Finalmente l’Europa sancisce un decreto che sigla la fine del Roaming nei paesi facenti parte dell’UE (Unione Europea).

Il progetto “Roam like at home” mette le proprie basi 10 anni fa ormai, tante le polemiche tra le compagnie telefoniche e alcuni paesi contrari all’abolizione, ma finalmente un accordo è stato trovato.

A partire infatti gia dal 15 giugno 2017 i prezzi saranno drasticamente ridotti, passando da un tetto massimo di 50 € (!!) ad uno di 7 € circa per gigabyte, stesso discorso per chiamate e messaggi; il progetto sarà a lunga durata in quanto i costi continueranno progressivamente a scendere fino ad arrivare intorno al 2022 (stimato) dove avremo un costo massimo di 2,5 € per gigabyte, 0.030 € per le chiamate e 0.01 € per i messaggi di testo.

Insomma il poter spostarci da un paese all’altro evitando noiosi cambi di tariffe (comunque poco convenienti) sta per diventare realtà, da questo il titolo del progetto. Una bella notizia per tutti i viaggiatori incalliti che beneficeranno di questo vantaggio.

Ci sono comunque alcuni paesi che sembrano restii ad accettare questa innovazione, nulla di preoccupante o irrisolvibile, ma comunque il Parlamento Europeo ha fatto sapere che il tutto sarà comunque messo in pratica nei paesi che hanno aderito all’iniziativa, e che nel frattempo si lavorerà per superare questi ultimi piccoli ostacoli.

Un altro piccolo passo verso un Europa sempre più unita e priva di barriere, e di questo non possiamo che gioire…..

CONDIVIDI
Articolo precedenteNicalis annuncia l’uscita su Nintendo Switch di CaveStory+
Articolo successivoUncharted: The Lost Legacy potrebbe durare 10 ore
Ciao a tutti sono Roberto, un ragazzo napoletano di 27 anni. Ho tante passioni oltre allo Sport e al canto, tra le quali i videogiochi, la tecnologia e tanto altro. Grazie al canto ho conosciuto iCrew entrando nel ciruito Sing, ed è stato subito amore, da quel momento ho deciso di sposare in pieno la causa...e tutt'oggi ne sono estremamente contento!!!