Ascolta il programma di approfondimento di iCrewPlay

We Sing Pop è un titolo prodotto da We Sing Production. Questo è il risultato di una collaborazione tra THQ Nordic, Wired Productions e Le Cortex. Il titolo inizialmente era stato rilasciato per Nintendo Wii nel lontano 2012 e di recente su PlayStation 4. Xbox One non resterà esclusa dal giro: infatti il prossimo anno il gioco uscirà anche sulla console Microsoft. Andiamo ora ad esaminare nello specifico il titolo.

We Sing Pop sarà un degno collega di altri titoli musicali?

We Sing Pop nasce ovviamente come party game e quindi, sia con le canzoni che con i diversi stili di gioco, cerca di abbracciare quanta più utenza possibile. Un primo difetto però lo troverete nella sola presenza di musica pop, seppur scaglionata in diversi anni. Infatti, potete scegliere, tra i brani all’interno del gioco, titoli meno recenti come Mamma Mia degli Abba e testi più recenti come Faded di Alan Walker.

Il titolo di We Sing Production ha diverse modalità. Tra queste, la prima di cui parlare sicuramente è quella Karaoke. Qui potremo imparare le basi del gioco, prima di lanciarci in appassionanti sfide con i nostri amici. La modalità Karaoke a sua volta si divide in Guidata e Pura, dove riceverete diversi consigli per cantare al meglio. Già da qui si può notare un altro piccolo problema. Questo consiste nel sistema di assegnazione del punteggio, perché il sistema non da punti in base alla tonalità della vostra voce, bensì in base al fatto di riuscire o meno a prendere le note, senza prestare attenzione alle ottave. Ergo non provate ad imitare il cantante, potreste rimanere delusi dal punteggio finale.

Dopo aver superato questa modalità di apprendimento, potrete cimentarvi nelle altre due, ossia Singolo e Multigiocatore. Nel single player vi sono due diversi livelli di difficoltà, Standard ed Esperto, che si dividono a loro volta in Normale e Difficile. Più andrete avanti nel gioco e maggiormente preciso diventerà il sistema nell’assegnazione dei punti. Per aiutarvi, durante tutta la canzone sarà presente una barra rettangolare che si illuminerà ogni qualvolta che avrete riprodotto la nota correttamente.

Ogni brano, presente all’interno del titolo, è corredato dal video ufficiale. I brani presenti sono veramente pochi; infatti sono soltanto una trentina.

Titoli
  • ABBA – Mamma Mia
  • Alan Walker – Faded
  • Avicii – Hey Brother
  • B-52’s – Love Shack
  • Bastille – Pompeii
  • B.o.B ft. Hayley Williams – Airplanes
  • Bruno Mars – Just the Way You Are
  • Calvin Harris – Summer
  • Calvin Harris & The Disciples – How Deep Is Your Love
  • Christine & the Queens – Tilted
  • Clean Bandit ft. Jess Glynne – Rather Be
  • Clean Bandit ft. Sean Paul & Anne-Marie – Rockabye
  • Coldplay – Adventure Of A Lifetime
  • Coldplay ft. Beyoncé – Hymn For The Weekend
  • Ellie Goulding – Burn
  • George Ezra – Budapest
  • George Michael – Faith
  • Jason Derulo – Want To Want Me
  • Jonas Blue ft. JP Cooper – Perfect Strangers
  • Kygo ft. Conrad Sewell – Firestone
  • Lorde – Green Light
  • Meghan Trainor – All About That Bass
  • Nico and Vinz – Am I Wrong?
  • OutKast – Hey Ya!
  • Queen – I Want To Break Free
  • Scissor Sisters – I Don’t Feel Like Dancin’
  • Sia ft. Sean Paul – Cheap Thrills
  • The Chainsmokers & Coldplay – Something Just Like This
  • Wham! – Wake Me Up Before You Go-Go
  • Zara Larsson – Lush Life

Rispetto a quelle Nintendo le canzoni sono completamente differenti e molto più recenti, anche se sono per lo più di genere pop. Questo limita le persona che magari avrebbero preferito generi del tutto diversi come il metal, il soul e altri. Un titolo creato per la massa in modo frettoloso.

Le canzoni sono suddivise graficamente attraverso CD e risulta alle volte snervante cercare di cambiarlo. Questo perché non sempre, premendo il tasto relativo, il disco cambia. Appena aperto il gioco, dopo il consueto passaggio del logo, vi troverete di fronte a questi CD che potranno essere ordinati secondo: Nome, Anno, Artista, Genere.

Infine, per quanto riguarda il gameplay abbiamo un’ultima modalità da analizzare, ossia il multigiocatore. Questo è diviso in 4 sottomodalità: Sfida, Battaglia di gruppo, We sing e Passa il microfono. Non mi dilungherò a spiegare tutte le modalità presenti in quanto sono molto simili tra loro, l’unica differenza la lascia già intuire il nome. Per esempio in Sfida dovrete sfidarvi a colpi di voce e vincerà chi ottiene il maggior punteggio.

Il comparto tecnico: buio più totale.

La parte più importante di tutto il gioco è il comparto tecnico, non tanto quello grafico che si limita a riprodurre i video estrapolati da Youtube o piccole animazioni, ma il comparto audio. Infatti il problema principale è proprio il karaoker, che spesso risulta essere impreciso e non sempre a tempo. Probabilmente per i meno esperti questo non sarà rilevante, ma tale “piccolo grande problema” non è sfuggito ai nostri occhi, anzi alle nostre attente orecchie.

Non abbiamo ancora finito: ammettiamo di non essere degli ottimi cantanti per presentarci alle selezioni di X Factor, ma spesso il gioco è troppo crudele con i punteggi. Quindi We Sing Pop manca proprio delle basi che uno si aspetterebbe dal comparto tecnico. Sicuramente abbiamo un miglioramento rispetto alla versione Wii, sia come brani che in generale, ma siamo certi che ci sia ancora molta strada da fare. Nota positiva è il supporto dei microfoni USB che non danno fastidi particolari all’interno del gioco.

In parte possiamo giustificare We Sing Pop catalogandolo come semplice party game, ma altri titoli similari tipo Just Dance, in quanto party game, hanno dei riscontri positivi e generano diversi introiti migliorando di volta in volta. Ergo è giusto aspettarsi qualcosa del genere anche da questo titolo. Voi cosa ne pensate?

Dai il tuo voto2 Voti5.2
5.2

 

 

VOTO FINALE
We Sing Pop
4.9
CONDIVIDI
Articolo precedenteWhatsApp, sarà più facile registrare messaggi vocali
Articolo successivoEcco la lista completa degli sconti per il Black Friday di Microsoft