È di poche settimane fa la notizia che la Daedalic Entertainemnt ha programmato per agosto 2017 l’uscita de “I Pilastri della Terra“. Sarà disponibile per PC, Mac, Linux, PlayStation 4 e Xbox One il gioco che, come dice il titolo, è l’adattamento del romanzo storico di Ken Follet diventato bestseller.

Il gioco sarà un’avventura punta e clicca, un genere per cui Daedalic è famosa.

Il team di sviluppo ha preso le 1200 pagine del libro e le ha trasformate in una storia interattiva, in cui il giocatore seguirà una trama non lineare con la possibilità di interpretare tre diversi personaggi. Il gioco sarà rilasciato in 3 diversi momenti, con 7 capitoli giocabili ciascuno; ad agosto è previsto il primo, per gli altri ne sapremo di più alla gamescom di quest’anno.

Questo è il progetto più grande ed ambizioso di Daedalic attualmente. Matt Kempke e Kevin Mentz, entrambi autori e game designer, hanno detto: “Abbiamo preso il libro e lo abbiamo riassemblato per creare un’esperienza unica per il giocatore. La storia principale non cambia, ma indubbiamente un gioco ci dà maggiore possibilità di decisione ed interazione“. Il gioco è una versione convincente e coinvolgente de “I Pilastri della Terra”, in cui il giocatore svilupperà una forte connessione emozionale con i personaggi mentre li guida in una storia emozionante. Verrà lasciata ai giocatori la possibilità di modificare gli eventi del libro ed influenzare il destino dei personaggi.

Ambientato nel XII secolo in Inghilterra, un periodo segnato da guerre e povertà, “I Pilastri della Terra” si svolge nella città (inventata) di Kingsbridge con l’inizio della costruzione della Cattedrale. Philip è un monaco e diventa priore dell’abazia di Kingsbridge. Jack è un ambizioso architetto, a cui viene affidata la costruzione. Aliena ed il fratellino Richard devono sopravvivere da soli dopo che il padre, il Conte di Shiring, viene imprigionato ed ucciso. Fanno da contorno alla storia il predecessore di Philip, il vescovo Waleran, e William Hamleigh, un nobile vendicativo respinto da Aliena, i quali ritengono l’ascesa della città una spina nel fianco e vogliono vedere Kingsbridge bruciare.

Il libro da cui il gioco prende spunto ha venduto ad oggi più di 26 milioni di copie .

 

Mentre aspettate l’uscita del gioco, vi consiglio la lettura del romanzo originale, un vero capolavoro che vi terrà incollati alle pagine per ore intere.