Ascolta il programma di approfondimento di iCrewPlay

ReWalk è un esoscheletro robotico indossabile che permette a persone con lesioni spinali di alzarsi in piedi e camminare di nuovo.

L’immobilità causa numerose problematiche che incidono in modo negativo sullo stato di salute e sulla qualità della vita. Tra queste vi sono la perdita di densità ossea, dolore, aumento del grasso corporeo, aumento dell’incidenza di diabete e di patologie cardiovascolari, ulcere da decubito e tanto altro.

La tecnologia, come abbiam già visto, può diventare strumento di ausilio per facilitare e semplificare la mobilità dell’uomo.

rewalk

Come riporta il sito della Rewalk Robotics, il dispositivo in questione è un esoscheletro, un robot indossabile. Questo dispone di anche robuste e movimento delle giunzioni robotiche alle ginocchia.

È stato ideato molti anni fa per scopi militari. Oggi è in grado anche di restituire a persone con gravi lesioni spinali la possibilità di potersi sollevare, camminare, ruotare e salire/scendere le scale.

Requisiti e funzionamento

Per utilizzare il sistema Rewalk è necessario sottoporsi ad uno screening medico per assicurarsi di essere idonei all’utilizzo. L’esoscheletro può essere usato solo da persone mielolese con forza sufficiente agli arti superiori, per utilizzare le necessarie stampelle, e con un buon controllo del tronco.

È  inoltre indispensabile avere una buona densità ossea, non avere fratture ossee, bisogna saper  utilizzare ausili per la statica e godere, in generale, di buona salute.

Sono necessarie caratteristiche morfologiche definite come l’altezza compresa tra i 160 cm e i 190 cm e un peso non superiore ai 100 kg.

Il sistema è composto da diversi elementi: un orologio comunicatore, con il quale viene attivato l’esoscheletro; il computer, il software e le batterie sono integrate nella presa di tronco.

Prima di poter beneficiare autonomamente di questa straordinaria invenzione, l’utilizzatore deve completare un periodo di training presso un centro ReWalk, dove apprende da un istruttore specializzato l’utilizzo dell’esoscheletro in modalità sempre più autonoma.

Con l’avvento di ReWalk è possibile poi, pian piano, ri-camminare.

I centri Rewalk

Attualmente i centri di riabilitazione che in Italia utilizzano il dispositivo sono: Casa di Cura Domus Salutis, Brescia; Villa Beretta, presidio di Riabilitazione dell’Ospedale Valduce, Costa Masnaga (LC); Istituto di Agazzi, Arezzo; Fondazione Santa Lucia, Roma; il CONI, Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Roma.

Nei prossimi mesi il numero di questi centri dovrebbe crescere, specialmente al Sud.

Tipologie e riconoscimenti

Sono stati messi a punto due dispositivi: l’esoscheletro ReWalk Personal 6.0 per individui che lo usano privatamente a casa o nella comunità e il ReWalk Rehabilitation per l’utilizzo nelle cliniche di training avanzato.

rewalk

Dal 26 Giugno 2014 l’FDA (Food and Drug Admnistration) ne ha permesso la commercializzazione. ReWalk è diventato l’unico ed il solo esoscheletro che può essere venduto nel mondo.

Le maggiori società scientifiche internazionali ne hanno riconosciuto ufficialmente l’utilità.

ReWalk è una eccezionale svolta tecnologica, che cambierà la vita di milioni di persone con lesioni del midollo spinale.

Prezzi d’acquisto e di noleggio

Noleggiare un esoscheletro Rewalk costa 1.500 euro al mese. Nel caso in cui, dopo il periodo di noleggio, si vuole acquistare la macchina, la somma pagata per il periodo del noleggio verrà sottratta dal prezzo di vendita. Quest’ultimo invece si aggira sui 70 mila euro.

Per noleggiare o comprare un esoscheletro Rewalk in Italia ci si può rivolgere a Progettiamo Autonomia Robotics, per ricevere informazioni tecnico-cliniche e commerciali.

fonte
Rewalk è un esempio di come la tecnologia è in grado di mettersi a servizio dell’uomo, aiutandolo a svolgere con maggior facilità i compiti di ogni giorno. E, in questo caso, diviene anche strumento di ausilio sanitario.