Un nuovo caso di sex toy che registra le sessioni degli utenti

Una situazione che si era già proposta qualche tempo fa quella del sex toy che spiava gli utenti. Ebbene, non sembra essere un caso isolato, in quanto anche il prodotto di un’azienda cinese ha riscontrato lo stesso problema, creando malcontenti e lamentele.

Lovense Remote è infatti l’applicazione per mobile che funge da pannello di controllo per il “giocattolo del piacere” in questione. Pannello nel quale alcuni utenti, hanno trovato qualcosa da far raggelare il sangue: la registrazione dell’intera ultima sessione in una cartella locale dell’app. La segnalazione è arrivata su Reddit da parte di uno degli sfortunati protagonisti, anche se molte altre sono arrivate a seguire.

“Un bug minore”, si è giustificata prontamente l’azienda produttrice del prodotto. Sembra che per poter funzionare bene, l’app registrasse in locale una registrazione temporanea della sessione, per permettere allo smartphone di gestire il funzionamento del giocattolo; tuttavia, a causa di questo bug, il file non veniva cancellato automaticamente, almeno fino al successivo utilizzo, quando veniva sovrascritto con quello più recente.

Il problema è già stato risolto, ma non è la prima volta che viene riscontrato. Già con Hush infatti, stimolatore anale della medesima azienda, un problema sul Bluetooth causava una falla simile.

Insomma, stimolarsi è buono e giusto, ma certe cose andrebbero fatte nella massima attenzione in quanto strettamente intime e personali. Speriamo che casi del genere non si verifichino più, e se così non fosse… beh, saremo qui pronti a parlarne…