Analizzando le riviste giapponesi…

Tutti gli appassionati della cultura nipponica hanno sentito parlare almeno una volta delle riviste giapponesi che vengono pubblicate ogni settimana, ogni due oppure ogni mese. All’interno di queste possiamo trovare interviste, capitoli di manga e tanto altro.

Ci sono però tante tipologie di riviste. La prima distinzione, e la più grande che si deve andare a fare, è quella tra riviste maschili e riviste femminili. All’interno di questa macrocategoria troviamo le riviste per adulti, per ragazzi e per bambini.

Come possiamo vedere la scelta è difficile e bisogna fare attenzione durante l’acquisto, scegliendo la rivista a seconda di quello che desideriamo leggere.

Riviste maschili

Partiamo quindi da quelle che sono le riviste riservate esclusivamente ad un pubblico maschile. Queste sono divise a seconda dell’età a cui sono destinate. A seconda degli anni queste hanno un nome preciso:

  • Kodomo (8-12 anni)
  • Shōnen manga (12-18 anni)
  • Seinen manga (18-20 anni)
  • Shukaijin (per tutti quelli che sono già entrati nel mondo del lavoro)

Tra le riviste più importanti troviamo CoroCoro Comic e Shūkan Shōnen Sunday di Shogakukan, Shonen Magazine e Gekkan Shōnen Magazine di Kodansha e Shūkan Shōnen Jump e Weekly Young Jump della Shueisha.

Da queste teniamo invece separate due tipologie di riviste. Una è quella che si può trovare soltanto nelle stazioni e ha come scopo quello di intrattenere i viaggiatori durante il loro tragitto in treno. L’altra invece è la rivista tipicamente per adulti con contenuti a tema milf o lolicon.

Riviste femminili

Le riviste femminilii, rispetto alle sopra citate riviste maschili, hanno delle divisioni più soft. Infatti si dividono solo in due parti: shōjo manga e jōsei manga. Separate da queste, come per le riviste giapponesi maschili, teniamo Le riviste yuri e yaoi e le riviste per adulti al femminile.

Storia delle riviste

Le riviste nascono moltissimi anni fa. Una delle più vecchie risale addirittura al 1956 e ancora viene prodotta e venduta da Hōbunsha. La rivista in questione è Weekly Manga Times. Questa particolare tipologia è nata per serializzare le opere dei mangaka. La loro uscita va dal settimanale al mensile. Non aspettatevi però delle riviste come le conosciamo noi! Queste sono considerate come dei media e quindi, come abbiamo visto sopra, abbracciano un pubblico molto ampio.

Le riviste giapponesi sono composte da centinaia e centinaia di pagine e contengono appunto i capitoli di diverse serie manga. La rivista con il maggior numero di pagine è di proprietà di Square Enix, Monthly Shōnen Gangan. Questa conta all’incirca 600 pagine.

Insomma come potete vedere ce ne sono per tutti i tipi!!