Pagare al ristorante semplicemente sorridendo? da oggi si può!

Smile to Pay è un sistema che permette agli utenti di saldare il proprio conto semplicemente sorridendo a un sensore.

La novità arriva dalla Cina, dove, nei ristoranti della catena K Pro a Hangzhou, la società Ant Financial ha introdotto questa strana modalità di pagamento.

Ant Financial è una azienda che gestisce la piattaforma di pagamento online Alipay, molto diffusa negli store online cinesi, primo tra tutti Alibaba.

Quindi, per saldare il conto basta sorridere a un macchinario, dotato di riconoscimento facciale.

Il sensore è stato progettato da Yum China Holdings Inc, una tra le aziende più attive nel settore alimentare in Cina.

Per poter pagare con il sorriso bisogna registrarsi all’app del servizio KPro.
Come funziona?

Una volta registrati all’app per il pagamento con riconoscimento facciale, ci basterà sorridere.

Il sistema Smile to Pay, dotato di apprendimento automatico, è stato testato con oltre 600 volti.

Grazie a delle telecamere 3D e a uno specifico algoritmo per il rilevamento, l’apparecchio è in grado di identificare le persone in pochi secondi e riconoscerne l’account associato per abilitare il pagamento.

smile to pay

Per motivi di sicurezza, successivamente al pagamento, si dovrà inserire il proprio numero di telefono associato al conto. Ciò per essere ricontattati in caso di eventuali problemi. 

Ant Financial ha assicurato che il sensore per il riconoscimento del volto usa l’identificazione biometrica per individuare le persone. In questo modo non è possibile ingannare la macchina e, per esempio, provare a pagare con una foto.

Per ora il KFC di Hangzhou è il primo ristorante al mondo che permette questo genere di pagamenti, ma presto altri locali si doteranno di questo sistema.

Per pagare in futuro, quindi, non avremo bisogno di contanti, carte di credito e nemmeno di uno smartphone per portare a termine il tutto.

Chissà se, e poi quando, arriverà anche in Occidente questo bizzarro metodo di pagamento…