Ascolta il programma di approfondimento di iCrewPlay

Ed eccoci qui con un nuovo articolo tutto per voi! Oggi parleremo dei libri distopici. Vi proporrò i miei Top five!

I distopici rappresentano quel genere di libri che trattano di un mondo relativamente futuro, in cui la gente cerca di sopravvivere ad una apocalisse o ad un sistema totalmente diverso da quello che conosciamo, un sistema freddo e calcolatore che non lascia spazio agli errori. Sono libri che secondo me dovrebbero far parte della libreria personale di ogni lettore.

Mettetevi comodi, prendete una bella tazza di tè fumante e diamo inizio alla classifica!

Al 5° posto troviamo:

The Hunger Games – Suzanne Collins

So già che vi starete chiedendo “come mai solo al quinto posto?!”. Tutti conoscono il famosissimo bestseller di Suzanne Collins. Chi per la trilogia letteraria, chi per i film e le parodie. Il mondo di Hunger Games è entrato almeno un po’ nei nostri cuori.

Ci troviamo in un mondo post-apocalittico in cui 24 ragazzi vengono sorteggiati e spinti in un combattimento all’ultimo sangue, per puro scopo ludico. Katniss, la nostra protagonista, cercherà in tutti i modi di sopravvivere e di non farsi sottomettere dalla realtà in cui si ritrova.

La lettura è molto scorrevole. La trama ti tiene incollato al libro per ore. Anche l’idea è molto originale. L’unica pecca: i personaggi.  A mio parere non hanno ricevuto lo spazio meritato. Il problema potrebbe essere rimandato al fatto che il libro è scritto in prima persona e di conseguenza conosceremo i personaggi solo da punto di vista di Katniss, la protagonista. Su di lei, nulla da dire se non che me la sarei aspettata con un maggiore spirito di iniziativa, essendo consapevole di essere “il fuoco” della rivolta.

Tuttavia, resta una serie che merita di essere letta.

Al 4° posto:

Flawed. Gli Imperfetti – Cecelia Ahern

In un mondo in cui la perfezione è tutto e l’imperfezione viene condannata con un marchio a fuoco sulla pelle, nessuno si sarebbe mai aspettato che Celestine, la ragazza che tutti vorrebbero essere, nonché futura moglie del figlio del giudice Crevan, verrà condannata da lui stesso come fallata.

Allontanata dalla famiglia, arrestata e umiliata, la ragazza dovrà superare questa situazione e cercherà di combattere per i suoi diritti.

La tematica è piuttosto originale e il racconto è molto fluido. Tuttavia, ho avuto, anche in questo caso, la sensazione che la storia fosse stata raccontata troppo velocemente e senza dare modo ai personaggi di essere ben rappresentati.

Al 3° posto:

Il Giardino degli Eterni – Lauren DeStefano

In un futuro non molto lontano, gli scienziati hanno trovato la cura per il cancro, ma ad un prezzo molto amaro. Tutti i Ragazzi sono condannati a morire a soli 25 anni e le ragazze al 20esimo compleanno. Per salvare l’umanità, le giovani ragazze vengono date in sposa a differenti ragazzi e le più belle vengono date in moglie ai governatori. Uomini potenti, di prima generazione che a differenza di quelle nuove non conoscono la morte.

La nostra protagonista verrà rinchiusa dunque in una gabbia d’oro, nello sfarzo da cui cercherà di scappare. Verrà, poi, a conoscenza di oscuri segreti riguardo brutali esperimenti su cavie umane.

Questa è una di quelle storie che ti prende e non ti lascia più. La protagonista ha una forza e un carattere incredibili. Anche quando non ci sono vie d’uscite continua a sperare nell’impossibile.

Il concept non è dei più originali, ma è una lettura piacevole e molto scorrevole.

Il 2° posto va a:

Il Programma – Suzanne Young

Uno dei miei libri preferiti in assoluto. Un romance dispotico ambientato in un mondo in cui la tristezza, le lacrime e la sincerità non esistono. La percentuale di ragazzi afflitti da depressione hanno raggiunto i picchi storici. Ma finalmente è stata trovata la cura, “il programma”.

I nostri protagonisti devono dimostrarsi più forti di quello che sono, almeno fino ai 18 anni, età in cui potranno sfuggire al “programma” che potrebbe cambiarli per sempre. Preferireste tenervi il vostro dolore e le vostre esperienze o dimenticare tutto ciò che vi è familiare e ricominciare da capo?

Anche in questo caso la scrittura è molto fluida. Sono restata incollata al libro fino a quando non ho letto la parola “Fine”. Ho adorato il concetto di un mondo senza dolore in cui la felicità (o per lo meno la facciata della felicità) viene al primo posto. Ai personaggi viene dedicato il giusto spazio. Essi sono persone normali in cui ognuno di noi può rispecchiarsi. Riderete e piangerete insieme a loro, immedesimandovi nei loro piccoli e grandi problemi.

… ed eccoci al fatidico 1° posto:

Never Sky – Veronica Rossi

Uno dei miei libri preferiti in assoluto. Un mix tra distopico, romance e paranormale, con una trama originale. I personaggi sono ben individuati, con molti dialoghi e cambi di prospettiva nei diversi capitoli tra i due protagonisti, Aria e Perry.

Entrambi vivono sotto il “never Sky”, un cielo oscuro e temibile fatto di etere che può ucciderli in un istante. Aria è protetta sotto la cupola di Reverie in un luogo altamente tecnologico. Perry, un outsider, al contrario si trova all’esterno combattendo la fame e proteggendo la tribù di suo fratello.

Eppure Aria verrà condannata ingiustamente e cacciata da Reverie. Si troverà per la prima volta all’esterno dove anche solo l’aria potrebbe ucciderla. Sola. Ma forse per la prima volta comprenderà cos’è veramente la vita.

Al loro incontro dovranno unirsi perché l’uno è indispensabile all’altro per raggiungere il proprio scopo.

Con questo è tutto! spero che la classifica vi sia piaciuta e che magari vi abbia fatto venire voglia di leggere uno di questi libri, che per me rappresentano i migliori 5 libri distopici finora letti!