aspetto. Nonostante l’apparenza dolce si rivela ben presto una giocatrice d’azzardo incallita, da cui trae piacere ogni volta che la partita diventa interessante e difficile da giocare.

Tatsuya Tokutake (Sacha Pilara) – Ryōta Suzui: ragazzo gentile e abile giocatore d’azzardo, viene ridotto al rango di Bestia dalla compagna di classe Mary Saotome. Durante la partita della ragazza contro Jabami, obbligato a obbedirle, coordina la sessione di gioco per permettere al Mary di vincere. Dopo essere stato scoperto dalla stessa Jabami, si scusa successivamente con lei.

Yumeko paga il debito del ragazzo permettendogli di recuperare il suo status da Umano. Durante la storia, stringe una bella amicizia con la protagonista, nei confronti della quale diventa molto apprensivo a causa dell’abitudine di quest’ultima, di giocare in modo, a suo parere, avventato.

Minami Tanaka (Jessica Bologna) – Mary Saotome: figlia di un ricco imprenditore era classificata tra le migliori giocatrici dell’Istituto, fino all’arrivo di Yumeko. Battuta dalla ragazza viene declassata a Bestia a causa del suo debito nei confronti della studentessa. Cercando di recuperare il suo status di Umano, sfida un membro del Consiglio Studentesco contro la quale perde aumentando uterioramente il suo debito.

Nonostante inizialmente sembri mal sopportare la protagonista, finisce inevitabilmente di legarsi a lei.

Membri del Consiglio Studentesco:

Miyuki Sawashiro ( Giorgia Locuratolo) – Kirari Momobami: Presidente del Consiglio studentesco, conquista il ruolo battendo uno per uno, tutti i membri del Consiglio e il precedente Presidente. Ne costituisce successivamente uno nuovo, composto dagli studenti più bravi nel gioco d’azzardo e istituendo la Gerarchia scolastica basata sulle donazioni (Umani e Bestie).

Karin Nanami (Francesco Rinaldi) – Ririka Momobami: sorella gemella di Kirari, il suo viso è sempre nascosto da una maschera bianca e la sua voce è contraffatta. É la vicepresidente del Consiglio e nell’anime la si sente parlare davvero di rado. Di aspetto è identica alla sorella, dalla quale si differenza dal mancato uso del rossetto azzurro e dello smalto del medesimo colore.

Yuki Wakai – Itsuki Sumeragi è la prima sfidante di Yumeko Jabami: figlia di un imprenditore produttore di giochi, approfitta di ogni sua partita per pubblicizzare a scuola le ultime uscite di giochi e gadget. Spesso li usa durante le sessioni di gioco, nascondendo in essi trucchi e segreti per poter vincere sempre.

La sua famiglia è molto famosa e Itsuki spesso usa il loro prestigio per ottenere qualunque cosa voglia: che siano le unghie umane del suo avversario o un posto nel Consiglio Studentesco. Battuta da Yumeko, continua a seguirla e supportarla sperando che un giorno rovesci dalla sua posizione, l’attuale Presidente del Consiglio.

Karin Nanami (Francesca Rinaldi) – Yuriko Nishinotouin: Presidente di un club scolastico composto solamente da ragazze, riesce tramite l’aiuto di altri membri del consiglio a battere in modo sleale Yumeko Jabami, declassandola allo stato di Bestia.

Yuu Serizawa (Alessandra Berardi) – Yumemi Yumemite: part-time Idol e addetta alle pubbliche relazioni del Consiglio Studentesco. All’apparenza sembra una ragazza molto dolce e solare, in realtà è fredda calcolatrice e opportunista. Il suo unico sogno è diventare una famosa attrice di Hollywood.

Mariya Ise (Sophia De Pietro) – Midari Hikishima: amante del rischio con tendenze suicide, predilige giochi in cui al posto dei soldi si scommette la propria vita. Non è raro vederla girare con una pistola con la quale gioca spesso alla Roulette Russa. Dopo aver giocato la sua partita con Yumeko, sviluppa nei suoi confronti un’ossessione mista ad adorazione.

Tomokazu Sugita (Michele Botrugno) – Kaede Manyuda: è l’ultimo sfidante del Consiglio con la quale si confronta Jabami. Durante il loro scontro annuncia ufficialmente la sua volontà a voler detronizzare l’attuale Presidente del Consiglio per prenderne il posto.

Mayu Udono (Veronica Cuscusa) – Runa Yomozuki: il suo aspetto e l’altezza la fanno sembrare più piccola della sua età, indossa sempre una felpa arancione con orecchie da coniglio blu cucite sul cappuccio. Sadica e priva di scrupoli, si diverte a vedere gli altri fallire per poi prenderli in giro.

Considerazioni finali:

Kakegurui è un anime da guardare con attenzione: la presenza di alcune scene delicate potrebbe non renderlo adatto a ragazzi minorenni. Oltre al gioco d’azzardo, vengono trattate diverse tematiche all’interno dell’anime: comportamenti ossessivi compulsivi, violenza fisica e psicologica nei confronti degli studenti classificati come “Bestie”, personaggi con tendenze suicide.

La protagonista è una ventata di novità all’interno dell’Accademia, la sua generosità nel voler offrire la somma vinta nella sua primissima partita a scuola, per liberare dallo status di Bestia il suo compagno di classe Ryota, lascia intravedere il lato nobile e gentile della ragazza.

Le scene relative alle sessioni di gioco d’azzardo sono dettagliatissime: insieme ad una prima spiegazione delle regole, seguono primi piani a volte inquietanti delle espressioni visive dei giocatori. Rabbia, felicità, paura, ogni sentimento è raffigurato con espressioni dettagliate dai tratti grotteschi.

Ad un primo sguardo, Jabami sembra uno Sherlock Holmes del gioco d’azzardo, dopo la prima partita è in grado di conoscere trucchi o strategie dell’avversario ed è in grado di ribaltarle a proprio favore. Il gioco d’azzardo la trasforma spesso in una yandere: i suoi occhi si tingono di rosso rivelando la sua natura ossessiva e avventata.

kakegurui-jabami

kakegurui-jabami

Tutte da scoprire le storie che si celano dietro ogni singolo personaggio, ognuna di esse completa il quadro di ognuno di loro permettendo allo spettatore di approfondire meglio comportamenti e modi di fare. Una volta cominciato, l’anime è quasi impossibile smettere di guardarlo: la curiosità spinge a divorare il prossimo episodio per scoprire in quale gioco d’azzardo verrà sfidata Yumeko.

Le scene di computer grafica rendono l’opera ancora più gradevole, offrendo allo spettatore scene davvero gustose soprattutto durante le sessioni di gioco. La follia, la bramosia, l’eccitazione che pervade ogni singolo giocatore durante le partite, sono il condimento perfetto per questo anime che non smette di stupire fino alla fine.

Rivolto ad un pubblico maggiorenne o perlomeno adulto, le tematiche forti potrebbero a volte disturbare o infastidire. Uno spaccato della società moderna rappresentato all’interno di un’Accademia, dove troviamo situazioni e storie che possiamo tranquillamente ritrovare nella nostra vita quotidiana. Il finale aperto ed è ovviamente il segno che seguirà una seconda stagione della quale al momento non abbiamo nessuna notizia.

Redattore
Fin da bambina appassionata di anime, manga, videogiochi e libri. Una volta cresciuta ho iniziato a scrivere delle mie passioni senza smettere un momento di seguirle.

Di la tua!

0 0

Commenta!

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami

Lost Password

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.